Museo Archeologico nazionale di Tuscania

Il Museo archeologico nazionale di Tuscania è allestito all’interno della suggestiva cornice dell’ex convento francescano di Santa Maria del Riposo.
Il complesso conventuale fondato nel 1247 si presenta nelle eleganti forme rinascimentali dovute ai rifacimenti avvenuti nel XV e XVI secolo, e presenta un chiostro centrale con colonnato di archi a tutto sesto, sostenuti da capitelli riccamente decorati. Il complesso monumentale fu sede conventuale sino al 1875, nel 1970 fu destinato dal Comune di Tuscania a sede del Museo Archeologico.
Il Museo conserva straordinarie testimonianze sepolcrali etrusche e romane della zona. Una prima sezione si trova ospitata già al piano terreno con reperti provenienti della necropoli Madonna dell’Olivo e Carcarello che accolgono un sarcofago appartenente alla famiglia Curunas.
Al piano superiore si trovano otto sale, di cui sono allestite solamente le prime tre, in cui sono esposti i ritrovamenti più recenti delle Necropoli di Pian di Mola, Ara del Tufo e Scalette con una serie di reperti etruschi che vanno dal secolo VIII a.C. alla piena età romana. Nelle sale adiacenti sono stati collocati gli elementi architettonici della tomba a portico colonnato di Pian di Mola e un’audio visivo che spiega la tipologia storica architettonica della tomba stessa.
Un notevole numero di sarcofagi, numerose ceramiche medievali non sono ancora stati collocati nelle rimanenti sale. A proposito di museo è doveroso un cenno su quello che fu considerato il primo museo etrusco della storia cioè l’allestimento fatto da Vincenzo Campanari, archeologo tuscanese della metà dell’ottocento nel giardino della propria casa.

CONTATTI
Museo Archeologico nazionale di Tuscania – Largo Mario Moretti, 1, 01017, Tuscania (VT)
Tel.: 0761/436209
Email: drm-laz.mutuscania@cultura.gov.it
Facebook: https://www.facebook.com/MuseoArcheologicoTuscania
Sito web: https://direzioneregionalemuseilazio.cultura.gov.it/luoghi/museo-archeologico-nazionale-di-tuscania/
Orari: 8:30 – 19:30 (ultimo ingresso ore 19.00)
Giorni di chiusura: Lunedì 1 gennaio, 25 dicembre
Biglietti: Ingresso gratuito

 

 

Social share
INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

Quando Bonaparte fu il Principe di Canino

Ecco la storia narrata dai luoghi che 200 anni fa entrarono nella vita di Luciano Bonaparte, fratello di Napoleone e Principe di Canino dal 1814 per 20 anni.

4 storie d’Amore soprannaturale nel Lazio

Parliamo d’Amore con la A maiuscola! Passeggiamo nel Lazio in 4 luoghi che raccontano storie d’Amore soprannaturale. Scopriteli con noi. Andateci con chi amate!

La nuova stagione di visite all’Oasi di Ninfa

A partire dal weekend del 16 e 17 marzo 2024 riapre ufficialmente al pubblico il Giardino di Ninfa. Pubblicato sul sito dell’Oasi Naturale il Calendario 2024.