Dalla raccolta delle ciliegie, alle passeggiate lungo lago. Dai tramonti romantici ai risvegli energici. Siamo nel Lazio, dove il relax regna in molti luoghi.

Il sole riscalda la terra delle campagne redendo rigogliosi i propri frutti ed è proprio in questo periodo dell’anno che potrete approfittare, facendo una passeggiata nella campagna Sabina, tra Poggio Nativo e Frasso, dell’esperienza della raccolta del frutto più rosso e succulento della primavera: la ciliegia!

Prendete una scala. Tenetela ben ferma nel terreno. Salite lentamente in pioli. Le vedete lì davanti ai vostri occhi, ma attenzione, non tutte le ciliegie vanno raccolte. Devono essere sode e rosse. Vanno tirate via con estrema delicatezza per non spezzare il ramo al quale sono legate. Tra pochi giorni, quando il caldo aumenterà, e le ciliegie matureranno più in fretta, saranno il pasto più desiderato degli uccellini. I contadini, sono infatti, soliti dire che le ciliegie più buone sono quelle già “beccate”.

Saliamo verso Rieti, raggiungiamo Rivodutri. Siamo quasi ai confini con la regione e nonostante il caldo che caratterizza questo periodo dell’anno, da queste parti, verso il tramonto, un giacchino non è mai troppo.

Superate il centro storico del paese, salite più in alto. Arrivare a Cepparo, una piccola frazione nel cuore della Valle Santa. Qui c’è una chiesetta, prima del 2000 era un ricovero attrezzi per i pastori del luogo. Davanti ad essa, una staccionata vi consentirà di appoggiarvi e ammirare un tramonto spettacolare incorniciato dalla verde valle. Fate silenzio, perchè se sarete fortunati, avrete la possibilità di vedere il pascolo di mucche e pecore, ve ne accorgerete ancor prima che siano davanti ai vostri occhi, perchè udirete il tintinnare dei loro campanelli.

Poco più a valle, c’è il celebre Faggio di San Francesco.

Catapultiamoci tra i Castelli Romani. Mettetevi comodi. Scarpe da ginnastica e tuta. Passeggiamo lungo il Lago di Nemi. Energia, tranquillità, relax. Sono queste le sensazioni che proverete. Lo spettacolo meraviglioso che il lago offre vi “rimetterà al mondo”. Nemi, a pochi passi da Roma, è la metà giusta per fuggire dalla città e rilassarvi con il vostro amato. L’alba da queste parti ha un qualcosa di magico. È un’iniezione di sprint. Svegliati presto, quando il sole sta sorgendo, l’energia della natura vi entusiasmerà!

Tantissimi sono i luoghi della nostra regione in cui potersi dedicare un momento di relax. Ve ne abbiamo suggeriti alcuni.

INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

C’era una volta il Borgo di Farfa e le sue botteghe

Nel cuore dell'antica terra Sabina, ai piedi del Monte Acuziano, in un'atmosfera mistica, immerso una natura selvaggia, troviamo Farfa, due sillabe, un piccolo borgo, un grande nome che le viene dal fiume che scorre vicino, il Farfarus di Ovidio, il Fabaris di...

La bella Viterbo e la magia del suo “Villaggio di Natale”

Si immagini il grande orologio dipinto su Torre dei Priori a Viterbo, affacciato su Piazza del Plebiscito, con i suoi numeri arabi, lentamente scandire le ore, i giorni, i mesi … E’ trascorso un intero anno, 365 giorni per l’esattezza, senza che per l’aria si...

La Tuscia del Sentiero dei Briganti

Se l’Italia è “terra di santi, poeti, navigatori”, il Lazio è la patria dei briganti, uomini temuti ma anche acclamati dalla popolazione quanto disprezzati da nobili e “sbirri”. Personalità controverse, a volte indecifrabili, che sfuggendo alla legge ed eludendo le...

Picinisco la nuova Bandiera Arancione tutta da scoprire

Adagiato sul monte Meta, nel versante laziale del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, circondato da faggi, castagneti e boschi di querce, Picinisco da oggi offre un motivo in più per essere visitato. Il piccolo borgo della Valle di Comino ha avuto il...

Autunno. È tempo di foliage

Ad ottobre per gli amanti della natura e della fotografia inizia uno dei periodi più magici. Le foglie degli alberi cambiano colore, i boschi assumono una nuova veste con intonazioni cromatiche che vanno dall'arancione dorato al rosso intenso, l’aria è più fresca e i...

Immersi nei laghi del Lazio

Negli ultimi anni il sorgere di un turismo slow ed esperienziale ha prodotto un cambiamento nel concetto stesso di viaggio, rivolto ora verso destinazioni ricche di cultura, buon cibo e soprattutto tanto, tanto relax. Ecco allora prediligere i laghi del Lazio dove...

Le calde sfumature della Sabina

In autunno, quando la natura si tinge delle mille sfumature calde che vanno dal rosso, al giallo, al marrone, tanti prodotti tipici stagionali appaiono sulle tavole dei borghi reatini e spesso vengono celebrati in famose sagre. Il borgo dove si incontrano il Cammino...

Percile il piccolo borgo tra boschi e radure dei Monti Lucretili

Una meta ideale per le tiepide giornate autunnali è il piccolissimo borgo di Percile, gioiello immerso tra boschi e radure del Parco dei Monti Lucretili, dove si respira ancora un’atmosfera medievale ed il tempo sembra sospeso. Pronti allora per perdersi tra vicoli,...

Castel Gandolfo: l’elegante centro storico e la passeggiata lungo il lago

Basta una giornata di sole per farci desiderare di visitare uno dei più suggestivi borghi dei Castelli Romani. Castel Gandolfo, famoso per essere la residenza estiva dei pontefici e per i suoi bellissimi giardini che ospitano i resti della Villa di Domiziano e la...

Conosci Piazza di Spagna a Roma?

Turista o romano, avrai risposto “Certo!”. Ma noi ti sveliamo due punti molto poco noti di Piazza di Spagna nel grande sito Patrimonio Mondiale dell’Unesco della Città Eterna. Forse tutti sanno che Piazza di Spagna deve il suo nome all’Ambasciata di Spagna presso la...