La trippa un tempo era la parte del bovino che veniva scartata perché poco apprezzata; veniva pulita in casa con acqua bollente e raschiata con una spazzola. Lavoro lungo e poco amato dalle casalinghe che sfregavano ore per togliere tutti i residui di sporco e per sbiancarla il più possibile.

Per questo piatto occorrono 1 kg di trippa (oggi si trova già pulita), sedano, carota, menta romana, cipolla, passata di pomodoro, ½ bicchiere di vino, una noce di burro, olio extravergine di oliva, peperoncino, pecorino romano e la buccia di un limone non trattato.

Per la preparazione bisogna lessare la trippa e una volta cotta tagliarla a listarelle. In un tegame si soffriggono con l’olio extravergine di oliva e una noce di burro la cipolla e la carota tagliate a pezzettini; a questo punto si aggiunge la trippa e la buccia di un limone non trattato, poi si sfuma con il vino fintanto che non sia evaporato.

Togliere ora la buccia di limone, aggiungere il pomodoro, il peperoncino, la menta ed il sale. Continuare la cottura per circa 20 minuti.
A cottura ultimata una spolverata abbondante di pecorino ed il piatto è pronto!

 

Social share
INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

Lazio, terra di Patrimonio Mondiale dell’UNESCO

Nel Lazio sono 9 i riconoscimenti inclusi nelle liste materiali e immateriali dell’UNESCO. Eredità di eccezionale valore universale per il mondo intero.

12 Passeggiate tra 7 fiori in fiore nel Lazio

È tempo di vivere la natura in fiore in 12 passeggiate dalle mille sfumature di colori di 7 fiori in fiore nel Lazio, dalla Primavera fino all’Estate!

La Primavera e i colori dello sport in Sabina

Scopriamo con lo sport l’arcobaleno di colori a Primavera in Sabina, dall’azzurro dei cieli al blu delle acque, dal verde dei monti al rosso dei tramonti.

I luoghi “fuori luogo” nel Lazio

In questi luoghi “fuori luogo” è accaduto qualcosa d’inatteso per mano dell’uomo, della natura o del fato che ha cambiato la storia del borgo nel Lazio.

Roma sottosopra tra labirinti, cave e laghetti

Benvenuti nella Roma sottosopra, 3 luoghi sotterranei tra labirinti, cave, grotte e laghetti. Dove? Al Celio, a Monteverde e sotto il Parco dell’Appia Antica.

Viaggio nel Giardino di Ninfa. Benvenuti in Paradiso

Alberi secolari, fiori variopinti, antiche rovine, giochi d’acqua. Il Giardino di Ninfa è un’opera d’arte vivente, scoprirla è un’esperienza che accende i sensi

Il Menù di San Giuseppe alla Festa del Papà

Per la Festa del Papà abbiamo in serbo una sorpresa. Non solo i bignè ma un intero Menù di San Giuseppe alla scoperta delle tradizioni culinarie del Lazio.