Il museo civico intitolato a Mauro Zelli comprende una sezione demo etnoantropologica e una sezione archeologica. La prima sezione è composta in prevalenza da oggetti appartenenti al mondo rurale donati da molti abitanti del territorio. L’allestimento museale consente una ricostruzione fedele e complessiva del mondo contadino fino agli anni Cinquanta del novecento.
Non sono da trascurare i manufatti dedicati alla vita quotidiana, alla cultura religiosa e una sezione virtuale con un archivio fotografico e documentario e la sezione arti femminili con strumenti per il filato, la tessitura e il ricamo.
Nei sotterranei del museo vi sono due teche contenenti i resti di una tomba databile fine del II sec. a.C.
La tomba è stata riportata alla luce nel 2001 ed era completamente ricoperta di terra.
Conteneva i resti di due sepolcri, uno relativo ad un uomo con un bue e un altro di una donna con un corredo funebre che, sebbene di modesta entità per suppellettili ritrovati, consente di avere un quadro molto preciso della vita rurale dell’epoca.

CONTATTI
Museo civico Mauro Zelli – via San Francesco 81/A, 02016 Leonessa (RI)
Tel.: 0746.923212
email: ufficio.amministrativo@comunedileonessa.it
sito web: www.museum-eu.it/

 

 

Social share
INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

I Pugnaloni, i quadri fioriti di Acquapendente

Nella terza domenica di maggio ad Acquapendente c’è la festa della Madonna del Fiore con la sfilata dei Pugnaloni, enormi quadri di petali di fiori e foglie.

Viaggio nel Giardino di Ninfa. Benvenuti in Paradiso

Alberi secolari, fiori variopinti, antiche rovine, giochi d’acqua. Il Giardino di Ninfa è un’opera d’arte vivente, scoprirla è un’esperienza che accende i sensi

La nuova stagione di visite all’Oasi di Ninfa

A partire dal weekend del 16 e 17 marzo 2024 riapre ufficialmente al pubblico il Giardino di Ninfa. Pubblicato sul sito dell’Oasi Naturale il Calendario 2024.

12 Passeggiate tra 7 fiori in fiore nel Lazio

È tempo di vivere la natura in fiore in 12 passeggiate dalle mille sfumature di colori di 7 fiori in fiore nel Lazio, dalla Primavera fino all’Estate!

I luoghi “fuori luogo” nel Lazio

In questi luoghi “fuori luogo” è accaduto qualcosa d’inatteso per mano dell’uomo, della natura o del fato che ha cambiato la storia del borgo nel Lazio.

Roma sottosopra tra labirinti, cave e laghetti

Benvenuti nella Roma sottosopra, 3 luoghi sotterranei tra labirinti, cave, grotte e laghetti. Dove? Al Celio, a Monteverde e sotto il Parco dell’Appia Antica.