A rendere “speciale” questo asparago è il colore verde brillante e  l’assenza della parte legnosa, che in genere si scarta, da cui deriva anche il nome di asparago ‘mangiatutto’.

Prodotto esclusivamente a Canino, Montalto di Castro e Tarquinia, l’ortaggio nel 2023 è stato iscritto nel registro delle Indicazioni Geografiche Protette (IGP) con la denominazione “Asparago verde di Canino” .

Davvero curioso pensare che questa prelibatezza abbia una storia recentissima: solo tra il 1975 e il 1980 è iniziata la sua coltivazione, con l’intento di creare un prodotto per la surgelazione, da una industria del settore.

Ma il clima e il modo di coltivare ha dato risultati così positivi da indurre gli agricoltori locali a continuarne la produzione, ottenendo un raccolto enorme e di ottima qualità.

Per assaggiare questo delizioso ortaggio, vi diamo appuntamento con la Sagra dell’Asparago Verde di Canino, che si tiene il 25 aprile di ogni anno o a ridosso di questa data, per utilizzare al meglio le festività del periodo

La tradizionale frittata da record è ormai consuetudine: con una padella di 2 metri di diametro e tre metri di manico, quattro pale e quattro cuochi per cucinare la frittata di oltre 1500 uova delle aziende locali e quasi 120 kg di asparagi, cucinati con l’olio EVO Canino DOP, dei rinomati mulini sociali.

Non resta che programmare una gustosa visita in quest’area tra Viterbo e il mare.

Social share
INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

Quando Bonaparte fu il Principe di Canino

Ecco la storia narrata dai luoghi che 200 anni fa entrarono nella vita di Luciano Bonaparte, fratello di Napoleone e Principe di Canino dal 1814 per 20 anni.

4 storie d’Amore soprannaturale nel Lazio

Parliamo d’Amore con la A maiuscola! Passeggiamo nel Lazio in 4 luoghi che raccontano storie d’Amore soprannaturale. Scopriteli con noi. Andateci con chi amate!

La nuova stagione di visite all’Oasi di Ninfa

A partire dal weekend del 16 e 17 marzo 2024 riapre ufficialmente al pubblico il Giardino di Ninfa. Pubblicato sul sito dell’Oasi Naturale il Calendario 2024.