“Sceji tutte le stelle più brillarelle che pòi”. Nino Manfredi cantava così una Roma notturna, romanticamente illuminata dalle stelle e da “un friccico de luna tutta pe’ noi”. Ma quali sono i posti segreti nel Lazio dove guardare il cielo ammantato e sussurrare dolci promesse d’amore, soli soletti?

Per darvi “’na mano a faje di de si”, ne abbiamo trovati alcuni davvero speciali, e non siamo solo noi a dirlo! È Astronomitaly, infatti, che certifica “I cieli più belli d’Italia”, quei luoghi dove il bello arriva di notte, quando si può ammirare un cielo straordinariamente scevro dall’inquinamento luminoso, dove i protagonisti sono gli astri e voi, comodamente immersi nella natura, magari con vista lago, ai piedi di monti innevati o all’ombra di antichissimi ruderi sperduti.

Delle venti location italiane, ben quattro sono nel Lazio: Graffignano, Tolfa, Rocca Massima e Labro, l’ultimo arrivato nell’estate 2019. Preparate pollici e indici per formare il cuore e… lanciatelo tra “I cieli più belli d’Italia”!

GRAFFIGNANO VT castello Baglioni

Non fate i lumaconi melliflui, piuttosto corteggiatela sdolcinatamente… nella “città della lumaca”! Splendidamente affacciata sulla valle del Tevere dall’alto d’una rupe, Graffignano è un borgo sorto nella Tuscia tutt’intorno al Castello Baglioni. E quando arriva la notte, Astronomitaly consiglia “Il Torrino del Povile” per romanticheggiare indisturbati sotto la volta ultrastellata.

TOLFA RM

“E la luna bussò alle porte del buio”, canterebbe Loredana Berté a Tolfa, dinanzi allo spettacolo dell’astro celeste che troneggia sulla rocca Frangipane e il Santuario della Madonna della Rocca! Qui, le colline sembrano raggiungere quasi il mar Tirreno facendosi largo tra le rare orchidee selvatiche che pinticchiano la natura incontaminata. A tutti i romantici in zona, Astronomitaly suggerisce il “Casale Natura e Cavallo” per sfoggiare un “brillocco” davvero scintillante che possa almeno tentare d’avvicinarsi allo sfavillio della cupola di stelle.

Rocca Massima LT flying in the sky

Arriviamo a Rocca Massima, alziamo il volume per capirer “quanti amori conquistano il cielo, perle d’oro nell’immensità”! Le note di Renato Zero v’ispireranno nelle notti in cui, persi in infiniti abbracci, danzerete “cheek to cheek” guardando la via Lattea da “I Pascoli” e “Il Parco della Memoria”, i due siti osservativi segnalati da Astronomitaly. Di giorno, poi, perdetevi nell’azzurra immensità con il “Flying in the sky”, il volo del falco pellegrino che sorvola per oltre 2 km la Pianura Pontina, a 160 km orari!

LABRO RI torre

E se già siete riusciti a “a faje di de si”, Labro è la location perfetta per la Serenata pre-matrimoniale. Ultimo arrivato tra “I Cieli più Belli d’Italia” nel Lazio, questo minuscolo borgo medievale è tra le 20 “Città della Pietra più belle d’Italia” 2016 di Skyscanner. Una manciata di case in pietra e il “Torrione” s’affacciano sulla Valle del Fuscello e il lago di Piediluco lasciandosi avvolgere in un’atmosfera serale quasi surreale che regala scorci strabilianti al calar del sole. Con i due siti osservativi “La Valle Avanzana” e “Le Querce” e uno scarso inquinamento luminoso, il borgo di Labro è astroturisticamente al top!

Noi la nostra parte l’abbiamo fatta, ora tocca a voi andare dove “il cielo è sempre più blu”, parola di Rino Gaetano!

Labro tra I Cieli più Belli d'Italia ( ft. www.astronomitaly.com)

Labro tra I Cieli più Belli d’Italia [ft. www.astronomitaly.com]

INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

C’era una volta il Borgo di Farfa e le sue botteghe

Nel cuore dell'antica terra Sabina, ai piedi del Monte Acuziano, in un'atmosfera mistica, immerso una natura selvaggia, troviamo Farfa, due sillabe, un piccolo borgo, un grande nome che le viene dal fiume che scorre vicino, il Farfarus di Ovidio, il Fabaris di...

La bella Viterbo e la magia del suo “Villaggio di Natale”

Si immagini il grande orologio dipinto su Torre dei Priori a Viterbo, affacciato su Piazza del Plebiscito, con i suoi numeri arabi, lentamente scandire le ore, i giorni, i mesi … E’ trascorso un intero anno, 365 giorni per l’esattezza, senza che per l’aria si...

La Tuscia del Sentiero dei Briganti

Se l’Italia è “terra di santi, poeti, navigatori”, il Lazio è la patria dei briganti, uomini temuti ma anche acclamati dalla popolazione quanto disprezzati da nobili e “sbirri”. Personalità controverse, a volte indecifrabili, che sfuggendo alla legge ed eludendo le...

Picinisco la nuova Bandiera Arancione tutta da scoprire

Adagiato sul monte Meta, nel versante laziale del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, circondato da faggi, castagneti e boschi di querce, Picinisco da oggi offre un motivo in più per essere visitato. Il piccolo borgo della Valle di Comino ha avuto il...

Autunno. È tempo di foliage

Ad ottobre per gli amanti della natura e della fotografia inizia uno dei periodi più magici. Le foglie degli alberi cambiano colore, i boschi assumono una nuova veste con intonazioni cromatiche che vanno dall'arancione dorato al rosso intenso, l’aria è più fresca e i...

Immersi nei laghi del Lazio

Negli ultimi anni il sorgere di un turismo slow ed esperienziale ha prodotto un cambiamento nel concetto stesso di viaggio, rivolto ora verso destinazioni ricche di cultura, buon cibo e soprattutto tanto, tanto relax. Ecco allora prediligere i laghi del Lazio dove...

Le calde sfumature della Sabina

In autunno, quando la natura si tinge delle mille sfumature calde che vanno dal rosso, al giallo, al marrone, tanti prodotti tipici stagionali appaiono sulle tavole dei borghi reatini e spesso vengono celebrati in famose sagre. Il borgo dove si incontrano il Cammino...

Percile il piccolo borgo tra boschi e radure dei Monti Lucretili

Una meta ideale per le tiepide giornate autunnali è il piccolissimo borgo di Percile, gioiello immerso tra boschi e radure del Parco dei Monti Lucretili, dove si respira ancora un’atmosfera medievale ed il tempo sembra sospeso. Pronti allora per perdersi tra vicoli,...

Castel Gandolfo: l’elegante centro storico e la passeggiata lungo il lago

Basta una giornata di sole per farci desiderare di visitare uno dei più suggestivi borghi dei Castelli Romani. Castel Gandolfo, famoso per essere la residenza estiva dei pontefici e per i suoi bellissimi giardini che ospitano i resti della Villa di Domiziano e la...

Conosci Piazza di Spagna a Roma?

Turista o romano, avrai risposto “Certo!”. Ma noi ti sveliamo due punti molto poco noti di Piazza di Spagna nel grande sito Patrimonio Mondiale dell’Unesco della Città Eterna. Forse tutti sanno che Piazza di Spagna deve il suo nome all’Ambasciata di Spagna presso la...