Farina, lievito di birra, zucchero, olio di semi di girasole, sale, uova, patate e limone. Uniamo tutto questo e otteniamo le strepitose zeppole o bignè di San Giuseppe per festeggiare con gusto il vostro papà il 19 marzo. Scopriamo perché si festeggia con questo dolce nel Lazio.

Secondo la credenza popolare, infatti, il 19 marzo coincide con la data di morte di San Giuseppe, padre putativo di Gesù considerato simbolo della figura paterna.

In Italia la Festa del Papà è stata istituita nel 1968. Alcuni studiosi ritengono che le radici della Festa del Papà siano in realtà ben più profonde e legate alla tradizione romana. Il 19 marzo di ogni anno, infatti, i romani festeggiavano le Baccanali, una sorta di banchetti per i più poveri. In ricordo della fuga di San Giuseppe dall’Egitto, dunque, le donne preparavano dei banchetti a base di frittelle, pane e zeppole.

Secoli or sono che si festeggia in tavola Il 19 marzo. Nel Lazio siamo dei veri “atleti” dei fornelli quando si tratta di frigger e, l’olio cade a go-go e la crema sgorga dall’interno!

C’è chi nelle zeppole e bignè di pasta choux mette cioccolata, pistacchio, nocciole. C’è chi le prepara in varie taglie: piccola, media e grande per appetiti forti!

A Roma la festa di San Giuseppe è da sempre molto sentita. Dal medioevo in poi, la Confraternita dei Falegnami finanziava e organizzava i festeggiamenti del Santo in cui le strade erano gremite di banchetti carichi di bignè fritti. Il cuore delle celebrazioni era all’interno e all’esterno della chiesa di San Giuseppe dei Falegnami, a pochi passi dai Fori Imperiali. Da qui il nomignolo di “San Giuseppe frittellaro”, a cui fu dedicata addirittura una preghiera.

Social share
INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

Lazio, terra di Patrimonio Mondiale dell’UNESCO

Nel Lazio sono 9 i riconoscimenti inclusi nelle liste materiali e immateriali dell’UNESCO. Eredità di eccezionale valore universale per il mondo intero.

12 Passeggiate tra 7 fiori in fiore nel Lazio

È tempo di vivere la natura in fiore in 12 passeggiate dalle mille sfumature di colori di 7 fiori in fiore nel Lazio, dalla Primavera fino all’Estate!

La Primavera e i colori dello sport in Sabina

Scopriamo con lo sport l’arcobaleno di colori a Primavera in Sabina, dall’azzurro dei cieli al blu delle acque, dal verde dei monti al rosso dei tramonti.

I luoghi “fuori luogo” nel Lazio

In questi luoghi “fuori luogo” è accaduto qualcosa d’inatteso per mano dell’uomo, della natura o del fato che ha cambiato la storia del borgo nel Lazio.

Roma sottosopra tra labirinti, cave e laghetti

Benvenuti nella Roma sottosopra, 3 luoghi sotterranei tra labirinti, cave, grotte e laghetti. Dove? Al Celio, a Monteverde e sotto il Parco dell’Appia Antica.

Viaggio nel Giardino di Ninfa. Benvenuti in Paradiso

Alberi secolari, fiori variopinti, antiche rovine, giochi d’acqua. Il Giardino di Ninfa è un’opera d’arte vivente, scoprirla è un’esperienza che accende i sensi

Il Menù di San Giuseppe alla Festa del Papà

Per la Festa del Papà abbiamo in serbo una sorpresa. Non solo i bignè ma un intero Menù di San Giuseppe alla scoperta delle tradizioni culinarie del Lazio.