Nel cuore della Tuscia viterbese a circa 80 km da Roma, la Città dei Papi, si trova uno dei bacini termali più grandi d’Italia. Il luogo ideale se siete alla ricerca di un po’ di relax!

Parliamo di una zona molto ricca di vasche che si caratterizza per la presenza di zone libere davvero suggestive da frequentare tutto l’anno per le elevate temperature delle acque. Pensate che possono raggiungere i 65 gradi!

A 2.5 km da Viterbo troverete le Piscine Carletti, una zona gratuita le cui acque raggiungono la temperatura di 58°, che non dispongono di illuminazione notturna ne di servizi, meta di molti turisti e locali.

Tra la strada Martana e la Strada Castiglione a 8 km dal capoluogo della Tuscia si trovano le sorgenti termali del Bagnaccio. Anch’esse gratuite ma soggette al controllo da parte di un’associazione che richiede una tessera per l’ingresso; i possessori di tale tessera potranno usufruire dei servizi igienici e del parcheggio. La tessera associativa non è obbligatoria e non preclude l’accesso all’area. Sono presenti varie sorgenti con temperature delle acque che oscillano dai 23 ai 65 gradi.

Lungo la Strada Bulicame si trova la Sorgente termale del Bulicame, una sorgente con due vasche ad ingresso gratuito che non presenta servizi. Il parcheggio a disposizione è piccolo e non custodito.

L’ultima zona termale ad ingresso gratuito che vi consigliamo sono le Terme delle Masse di San Sisto lungo la Cassia Sud in località Paliano si trovano due vasche, una con acqua calda ed una con acqua a 18°. In questa zona troverete servizi igienici, un giardino e delle cabine per cambiarsi. Eccezion fatta per alcuni periodi in cui le vasche devono essere pulite è possibile fare il bagno anche di notte!

 

Social share
INFO UTILI
sito web Terme dei Papi
sito web Terme Salus
sito web Terme di Orte

SCOPRI ANCHE

12 Passeggiate tra 7 fiori in fiore nel Lazio

È tempo di vivere la natura in fiore in 12 passeggiate dalle mille sfumature di colori di 7 fiori in fiore nel Lazio, dalla Primavera fino all’Estate!

La Primavera e i colori dello sport in Sabina

Scopriamo con lo sport l’arcobaleno di colori a Primavera in Sabina, dall’azzurro dei cieli al blu delle acque, dal verde dei monti al rosso dei tramonti.

I luoghi “fuori luogo” nel Lazio

In questi luoghi “fuori luogo” è accaduto qualcosa d’inatteso per mano dell’uomo, della natura o del fato che ha cambiato la storia del borgo nel Lazio.

Roma sottosopra tra labirinti, cave e laghetti

Benvenuti nella Roma sottosopra, 3 luoghi sotterranei tra labirinti, cave, grotte e laghetti. Dove? Al Celio, a Monteverde e sotto il Parco dell’Appia Antica.

Viaggio nel Giardino di Ninfa. Benvenuti in Paradiso

Alberi secolari, fiori variopinti, antiche rovine, giochi d’acqua. Il Giardino di Ninfa è un’opera d’arte vivente, scoprirla è un’esperienza che accende i sensi

Il Menù di San Giuseppe alla Festa del Papà

Per la Festa del Papà abbiamo in serbo una sorpresa. Non solo i bignè ma un intero Menù di San Giuseppe alla scoperta delle tradizioni culinarie del Lazio.