Musei capitolini, Centrale Montemartini

La centrale Montemartini, secondo polo espositivo dei Musei Capitolini è uno straordinario esempio di riconversione in sede museale di un edificio di archeologia industriale, il primo impianto pubblico di Roma per la produzione di energia elettrica.
Al suo interno espone sculture, mosaici e reperti archeologici di età romana appartenenti alle Collezioni dei musei capitolini.
Partendo dalle opere d’arte più antiche, risalenti alla Roma dell’età repubblicana, il percorso si snoda tra i grandiosi gruppi statuari dei templi ed edifici pubblici del centro monumentale.
La storia del Museo inizia nel 1997 con la mostra “Le macchine e gli dei” poi trasformata nel 2001 in esposizione permanente.
La maggior parte delle collezioni proviene da due stagioni di scavi, quelli condotti nella seconda metà del XIX secolo e quelli degli anni 1930 risalenti al ventennio fascista.
Nella sala delle Colonne sono esposti reperti di Roma repubblicana; nelle sale laterali si trovano reperti di età imperiale come una serie di sarcofagi romani incluso quello di Crepereia Tryphaena.
La sala macchine al primo piano presenta rinvenimenti del centro monumentale di Roma (circo Flaminio, tempio di Apollo Sosiano, Campidoglio, largo di Torre Argentina, teatro di Pompeo).
La sala caldaie mostra reperti che originariamente adornavano giardini e residenze di proprietà sia imperiale che privata come il Mosaico con scene di caccia dagli horti Luciniani, la musa Polimnia, e il supplizio di Marzia in marmo rosso.
L’allestimento è caratterizzato dall’alternarsi di immagini di archeologia classica e immagini di archeologia industriale. Molto suggestivi i due giganteschi ed ormai silenziosi motori Diesel della centrale, ognuno dei quali è solidale ad un alternatore, tutti simboli di quel secolo che ha visto l’avvento della maggior parte delle più straordinarie tecnologie dell’era moderna.
CONTATTI
Musei capitolini, Centrale Montemartini – via Ostiense, 106 – 00154 Roma
Tel: 060608
Social share
INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

I Pugnaloni, i quadri fioriti di Acquapendente

Nella terza domenica di maggio ad Acquapendente c’è la festa della Madonna del Fiore con la sfilata dei Pugnaloni, enormi quadri di petali di fiori e foglie.

Viaggio nel Giardino di Ninfa. Benvenuti in Paradiso

Alberi secolari, fiori variopinti, antiche rovine, giochi d’acqua. Il Giardino di Ninfa è un’opera d’arte vivente, scoprirla è un’esperienza che accende i sensi

La nuova stagione di visite all’Oasi di Ninfa

A partire dal weekend del 16 e 17 marzo 2024 riapre ufficialmente al pubblico il Giardino di Ninfa. Pubblicato sul sito dell’Oasi Naturale il Calendario 2024.

12 Passeggiate tra 7 fiori in fiore nel Lazio

È tempo di vivere la natura in fiore in 12 passeggiate dalle mille sfumature di colori di 7 fiori in fiore nel Lazio, dalla Primavera fino all’Estate!

I luoghi “fuori luogo” nel Lazio

In questi luoghi “fuori luogo” è accaduto qualcosa d’inatteso per mano dell’uomo, della natura o del fato che ha cambiato la storia del borgo nel Lazio.

Roma sottosopra tra labirinti, cave e laghetti

Benvenuti nella Roma sottosopra, 3 luoghi sotterranei tra labirinti, cave, grotte e laghetti. Dove? Al Celio, a Monteverde e sotto il Parco dell’Appia Antica.