“Ho una storia d’amore con la pizza… diciamo che è una specie di ‘pane e amore e carboidrati“. Così Julia Roberts inizia l’elogio del cibo che diventa il vero protagonista delle scene girate a Roma.

E’ qui che i piaceri della vita, della buona tavola si intrecciano con la storia del film – tratto dal bestseller di Elizabeth Gilber – che è quella di una donna che al fallimento del suo matrimonio decide di fare la turista all’estero, in un viaggio alla ricerca di se stessa: scoprendo il cibo a Roma (un cast tutto americano fatta eccezione per il nostro Luca Argentero), la spiritualità in India, la passione a Bali.

Seppure stereotipata la Roma che fa da sfondo al film è quella dei vicoli di Trastevere, dell’arte di piazza Navona, dello shopping di Via del Corso, ma soprattutto del cibo, esaltato nelle trattorie del centro storico, oppure nelle cena a casa di amici.

Il primo piano sugli spaghetti e sul vino nei bicchieri, vere star della scena, illuminati dai riflettori a tal punto che sembrano saltar fuori dallo schermo.
Ma anche fuori dal set la diva hollywoodiana confessa il suo amore per la buona cucina romana e ammette di essersi ingrassata 5 chili durante le riprese: “La realtà è che a Roma è impossibile mangiare male. È la terza volta che ci lavoro ed è sempre bello tornarci. È una città che ti accoglie con tanto affetto”.

La Roma del film è quella godereccia dei giorni nostri. Una Roma autunnale, dai colori caldi e dorati, che la rendono ancora più romantica. Una cornice perfetta, che ha in parte convinto l’attrice ad accettare la parte:
Ho deciso, vado in Italia. Io ho sempre avuto voglia di mangiare, voglia di vivere […]. Desidero andare in un posto dove meravigliarmi ancora di qualcosa. Linguine, Leonardo, limoncello… qualcosa!”

 

Social share
INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

Lazio, terra di Patrimonio Mondiale dell’UNESCO

Nel Lazio sono 9 i riconoscimenti inclusi nelle liste materiali e immateriali dell’UNESCO. Eredità di eccezionale valore universale per il mondo intero.

12 Passeggiate tra 7 fiori in fiore nel Lazio

È tempo di vivere la natura in fiore in 12 passeggiate dalle mille sfumature di colori di 7 fiori in fiore nel Lazio, dalla Primavera fino all’Estate!

La Primavera e i colori dello sport in Sabina

Scopriamo con lo sport l’arcobaleno di colori a Primavera in Sabina, dall’azzurro dei cieli al blu delle acque, dal verde dei monti al rosso dei tramonti.

I luoghi “fuori luogo” nel Lazio

In questi luoghi “fuori luogo” è accaduto qualcosa d’inatteso per mano dell’uomo, della natura o del fato che ha cambiato la storia del borgo nel Lazio.

Roma sottosopra tra labirinti, cave e laghetti

Benvenuti nella Roma sottosopra, 3 luoghi sotterranei tra labirinti, cave, grotte e laghetti. Dove? Al Celio, a Monteverde e sotto il Parco dell’Appia Antica.

Viaggio nel Giardino di Ninfa. Benvenuti in Paradiso

Alberi secolari, fiori variopinti, antiche rovine, giochi d’acqua. Il Giardino di Ninfa è un’opera d’arte vivente, scoprirla è un’esperienza che accende i sensi

Il Menù di San Giuseppe alla Festa del Papà

Per la Festa del Papà abbiamo in serbo una sorpresa. Non solo i bignè ma un intero Menù di San Giuseppe alla scoperta delle tradizioni culinarie del Lazio.