La zona di produzione dei vini D.O.C. «Vignanello» è tutta compresa nei territori dei comuni di: Vignanello, Vasanello, Bassano in Teverina, Corchiano e parte dei territori di Soriano nel Cimino, Fabrica di Roma e Gallese.

Si tratta di un comprensorio ristretto e particolare, interamente compreso nella provincia di Viterbo, la cui produzione è proporzionale alla disponibilità dei campi che rispondono ai requisiti stabiliti dal disciplinare per la produzione dei seguenti tipi di vino:

Vignanello bianco;

Vignanello bianco superiore;

Vignanello bianco vendemmia tardiva;

Vignanello greco o Greco di Vignanello;

Vignanello greco spumante o Greco di Vignanello spumante;

Vignanello greco vendemmia tardiva o greco vendemmia tardiva di Vignanello;

Vignanello rosso, anche nella versione novello;

Vignanello rosso riserva

Il vino in questo territorio si produceva già al tempo degli Etruschi che favorirono lo sviluppo di questa attività e ne implementarono le conoscenze tecniche, facilitati dai contatti commerciali che questo popolo aveva in tutto il Mediterraneo. Con i Romani aumentò ulteriormente l’interesse produttivo del vino e si ebbe una estensione delle coltivazioni.

Nel corso dei secoli è stata mantenuta la tradizione produttiva e qualitativa dei vigneti per arrivare ad oggi al prestigioso traguardo della Denominazione di Origine Controllata.

I vini «Vignanello» devono essere ottenuti esclusivamente mediante vinificazione delle uve provenienti dalla zona di produzione ed i vitigni di seguito elencati:

Trebbiano toscano e/o Trebbiano giallo

Malvasia bianca di Candia e/o Malvasia del Chianti

Sangiovese

Ciliegiolo

Greco

Il titolo alcolometrico dei bianchi sono:

Vignanello bianco 10,50% vol:

Vignanello bianco Superiore 11,50% vol;

Vignanello bianco Vendemmia Tardiva 15,00% vol di cui almeno 12,00% effettivi;

Vignanello rosso (anche nella versione novello) 11,00% vol;

Vignanello rosso riserva 12,00% vol;

Vignanello Greco 11,50% vol;

Vignanello Greco spumante 11,00% vol;

Vignanello Greco Vendemmia Tardiva 15,00% vol di cui almeno 12,00% vol effettivi;

In commercio e nei ristoranti si potranno trovare le seguenti denominazione di origine controllata: Vignanello bianco; Vignanello bianco Superiore; Vignanello bianco Vendemmia Tardiva; Vignanello rosso: Vignanello rosso riserva; Vignanello Greco; Vignanello Greco spumante; Vignanello Greco Vendemmia.

 

Social share
INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

I Pugnaloni, i quadri fioriti di Acquapendente

Nella terza domenica di maggio ad Acquapendente c’è la festa della Madonna del Fiore con la sfilata dei Pugnaloni, enormi quadri di petali di fiori e foglie.

Viaggio nel Giardino di Ninfa. Benvenuti in Paradiso

Alberi secolari, fiori variopinti, antiche rovine, giochi d’acqua. Il Giardino di Ninfa è un’opera d’arte vivente, scoprirla è un’esperienza che accende i sensi

La nuova stagione di visite all’Oasi di Ninfa

A partire dal weekend del 16 e 17 marzo 2024 riapre ufficialmente al pubblico il Giardino di Ninfa. Pubblicato sul sito dell’Oasi Naturale il Calendario 2024.

12 Passeggiate tra 7 fiori in fiore nel Lazio

È tempo di vivere la natura in fiore in 12 passeggiate dalle mille sfumature di colori di 7 fiori in fiore nel Lazio, dalla Primavera fino all’Estate!

I luoghi “fuori luogo” nel Lazio

In questi luoghi “fuori luogo” è accaduto qualcosa d’inatteso per mano dell’uomo, della natura o del fato che ha cambiato la storia del borgo nel Lazio.

Roma sottosopra tra labirinti, cave e laghetti

Benvenuti nella Roma sottosopra, 3 luoghi sotterranei tra labirinti, cave, grotte e laghetti. Dove? Al Celio, a Monteverde e sotto il Parco dell’Appia Antica.