Il “Paradiso” nella Tuscia era la merenda dei nostri nonni al posto del classico pane con lo zucchero.

Chissà la fantasia cosa ci può far pensare, forse ad una merenda prelibata, ricca ed appetitosa; niente di tutto questo, il Paradiso non era altro che una fetta di pane raffermo inzuppata con l’acqua di cottura dei fagioli cotti nella pignatta di coccio e condita con olio di oliva e sale.

Ad Ischia di Castro veniva chiamata “Paradiso” una fetta di pane bagnata con l’acqua dove era stata lessata la mentuccia con l’aglio.
Questa merenda era per tanti il massimo della prelibatezza e oggi potrebbe essere la variante per uno spuntino dagli antichi sapori.

 

Social share
INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

Isola… rsi nella magica Ponza

Un giorno sull’isola di Ponza non vi basterà per assaporarne tutte le sfumature paradisiache. Le emozioni sono tante e tutte da vivere, sopra e sotto il mare!

La nuova stagione di visite all’Oasi di Ninfa

A partire dal weekend del 16 e 17 marzo 2024 riapre ufficialmente al pubblico il Giardino di Ninfa. Pubblicato sul sito dell’Oasi Naturale il Calendario 2024.