Museo dell’Abbazia di Valvisciolo

Il museo dell’Abbazia di Valvisciolo viene istituito nel 2003 presso i locali dell’ex Dispensarium del Cenobio cistercense.
Nel patrimonio della Galleria Abate Stanislao White, figurano incisioni di Dürer, Rembrandt, Canaletto, Piranesi, Goya, disegni di Luca Giordano, Camuccini e dipinti del Pomarancio, Sassoferrato (cerchia) ed Aurelio Mariani.
A titolo esemplificativo e per sottolineare il pregio della collezione ricordiamo le seguenti opere esposte: “Elemosina di S. Rocco” di Guido Reni, “Abramo ed Isacco” di Rembrant, “Qual la descanoman” di Francisco Goya, “Veduta dell’Arco di Gallieno” di Giovan Battista Piranesi, “Diogene cerca l’uomo” di Giovanni B. Castiglione detto il Grechetto, “Testa di Prelato” di Luca Giordano, “Presentazione di Maria al Tempio” di Albrecht Durer, “Leonessa che dilania un arabo” di Eugène Delacroix e molte altre.

Vi è anche una sezione dedicata alle litografie, una alla scultura e una all’arte contemporanea con opere di Pietro Annigoni, Carla Viparelli, Gabriele Casale e Antonio Fiore.

CONTATTI
Museo dell’Abbazia di Valvisciolo – via Badia 14, Sermoneta
Tel.:0773 30013
sito web: https://www.museoabbaziavalvisciolo.it/

Orari di apertura:
tutti i giorni
mattina 09:00-12:30; pomeriggio 14:30-16:30

 

Social share
INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

Meraviglie da scoprire tra Nepi e Castel S.Elia

Da Nepi, alle cascate naturali, alla Basilica di Sant’Elia gioiello in stile romanico, l’itinerario in questo angolo dell’alta Tuscia è pieno di meraviglie.

Leonessa, un borgo per tutte le stagioni

Trekking, mountain bike, downhill, Leonessa è un vero regno dell’outdoor, amato da ciclisti e motociclisti sia d’estate che d’inverno. Da non perdere le sagre.

Tutti Fritti, 10 street food tipici del Lazio

Ladies and gentlemen, ecco a voi gli streetfood tipici del Lazio, sfiziosi e golosi. Stappate le birre gelate, si mangia con le mani al “Tutti Fritti Party”!