Questa zuppa era il pasto abituale dei pescatori e veniva preparata con il pesce che non era commerciabile nelle “capanne” in genere fatte di canne che molti pescatori possedevano sulle rive del lago di Bolsena.

Il nome “Sbroscia” corrisponde ad una zuppa brodosa che veniva addirittura preparata con l’acqua di lago.

Ingredienti

1 kg di pesce di lago di piccola pezzatura (persico, luccio, tinca, anguilla, coregone),

patate, 2 a persona

½ cipolla

300 gr di pomodori maturi

mentuccia, peperoncino, olio extravergine d’oliva, sale, pane raffermo.

 

Procedimento

Occorre una pentola di coccio dove si fa soffriggere l’aglio, l’olio EVO, la cipolla ed il peperoncino. Si aggiungono le patate tagliate a pezzi, la mentuccia, il pomodoro e l’acqua.

Dopo circa 20 minuti che questa zuppa è in cottura si aggiungono i pesci e si fanno cuocere lentamente.

A cottura ultimata si versa la “sbroscia” sul pane raffermo disposto nel piatto, irrorando il tutto con un filo di olio extravergine di oliva.

Social share
INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

Seguendo l’eco del Liri in 4 borghi ciociari

L’acqua caratterizza la Ciociaria. Seguiamo l’eco del Liri nei 4 borghi che portano il suo nome: Castelliri, Fontana Liri, San Giorgio a Liri, Isola del Liri.

Leonessa, un borgo per tutte le stagioni

Trekking, mountain bike, downhill, Leonessa è un vero regno dell’outdoor, amato da ciclisti e motociclisti sia d’estate che d’inverno. Da non perdere le sagre.

Tutti Fritti, 10 street food tipici del Lazio

Ladies and gentlemen, ecco a voi gli streetfood tipici del Lazio, sfiziosi e golosi. Stappate le birre gelate, si mangia con le mani al “Tutti Fritti Party”!