Il museo è dedicato all’olio della Sabina che il medico Galeno (II secolo d.C.) definì come il migliore del mondo antico. La vicinissima Abbazia di Farfa fu uno dei pochi centri medioevali europei nel quale furono conservate e poi trasmesse le antiche tecniche dell’olivicoltura.
Il Museo dell’Olio a Castel Nuovo di Farfa è stato inaugurato nel 2001, per celebrare attraverso arte e architettura l’antichissima cultura olivicola della Sabina, la terra dell’olio D.O.P. Sabina.
Il museo è un percorso splendido e multisensoriale attraverso la cultura dell’olio, che rivive nelle testimonianze storiche del territorio di interesse demoetnoantropologico e nelle interpretazioni più contemporanee di questo simbolo millenario del mondo mediterraneo.
Il museo ha sede a Palazzo Perelli, edificio cinquecentesco ampiamente manomesso e di recente recuperato, che ospita anche il Municipio, ma si estende anche al centro storico e al paesaggio.
Nel museo è possibile ammirare le opere e sculture degli artisti contemporanei Maria Lai, Alik Cavaliere, Hidëtoshi Nagasawa, Gianandrea Gazzola e Ille Strazza che passando per il borgo di Castelnuovo hanno voluto lasciare tracce fatte a volte di luci, altre volte di parole, immagini e suoni.
Il percorso visita continua in un unico itinerario che racchiude i luoghi più rappresentativi della storia e delle tradizioni del borgo medievale di Castelnuovo.
E’ possibile così ammirare un frantoio a trazione animale del XVIII secolo, perfettamente conservato nell’antico forno cittadino, e terminare nel sito archeologico medievale della chiesa di San Donato.

CONTATTI
Museo dell’Olio della Sabina – Viale Regina Margherita, 02031, Palazzo Perelli – Castelnuovo di Farfa (RI)
Tel: 0765.36370
Cellulare: +39 346.8187972
e-mail: museoliosabina@gmail.com
sito web: castelnuovodifarfaturismo.it

APERTURA AL PUBBLICO
10:00-18.00
Venerdì – Sabato – Domenica e festivi (escluso 25 dicembre e 1 gennaio)
Infrasettimanali su prenotazione

 

Social share
INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

I Pugnaloni, i quadri fioriti di Acquapendente

Nella terza domenica di maggio ad Acquapendente c’è la festa della Madonna del Fiore con la sfilata dei Pugnaloni, enormi quadri di petali di fiori e foglie.

Viaggio nel Giardino di Ninfa. Benvenuti in Paradiso

Alberi secolari, fiori variopinti, antiche rovine, giochi d’acqua. Il Giardino di Ninfa è un’opera d’arte vivente, scoprirla è un’esperienza che accende i sensi

La nuova stagione di visite all’Oasi di Ninfa

A partire dal weekend del 16 e 17 marzo 2024 riapre ufficialmente al pubblico il Giardino di Ninfa. Pubblicato sul sito dell’Oasi Naturale il Calendario 2024.

12 Passeggiate tra 7 fiori in fiore nel Lazio

È tempo di vivere la natura in fiore in 12 passeggiate dalle mille sfumature di colori di 7 fiori in fiore nel Lazio, dalla Primavera fino all’Estate!

I luoghi “fuori luogo” nel Lazio

In questi luoghi “fuori luogo” è accaduto qualcosa d’inatteso per mano dell’uomo, della natura o del fato che ha cambiato la storia del borgo nel Lazio.

Roma sottosopra tra labirinti, cave e laghetti

Benvenuti nella Roma sottosopra, 3 luoghi sotterranei tra labirinti, cave, grotte e laghetti. Dove? Al Celio, a Monteverde e sotto il Parco dell’Appia Antica.