A pronunciare il “si” davanti ad un cerro ad alto fusto nella Selva del Fogliano, presso il Convento di Sant’Angelo, è il sindaco di Vetralla, secondo un copione consolidato almeno da cinque secoli: è “lo Sposalizio dell’albero”, come viene chiamato secondo un’antica e sentita tradizione.
Un “si” pronunciato alla presenza di testimoni, che riafferma il diritto di possedimento sul Monte Fogliano del popolo vetrallese, concesso nel Quattrocento dal pontefice Eugenio IV. In opposizione ai Conti di Vico.

La festa inizia di primo mattino. Cavalieri, ragazze in costume ottocentesco, sbandieratori, si avviano a cavallo, a piedi, in auto, al bosco del Fogliano attraverso una strada di otto chilometri segnata dalla via Crucis campestre. La “sposa”, un cerro infiocchettato di narcisi, primule ed altri fiori, con un velo di tulle bianco li attende tra un insieme di alberi per il rito nuziale accompagnato dalle note della banda musicale.
Il significato della festa riafferma ogni anno la volontà della comunità locale di vivere in pace con la natura e soprattutto di rispettarla.

 

Social share
INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

Lazio, terra di Patrimonio Mondiale dell’UNESCO

Nel Lazio sono 9 i riconoscimenti inclusi nelle liste materiali e immateriali dell’UNESCO. Eredità di eccezionale valore universale per il mondo intero.

12 Passeggiate tra 7 fiori in fiore nel Lazio

È tempo di vivere la natura in fiore in 12 passeggiate dalle mille sfumature di colori di 7 fiori in fiore nel Lazio, dalla Primavera fino all’Estate!

La Primavera e i colori dello sport in Sabina

Scopriamo con lo sport l’arcobaleno di colori a Primavera in Sabina, dall’azzurro dei cieli al blu delle acque, dal verde dei monti al rosso dei tramonti.

I luoghi “fuori luogo” nel Lazio

In questi luoghi “fuori luogo” è accaduto qualcosa d’inatteso per mano dell’uomo, della natura o del fato che ha cambiato la storia del borgo nel Lazio.

Roma sottosopra tra labirinti, cave e laghetti

Benvenuti nella Roma sottosopra, 3 luoghi sotterranei tra labirinti, cave, grotte e laghetti. Dove? Al Celio, a Monteverde e sotto il Parco dell’Appia Antica.

Viaggio nel Giardino di Ninfa. Benvenuti in Paradiso

Alberi secolari, fiori variopinti, antiche rovine, giochi d’acqua. Il Giardino di Ninfa è un’opera d’arte vivente, scoprirla è un’esperienza che accende i sensi

Il Menù di San Giuseppe alla Festa del Papà

Per la Festa del Papà abbiamo in serbo una sorpresa. Non solo i bignè ma un intero Menù di San Giuseppe alla scoperta delle tradizioni culinarie del Lazio.