La “Cavendish Road” è un sentiero della memoria bellica che da Caira, frazione di Cassino, arriva fino alla millenaria Abbazia di Montecassino dopo aver percorso circa 6,5  km in un suggestivo percorso tra storia e natura.

La difficoltà è medio bassa con tratti battuti ed altri sterrati. Il percorso nel periodo post bellico venne peregrinata dalle donne di Caira che si recavano sul Sacro Monte per svolgere i lavori di manovalanza con la cesta in testa per aiutare muratori e scalpellini nella ricostruzione del Monastero.

Un tracciato ricco di storia, immerso nella natura, offre comunque un panorama straordinario sulla media valle del Monte Cairo alle spalle di Montecassino, attraversando una vegetazione davvero unica nel suo insieme dove ogni roccia, altura o spelonca ha storie da raccontare, dove il silenzio oggi regna e dove ieri il rumore dei cingolati, le bombe, gli spari e la guerra hanno segnato profondamente il percorso stesso.

Dal 2013 l’AssociazioneCassino città per la pace” in accordo con “Albaneta Tenuta di Montecassino” propone l’annuale valorizzazione del percorso della memoria per far conoscere ai tanti cittadini di Cassino e delle zone limitrofe, la storia del territorio, le tradizioni che vanno scomparendo, per proiettare le giovani generazioni in un mondo ricco di pace e di memoria visiva non soltanto studiata sui libri di scuola.

L’evento 2019 si preannuncia ricco e carico di incanto. Un’edizione aggiornata e rivista grazie all’opera di tanti volontari e Associazioni culturali locali che in un grande gioco di squadra ogni anno aiutano l’organizzazione a rendere la manifestazione più suggestiva possibile.

Inoltre durante la passeggiata sarà possibile imbattersi in scene rievocative con comparse militari in uniforme originale d’epoca che aiuteranno a rendere più realista la giornata della memoria.

Per l’occasione infatti parteciperanno i soci dell’AssociazioneNoi soldati al fronte 43/45” che dal 2013 portano avanti con passione ed interesse tutto ciò che riguarda la storia ed uniformologia sui fatti d’arme che si sono susseguiti dal 1943/45 in Italia ed Europa. Così come i responsabili del “Il Museo Winterline di Venafro” che racchiude al proprio interno non solo la semplice “raccolta di oggetti” ma con l’allestimento interno rappresenta un vero e proprio viaggio nel tempo e nei luoghi della seconda guerra mondiale a Venafro e dintorni, dalle Mainarde al cassinate. Saranno presenti anche i componenti dell’Associazione “36th div Texas Reenactment Napoli” che nasce a Napoli nel 2014 per rievocare un’unità di fanti americani della 36th divisione di fanteria, che durante la Seconda Guerra Mondiale, sbarcando a Paestum (Salerno) il 9 settembre del 1943, risalirono la penisola passando da Napoli, Cassino, Roma, fino in Toscana, per poi salpare nell’agosto del 1944 per il sud della Francia.

La passeggiata permette di raggiungere il pianoro dell’Albaneta, l’obelisco, il cimitero polacco, fino al punto di arrivo dell’edizione 2019 ovvero all’interno dello spazio della casa di Sant’Antonio Abate alle porte del Monastero di Montecassino dove sarà possibile svolgere la pausa pranzo con servizi igienici, tavoli e sedie per un momento conviviale.

Qui per gli amanti della filatelia e non solo è possibile ottenere l’annullo filatelico e la cartolina postale dedicata all’iniziativa a cura di Poste Italiane che ha ritenuto d’interesse la manifestazione.

Le Associazioni culturali cittadine “Battaglia di Cassino” e il “Centro di Documentazione e Studi Cassinati Onlus”, lungo il percorso illustreranno con cenni storici l’importanza della Cavendish Road durante le Battaglie di Cassino.

Inoltre l’edizione 2019 vedrà, con orgoglio e commozione, la partecipazione dell’Ambasciatore della Polonia in Italia S.E. Anna Maria Anders, figlia del Generale Anders comandante del 2° Corpo d’Armata Polacco. I militari polacchi percorsero proprio la Cavendish Road (ideata dai genieri neozelandesi) per la liberazione di Montecassino e dove in tanti persero la vita.

L’evento della Cavendish Road ha ricevuto il prestigioso riconoscimento e il patrocinio dell’Agenzia Italiana del Turismo (ENIT) e della Regione Lazio con il logo VISITLAZIO e la partecipazione del Presidente del Consiglio Regionale del Lazio On.le Mauro Buschini, a dimostrazione che iniziative che portano e parlano di turismo vanno incoraggiate e sostenute nella propria complessità.

