Museo Archeologico dell’Agro Falisco – Forte Sangallo

Il Museo archeologico dell’Agro Falisco si trova all’interno del Forte Sangallo, prestigiosa struttura militare voluta da Alessandro VI Borgia, realizzata nel 1495 da Antonio da Sangallo il Vecchio. L’opera venne poi proseguita da Antonio da Sangallo il Giovane, sotto il pontificato di Giulio II.
Il Forte fu dimora papale fino agli inizi del 1800, quando fu adattato a carcere per poi divenire, durante la seconda guerra mondiale, rifugio per gli sfollati.
Dal 1977 il Forte è sede del Museo Archeologico dell’Agro Falisco e prima della riapertura al pubblico è stato sottoposto ad un’opera di restauro molto impegnativa, volta a recuperare la struttura della rocca rinascimentale.
Il museo è articolato in nove sale, situate al piano nobile del palazzo negli ambienti utilizzati all’inizio come stanze papali e raccoglie il materiale archeologico proveniente dall’antico territorio falisco, frutto delle sistematiche campagne di scavo effettuate a partire dagli ultimi decenni dell’800.
Nel museo è documentata la produzione ceramica del centro principale del territorio, Faleri Veteres, l’odierna Civita Castellana, con reperti antichi e ceramiche del IV e III secolo a.C.
Una sezione è dedicata ai santuari della città e del territorio, con oggetti che testimoniano la presenza di diversi culti quali Apollo, Minerva, Giunone e Mercurio, presenti sin dalle fasi più antiche dello sviluppo dell’Agro Falisco. Nel museo sono custoditi reperti provenienti da altri importanti siti limitrofi quali Corchiano e Narce.

CONTATTI
Museo archeologico dell’Agro Falisco – Forte Sangallo – Via del Forte, 01033, Civita Castellana (VT)
Tel.: 0761/513735
Email: drm-laz.mucivitacastellana@cultura.gov.
Sito web: https://direzioneregionalemuseilazio.cultura.gov.it/luoghi/museo-archeologico-dellagro-falisco-forte-sangallo/
Orari: 8.30 – 19.00 (ultimo ingresso ore 18.00) dal martedì alla domenica
Giorni di chiusura: Lunedì 1 gennaio, 25 dicembre, salvo aperture straordinarie su progetto MiC.
Biglietti: Ingresso gratuito

 

 

 

Social share
INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

I Pugnaloni, i quadri fioriti di Acquapendente

Nella terza domenica di maggio ad Acquapendente c’è la festa della Madonna del Fiore con la sfilata dei Pugnaloni, enormi quadri di petali di fiori e foglie.

Viaggio nel Giardino di Ninfa. Benvenuti in Paradiso

Alberi secolari, fiori variopinti, antiche rovine, giochi d’acqua. Il Giardino di Ninfa è un’opera d’arte vivente, scoprirla è un’esperienza che accende i sensi

La nuova stagione di visite all’Oasi di Ninfa

A partire dal weekend del 16 e 17 marzo 2024 riapre ufficialmente al pubblico il Giardino di Ninfa. Pubblicato sul sito dell’Oasi Naturale il Calendario 2024.

12 Passeggiate tra 7 fiori in fiore nel Lazio

È tempo di vivere la natura in fiore in 12 passeggiate dalle mille sfumature di colori di 7 fiori in fiore nel Lazio, dalla Primavera fino all’Estate!

I luoghi “fuori luogo” nel Lazio

In questi luoghi “fuori luogo” è accaduto qualcosa d’inatteso per mano dell’uomo, della natura o del fato che ha cambiato la storia del borgo nel Lazio.

Roma sottosopra tra labirinti, cave e laghetti

Benvenuti nella Roma sottosopra, 3 luoghi sotterranei tra labirinti, cave, grotte e laghetti. Dove? Al Celio, a Monteverde e sotto il Parco dell’Appia Antica.