Con l’arrivo della stagione invernale, si sa, la montagna si riempie di un fascino davvero unico.

Cime innevate, ci fanno venire una gran voglia di salire in quota: aria pura, neve, panorami mozzafiato, per poi rifocillarsi. insieme agli amici, seduti davanti ad una tazza di cioccolata calda fumante.

Niente di meglio di un bel fine settimana passato in montagna, sulle piste da sci del Terminillo, storica stazione sciistica italiana, con una skyarea che si sviluppa tra il Terminilluccio e il Terminilletto, a quote che variano tra i 1600 e i 2100 metri, dove i maestri delle Scuole Sci insegnano con passione e professionalità a sciare davvero a tutti.

Lo sci di fondo può essere intrapreso   iniziando dal centro di Pian De Valli dove una pista battuta che si inoltra tra i faggi per circa 3 chilometri, conduce al pianoro di “Cinque Confini”.Da qui, partono molti anelli: “Cinque Confini” (3,5 chilometri, azzurra), “Fonte Porcini” (4,7 chilometri, rossa), “Galoppatoio” (9 chilometri, rossa/nera) e diversi raccordi tra di essi.

Diverse sono le possibilità per uno scialpinismo divertente e di soddisfazione, con itinerari interessanti, facili o impegnativi, alcuni sorprendenti!

Il Monte Terminillo è ideale anche per trascorrere una giornata da alpinisti, principianti inclusi, offrendo docili pendii, uniformi e non troppo lunghi. Una giornata con Guida Alpina certificata UIAGM, per innamorarsi di questo sport, che è soprattutto uno stile di vita. Si inizia a prendere confidenza con quelle che sono le tecniche di salita con ramponi e piccozza in ambiente invernale.

Per i meno temerari tante sono le possibilità di passeggiare sulla neve con le ciaspole scegliendo tra molteplici e suggestivi itinerari. Uno di questi porta alla scoperta di una delle zone più belle del massiccio del Terminillo: attraversando faggete innevate e altopiani si raggiunge una terrazza panoramica con una vista mozzafiato sul monte Giano, sul monte Velino e sul monte Navegna; passando lungo le antiche fonti di Acquevalli, Tricaioli e Porcini. Non da meno è il percorso che porta al Monte Cardito dove ammirare un incantevole e romantico tramonto prima di ritornare in paese per una cena con i prodotti tipici della Sabina. Per i meno allenati con una facile escursione, costeggiando le pareti calcaree del massiccio, si raggiunge il rifugio Sebastiani e “Jaccio crudele”, con un eccezionale ed unico panorama sui monti della Laga ed il gruppo del Gran Sasso.

Una giornata in slittino o con il bob è un’ottima alternativa per trascorrere del tempo in famiglia e il modo ideale per combinare una piacevole passeggiata sulla neve ad una divertente attività che fa tornare tutti un pò bambini…

Divertimento assicurato anche con le escursioni in quad o facendo percorsi sulla neve con le ebike, avventure ad alta quota che regalano emozioni che porterete con voi per molto tempo.

https://www.visitterminillo.it/
https://www.visitlazio.com/terminillo/

INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

I 2 finalisti nel Lazio per la Capitale della Cultura 2025

Sono Roccasecca, in provincia di Frosinone, e Bagnoregio, in...

La Giornata della Memoria nel Lazio

Esistono dei luoghi-testimonianza nel Lazio che raccontano il senso...

Roma, Caput Mundi in cucina

Il Travellers' Choice Best of the Best premia nel 2023 Roma, prima...

C’era una volta il Borgo di Farfa e le sue botteghe

Nel cuore dell'antica terra Sabina, ai piedi del Monte Acuziano, in...