Il Museo dell’Olio della Sabina è stato inaugurato nel 2001 per celebrare attraverso arte e architettura l’antichissima cultura olivicola della Sabina, la terra dell’olio D.O.P. Sabina. In questo museo si comprende la civiltà dell’olio che rivive nelle testimonianze storiche del territorio e nelle interpretazioni più contemporanee di questo simbolo millenario del mondo mediterraneo. Il Museo dell’Olio della Sabina celebra la civiltà dell’olio e dell’ulivo attraverso le opere, ad esempio, di Maria Lai, Alik Cavaliere, Hidëtoshi Nagasawa, Gianandrea Gazzola e Ille Strazza fatte di luci, parole, immagini e suoni.

Il museo riunisce in un unico itinerario di visita i luoghi più rappresentativi della storia e delle tradizioni del borgo medievale di Castelnuovo di Farfa. La visita guidata inizia perlustrando il rinascimentale Palazzo Perelli, che ospita anche il Municipio, per proseguire in un frantoio a trazione animale del XVIII secolo, perfettamente conservato nell’antico forno cittadino, e terminare nel sito archeologico medievale della chiesa di San Donato.

Per maggiori informazioni:
Museo dell’Olio della Sabina

INFO UTILI

SCOPRI ANCHE