Dai Leoni ai coccodrilli, dagli elefanti agli animali da cortile, dai delfini alle foche: sono numerose le specie da conoscere da vicino nei parchi e nelle aree faunistiche del Lazio, insieme ai compagni di classe o con tutta la famiglia.

Bio Parco – Parco Faunistico (Roma)
Il bio parco di Roma si trova nel cuore di Villa Borghese si estende su 17 ettari e ha oltre 1.000 animali di 200 specie diverse tra mammiferi, uccelli e rettili.

Visite guidate per classi, studenti e scuole. Un’ avventura nella natura nel cuore di Roma per conoscere numerose specie animali e curiosità sui loro comportamenti ed abitudini, con non poche sorprese!

La Fattoria degli animali – (Castel Fusano – Ostia – Roma)
Un’oasi per gli animali domestici di tutto il mondo, immerso nel verde della pineta di Castel Fusano, si estende su un’area di 40.000mq.
Laboratori per bambini, spettacoli a tema e una grande area picnic con barbecue accoglie i visitatori in questo luogo dove si può entrare in contatto con molti animali, un parco dove i bambini si divertono e i grandi si appassionano.

Parco Zoo delle Star – Aprilia
Il Parco Zoo delle Star ad Aprilia è un piccolo eden che si estende su 3 ettari disposti su tre livelli dove possiamo trovare numerosi animali fra carnivori, primati, rettili, uccelli.
Il Parco ospita numerosi animali sottratti a maltrattamenti e fa una sua missione l’amore verso gli animali, anche quelli meno conosciuti, nel rispetto dell’ambiente naturale attraverso la conoscenza e l’educazione ambientale rivolta a tutti coloro che vogliono riscoprire la bellezza del mondo in cui viviamo.

Centro Volo Rapaci di Rocca Romana – Trevignano Romano
Se avete voglia di passare una giornata diversa i circa quattro ettari del centro volo rapaci di Trevignano Romano fa al caso vostro.
Il centro che si affaccia sul lago di Bracciano è gestito da guide naturalistiche, che ne hanno fatto un’oasi dove vivere le emozioni che la natura è capace di regalare, sentendosi parte di essa lontano dai rumori della città.
Numerose le attività accessibili a tutti legate alla falconeria con rapaci notturni e diurni e quelle sull’educazione ambientale.

Centro Recupero Animali Selvatici – Lago di Vico
Attivo sin dal 1983, l’anno successivo all’istituzione dell’area protetta del Lago di Vico, è divenuto un punto di riferimento essenziale per gli enti pubblici (Corpo Forestale dello Stato, Provincia di Viterbo, enti di protezione ambientale e aree protette del Lazio) e per i privati: vi giungono animali feriti, giovani uccelli non ancora in grado di volare, cuccioli di mammifero o esemplari sequestrati dalle Forze dell’Ordine.
All’interno della struttura vengono effettuati interventi di primo soccorso e chirurgici da parte del personale veterinario; una serie di voliere protette ospita i “pazienti” del Centro fino a quando hanno recuperato le forze e sono pronti a tornare in libertà.
Il centro non si occupa solo di recupero degli animali selvatici, ma anche di educazione e formazione rivolta soprattutto ai giovani, fornendo nozioni naturalistiche e diffondendo un’etica ambientale.

Area Faunistica dell’Orso – Campoli Appennino
Cinque orsi bruni europei e un recinto di quindici ettari in pieno centro abitato è ciò che rende unica l’Area Faunistica dell’Orso di Campoli Appennino.
Nata nel 2010, l’Area ospita Abele, il primo amatissimo orso ospite del centro, quindi sono arrivati Jill, Sonia, Leone e Piero.
L’Area Faunistica di Campoli Appennino è un luogo in cui conoscere gli orsi in ogni loro aspetto, capirne le abitudini e i loro ritmi di vita, e farlo in totale sicurezza accompagnati da una guida naturalistica che ve ne farà scoprire tutti i segreti.
A due passi dal Parco Nazionale di Lazio Abruzzo e Molise, dove tra l’altro vivono liberi i meravigliosi orsi marsicani (un po’ diversi dall’europeo), è possibile fare l’esperienza di trovarsi a tu per tu con degli splendidi esemplari di orso, come difficilmente vi capiterà altrove.

Area Faunistica di Cerasella – Parco del Circeo
Nel cuore della foresta del Parco del Circeo, troviamo un’area faunistica dove in silenzio è possibile vedere animali allo stato libero.

La Foresta, ad esclusione delle tre zone di Riserva Naturale Integrale, è interamente visitabile: sono presenti numerosi percorsi pedonali e ciclabili, oltre ad aree pic-nic attrezzate con tavoli e panche.
E se proprio non siamo riusciti nell’intento di scorgere qualche animale selvatico, un’area recintata ci darà la possibilità di ammirare più da vicino daini e cinghiali.

 

Social share
INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

Buon 2777° compleanno Roma!

Il 21 aprile Roma festeggia il suo 2777° compleanno. Perché si festeggia il 21 aprile? E quali sono le tradizioni da vivere nella Città Eterna? Ecco la storia.

12 Passeggiate tra 7 fiori in fiore nel Lazio

È tempo di vivere la natura in fiore in 12 passeggiate dalle mille sfumature di colori di 7 fiori in fiore nel Lazio, dalla Primavera fino all’Estate!

La Primavera e i colori dello sport in Sabina

Scopriamo con lo sport l’arcobaleno di colori a Primavera in Sabina, dall’azzurro dei cieli al blu delle acque, dal verde dei monti al rosso dei tramonti.

Più che colazione, brunch di Pasqua nel Lazio

La chiamano colazione di Pasqua ma somiglia di più a un brunch. Inizia appena svegli e finisce prima di tuffarsi sul divano, una vera maratona enogastronomica!

Roma sottosopra tra labirinti, cave e laghetti

Benvenuti nella Roma sottosopra, 3 luoghi sotterranei tra labirinti, cave, grotte e laghetti. Dove? Al Celio, a Monteverde e sotto il Parco dell’Appia Antica.

Il Menù di San Giuseppe alla Festa del Papà

Per la Festa del Papà abbiamo in serbo una sorpresa. Non solo i bignè ma un intero Menù di San Giuseppe alla scoperta delle tradizioni culinarie del Lazio.

Viaggio nel Giardino di Ninfa. Benvenuti in Paradiso

Alberi secolari, fiori variopinti, antiche rovine, giochi d’acqua. Il Giardino di Ninfa è un’opera d’arte vivente, scoprirla è un’esperienza che accende i sensi