Chi come me ha vissuto la propria infanzia nei mitici anni ’70 ricorderà certamente il binomio perfetto di ogni fine anno scolastico: vacanze = mare!
Sì, perché in ogni famiglia media italiana di quel periodo, il fuori porta “marino” o per i più fortunati l’intera settimana rivierasca, erano le mete estive più ambite e gettonate. Come dimenticare la “ciambella” salvagente, l’ombrellone a righe, la ghiacciaia portatile ed il mitico set da pic-nic chiudibile con seggioline, tavolo e finta dama impressa sul ripiano? Sono ricordi indelebili che ormai fanno parte del nostro costume e perché no, della nostra storia.

Oggi le cose sono decisamente cambiate non solo perché è più comodo consumare un panino nel ristoro della spiaggia ma soprattutto perché è il concetto di “villeggiatura” ad essere modificato; con il sorgere di un turismo slow ed esperienziale le richieste dei fruitori si sono decisamente rivolte verso mete che possono unire cultura, buon cibo e soprattutto tanto, tanto relax.

Lago di Bolsena

Lago di Bolsena

Ecco allora prediligere le aree lacustri dove prevalgono paesaggi incantevoli e scorci mozzafiato, dovuti alla straordinaria ricchezza degli ecosistemi che si sono formati nel corso di millenni e al grande sviluppo di diverse specie animali e vegetali presenti lungo il loro bacino lacuale: è un microcosmo di emozioni da esplorare, seguendo il proprio istinto e le proprie passioni, assaporando, suoni, profumi e sapori.

In particolare la Tuscia ospita alcuni dei laghi vulcanici più grandi presenti nella nostra regione. Sarebbe pertanto un peccato se con il protrarsi dell’estate non approfittassimo di questa occasione per andare alla ricerca di un posto tranquillo dove poter prendere il sole, fare un giro in barca, ristorarci in acque cristalline o magari, perché no, goderci semplicemente un aperitivo al tramonto cullati dal lento e armonico sciabordio delle acque.

Immergiamoci allora in questo suggestivo universo “acquatico”, alla scoperta di luoghi incantati e ombreggiati come il Lago di Bolsena, il più grande d’Europa, formatosi da una caldera, che riempiendosi progressivamente di acque meteoriche, di falda e sorgive, ha dato vita alla conca lacuale di cui noi oggi godiamo il meraviglioso spettacolo.

Lago di Bolsena

Lago di Bolsena – Marta

Costeggiato da suggestivi borghi ed arricchito dalle sue inconfondibili e lussureggianti isolette della Bisentina e della Martana, il bacino attualmente conta un flusso turistico decisamente importante: a farla da padroni in queste zone, se così si può dire, non è solo il turista nazionale ma soprattutto tedeschi e olandesi innamorati da sempre della bella Italia così come delle storie, dei miti, della natura e della cucina che le appartengono.

Riprendiamo la via e salendo gradualmente verso i Monti Cimini ci tuffiamo idealmente, nelle acque del Lago di Vico meta perfetta per l’osservazione naturalistica, nonché habitat eccellente per l’avifauna migratoria, così come il Lago di Mezzano, nel comune di Valentano, pregevole sito archeologico e ambientale.

Lago di Mezzano

Lago di Mezzano

All’interno della Riserva naturale del lago è presente un ampio spazio dedicato allo sport con tutte le attrezzature necessarie per gli allenamenti, una zona ristoro con tavoli, panche e cestoni per i rifiuti. Splendidi gli scorci panoramici lungo il suo crinale da cui si raggiungono le località di Ronciglione e Nepi per poi proseguire fino al limite estremo della provincia viterbese con il borgo di Monterosi dove ad attenderci c’è l’omonimo bacino conosciuto nell’antichità col nome di Janula, risalente probabilmente dal nome romano di Giano; con un diametro di appena seicento metri ed una profondità di sette è un lago di grande interesse geologico e naturalistico per le numerose piante acquatiche come la ninfea e la presenza di molti uccelli di palude.

Lago di Vico

Lago di Vico

Beh a questo punto non c’è che l’imbarazzo della scelta e per chi volesse approfittare di un soggiorno più lungo dell’intera giornata, potrebbe usufruire della promozione “Più notti, più sogni” con cui, prenotando tra le strutture presenti in questo link, la Regione Lazio offre una notte in più su tre riservate e due se la prenotazione è di cinque giorni.
Buon relax!

INFORMAZIONI

Facebook: Lago di Bolsena
Facebook: Lago di Vico
Facebook: Lago di Mezzano
Sito Web: www. comune.monterosi.vt.it

Social share
INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

Quando Bonaparte fu il Principe di Canino

Ecco la storia narrata dai luoghi che 200 anni fa entrarono nella vita di Luciano Bonaparte, fratello di Napoleone e Principe di Canino dal 1814 per 20 anni.

10 Bandiere Verdi nel Lazio top per famiglie

Scopriamo dove sventolano nel 2024 le 10 Bandiere Verdi nel Lazio, le 10 spiagge eccellenti per le famiglie per il mare pulito e i servizi a misura di bambino.

Un salto alle Cascate di Monte Gelato

Nella Valle del Treja c’è una meta ideale per ricaricarvi di energia positiva tra i boschi rigogliosi vicino a Mazzano Romano: le Cascate di Monte Gelato.

4 storie d’Amore soprannaturale nel Lazio

Parliamo d’Amore con la A maiuscola! Passeggiamo nel Lazio in 4 luoghi che raccontano storie d’Amore soprannaturale. Scopriteli con noi. Andateci con chi amate!

I segreti sotterranei nei Connutti a Vignanello

Andiamo alla scoperta dei segreti sotterranei nei Connutti di Vignanello, gli straordinari spazi ipogei recuperati e resi fruibili con le visite guidate.

Le fonti di ristoro da Fiuggi a Collepardo

Dalle terme di Bonifacio al lago di Canterno, andiamo alla scoperta dell’acqua inseguendo la B Gialla in Ciociaria per il ristoro del corpo e dell’anima.

Silent Walking nel Lazio tra le Big Bench

Sentitevi minuscoli e meravigliatevi sulle 10 Panchine Giganti nel Lazio. Il silent walking è forse il modo migliore, una passeggiata solitaria e silenziosa.

La Primavera e i colori dello sport in Sabina

Scopriamo con lo sport l’arcobaleno di colori a Primavera in Sabina, dall’azzurro dei cieli al blu delle acque, dal verde dei monti al rosso dei tramonti.

12 Passeggiate tra 7 fiori in fiore nel Lazio

È tempo di vivere la natura in fiore in 12 passeggiate dalle mille sfumature di colori di 7 fiori in fiore nel Lazio, dalla Primavera fino all’Estate!

Roma sottosopra tra labirinti, cave e laghetti

Benvenuti nella Roma sottosopra, 3 luoghi sotterranei tra labirinti, cave, grotte e laghetti. Dove? Al Celio, a Monteverde e sotto il Parco dell’Appia Antica.