Insomma si preannuncia un grande evento, una grande manifestazione ricca di storia, suggestioni, impegno e passione. Ci vediamo nel luogo della partenza.

Ultime due cose importanti:
1. chi non potrà partecipare alla passeggiata può raggiungere familiari o congiunti al momento dell’arrivo cosi si pranza tutti insieme tra pranzo al sacco e qualche piatto preparato dai “cucinieri di Caira”;
2. per il ritorno i “meno atletici” potranno usufruire della navetta che riporterà i partecipanti nel luogo della partenza.

Insomma abbiamo descritto ogni cosa, manchi solo tu.
A proposito ma tu partecipi? Dillo anche ad amici e parenti intanto prepara scarpe adatte, bastoncini, zaino con all’interno “pane e fritatta”, un po’ di vino rosso… e si parte.

Per necessità prettamente organizzative è gradita una conferma di partecipazione rivolgendosi a:
Marino Fardelli cell. +39 333 9659563 con messaggio whatsapp oppure via mail marinofardelli@hotmail.it

Appuntamento 29 settembre ale ore 8.00, località Monacato di Caira.

INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

“Ho visto un posto che mi piace, si chiama Monte Gorzano”

Con le parole di una famosa canzone vogliamo raccontarvi la nostra escursione sulla montagna più alta del Lazio, il Monte Gorzano 2458 mt s.l.m.. Partiti di buon mattino, ci dirigiamo verso Amatrice, ridente località bagnata dal fiume Tronto e circondata da oltre...

A Ronciglione, la Corsa a Vuoto al Palio di San Bartolomeo

Torna a Ronciglione la tradizionale Corsa a Vuoto al Palio di San Bartolomeo, sabato 20 e domenica 21 agosto. La Corsa dei Cavalli a Vuoto, o Corsa dei Barberi, è una rievocazione storica unica nel suo genere, un gioco forse d’origine greco-romana e sicuramente molto...

Immersi nella natura, alla scoperta dei monti Prenestini

C’è un territorio capace di sorprendere con itinerari suggestivi e talvolta selvaggi, immersi in luoghi tutti da scoprire: i monti Prenestini. Lontano dal caldo e dai rumori della vita cittadina Guadagnolo, il centro abitato più alto del Lazio, sorge in cima...

Gaeta, un luogo indimenticabile

Gaeta con il suo golfo, simbolo della Riviera di Ulisse, è un luogo indimenticabile per vivere un’emozione unica, irrepetibile e fuggire dall’afa cittadina. Partiti di buon mattino ci dirigiamo con l’auto nella città delle cento chiese, le cui origini si perdono nella...

Rocca di Cave, tra scogliera corallina, dinosauri e cosmo

Nel grazioso borgo arroccato di Rocca di Cave è possibile vivere un emozionante escursione, un tuffo nel passato che permetterà di scoprire la millenaria storia del territorio. Nel 2016 proprio in questi luoghi, sui Monti Prenestini, è stato ritrovato il dinosauro,...

Le meraviglie da scoprire tra Nepi e Castel Sant’Elia

Conoscete l’Alta Tuscia? Oggi vi portiamo da Nepi a Castel Sant’Elia alla scoperta di alcune meraviglie che non ti aspetti, nascoste in pochi chilometri. Siamo a Nepi, uno dei punti di accesso all’antica Etruria affacciato da uno sperone di tufo, una peculiarità...

Il Lago del Salto tra fiordi, borghi e mistero

Il Lago del Salto è il più grande bacino artificiale del Lazio, prende il nome dalla valle del Salto dove è stato creato con lo sbarramento dell’omonimo fiume. Il suo aspetto estremamente selvaggio, a tratti anche ruvido, lo rende unico e affascinante. I suoi fiordi,...

Un weekend in bicicletta a Rieti

Rieti, nella piana reatina con le sue colline verdi, la natura incontaminata e le sue maestose montagne che la circondano, è il luogo ideale per trascorrere un weekend all’insegna di rilassanti passeggiate in bicicletta, come cantava Cocciante, magari con tutta la...

Un viaggio lungo le rive dei fiumi del Lazio

Cosa c’è di meglio di chiare e fresche acque per lenire il caldo delle torride giornate estive, se non vivere un’esperienza lungo le rive di alcuni dei più importanti fiumi del Lazio? A soli 50 km da Roma le Gole del Farfa, vero paradiso per gli amanti del canyoning,...

Ventotene… l’isola che non ti aspetti

Vogliamo raccontarvi il nostro fine settimana nell’Isola di Ventotene tra mare, storia, cultura e tanto buon cibo. Imbarcati sul traghetto e giunti alla vista dell’inconfondibile isola dalle tante case colorate, non possiamo non rimanere affascinati alla visione...