È un semplice prodotto dolciario a base di miele millefiori dell’Agro Pontino, farina tipo 00, olio extravergine di oliva e aroma distillato all’arancia. La Pupazza frascatana è un dolce tradizionale di Frascati, riconosciuto come Prodotto Agroalimentare Tradizionale laziale.

In origine preparata a Natale, la Pupazza Frascatana è un biscotto dalle fattezze femminili, realizzato a stampo, con 3 seni scoperti e pronunciati.
La sua storia inizia negli anni ‘60, quasi per gioco, ma nel giro di pochi anni è divenuto un vero e proprio simbolo di Frascati e dei Castelli Romani in genere. La donna rappresentata, o meglio la balia che, in passato, custodiva i bambini delle donne impegnate nella vendemmia, è una formosa castellana, con le braccia sui fianchi e le gambe incrociate, a mo’ di ballerina sulle punte. Qualcuno dice che, anticamente, i neonati della zona fossero allattati anche con il vino; altri trovano che la pupazza voglia rievocare la dea dell’abbondanza. L’unica verità certa è che i tre seni, due per il latte e uno per il vino, sottolineano il ruolo centrale del vino nei Castelli Romani.

 

Social share
INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

I Pugnaloni, i quadri fioriti di Acquapendente

Nella terza domenica di maggio ad Acquapendente c’è la festa della Madonna del Fiore con la sfilata dei Pugnaloni, enormi quadri di petali di fiori e foglie.

Viaggio nel Giardino di Ninfa. Benvenuti in Paradiso

Alberi secolari, fiori variopinti, antiche rovine, giochi d’acqua. Il Giardino di Ninfa è un’opera d’arte vivente, scoprirla è un’esperienza che accende i sensi

La nuova stagione di visite all’Oasi di Ninfa

A partire dal weekend del 16 e 17 marzo 2024 riapre ufficialmente al pubblico il Giardino di Ninfa. Pubblicato sul sito dell’Oasi Naturale il Calendario 2024.

12 Passeggiate tra 7 fiori in fiore nel Lazio

È tempo di vivere la natura in fiore in 12 passeggiate dalle mille sfumature di colori di 7 fiori in fiore nel Lazio, dalla Primavera fino all’Estate!

I luoghi “fuori luogo” nel Lazio

In questi luoghi “fuori luogo” è accaduto qualcosa d’inatteso per mano dell’uomo, della natura o del fato che ha cambiato la storia del borgo nel Lazio.

Roma sottosopra tra labirinti, cave e laghetti

Benvenuti nella Roma sottosopra, 3 luoghi sotterranei tra labirinti, cave, grotte e laghetti. Dove? Al Celio, a Monteverde e sotto il Parco dell’Appia Antica.