Dalla classica e intramontabile “Sapore di sale” degli anni ‘60, all’ultimo tormentone di successo targato 2021, tutto ci rimanda al sole, al caldo, al relax di una location marina, meta preferita dagli italiani per trascorrere le sospirate ferie estive.
Mai poi come in questi ultimi due anni, le nostre spiagge si sono popolate di volti giovani e famiglie, alla ricerca di uno lacerto di normalità lontani dalle sofferenze della pandemia.

E allora come non rendere omaggio a questa popolazione vacanziera, descrivendo, seppur in poche righe, tutto il bello del tratto corposo della costa laziale compreso tra le province di Viterbo e Roma? Da Marina di Pescia Romana fino a Ladispoli, tra pinete e spiagge ampie, sabbiose come Riva dei Tarquinia e Santa Marinella, considerata la “perla” del Tirreno, si estende per circa 85 chilometri lungo la costa della Maremma la Riviera degli Etruschi, ricca di fascino e scorci pittoreschi.

Spiaggia di Montalto di Castro

Di grande interesse storico culturale per la presenza di testimonianze del popolo etrusco, comprende le località balneari di Montalto di Castro, Marina Velca, fino a raggiungere la provincia di Roma con i borghi di Civitavecchia, Santa Severa e Marina di San Nicola; la parte interna si spinge verso le città di Vulci, Tuscania, Allumiere, Tolfa e Cerveteri.

Il litorale leggermente in declivio con vaste pinete ed ampie spiagge, caratterizzato da sabbia scura per la presenza dei minerali vulcanici trasportati dai corsi d’acqua o prodotti dall’erosione delle coste, ebbe il suo sviluppo turistico a partire dagli anni ’50 con la realizzazione di numerose strutture balneari ancora oggi frequentatissime durante la stagione estiva.
Ma andiamo per ordine!

Il primo sito della riviera che incontreremo è Marina di Pescia Romana, centro balneare in sviluppo, in un tratto di arenile tra i più romantici e solitari del litorale viterbese; ci sono stabilimenti balneari ma anche spiaggia libera e comunque di certo meno frequentati della limitrofa Montalto Marina che nei pressi della foce del fiume Fiora, a 4 km dal comune di Montalto di Castro, rappresenta una stazione di soggiorno estivo con villette, spiaggia finissima, attrezzature per il tempo libero e alle spalle, una grande pineta attrezzata.

Il mare di Tarquinia

Riva dei Tarquini è una delle zone più interessanti di questa fascia costiera: con una vasta pineta, preceduta dal tipico tombolo, o duna mediterranea, e dotata di una spiaggia ampia e sabbiosa, si pone in armonia con le vicine Marina Velca e Tarquinia Lido, moderno centro balneare costituito da alberghi, numerose ville e impianti campeggistici e sportivi, immersi in una pineta e affacciati su un bell’arenile.

Con Sant’Agostino Marina siamo ancora in terra di Tuscia, precisamente in una spiaggia tranquilla e poco affollata, delimitata da un piccolo capo roccioso sul quale si addensa un borgo fatto di case e vegetazione.

Ma ecco varcare il confine romano e raggiungere spiaggia La Frasca che si estende per circa 6 Km e trova il suo punto finale nel limite estremo del Porto di Civitavecchia: luogo interessante per la splendida pineta, è l’ideale per la pesca subacquea grazie al suo fondale roccioso. Non possiamo di certo dimenticare Santa Marinella centro di notevole interesse turistico, con spiaggia, porticciolo, attrezzature ricettive, svaghi e sport velici quali il windsurf e la sua frazione Santa Severa, sito dell’antico porto greco-etrusco di Pyrgy: a poca distanza dai ruderi del porto, sulla spiaggia, si alza lo splendido castello Odescalchi, una struttura di grande importanza architettonica e militare e ambiente di grande suggestione, con le sue piazzette, i suoi silenzi, i suoi scorci di mare, la potenza delle sue tre cinte di mura e del suo torrione cilindrico.

Lasciandoci alle spalle aree di nuovo e forte insediamento residenziale come Campo di Mare, Cerenova, arriviamo a Ladispoli, creata da Ladislao Odescalchi, che le dette parte del suo nome, nel 1890 come centro balneare assumendo intorno al 1970 le vesti di una città estiva, sulla quale si riversano migliaia di turisti soprattutto dalla capitale. La zona dispone di numerose attrezzature balneari e ricettive.

Castello Palo Odescalchi

Castello Palo Odescalchi

All’altezza del km 36 della via Aurelia, sorge la piccola stazione balneare di Palo Laziale, l’antica Alesium. Vi ha sede un’oasi di protezione naturalistica, ricca di essenze botaniche e di specie faunistiche, gestita dal W.W.F., che cura anche un servizio di visite guidate. Per gli amici a quattro zampe e i loro padroni 200 mt di spiaggia a disposizione; ed infine eccoci raggiungere l’ultima metà di questa nostra escursione vergata, Marina di San Nicola una zona residenziale e balneare che beneficia di riservatezza e di una spiaggia tranquilla, luogo ideale per chi pratica surf.

Spero che questo breve viaggio sulla costa tirrenica vi sia piaciuto e soprattutto che sia foriero di una splendida e serena estate di mare.
Buone vacanze a tutti!

INFORMAZIONI
Per informazioni e costi visitare le pagine Facebook ed i siti web delle singole località balneari.

INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

C’era una volta il Borgo di Farfa e le sue botteghe

Nel cuore dell'antica terra Sabina, ai piedi del Monte Acuziano, in un'atmosfera mistica, immerso una natura selvaggia, troviamo Farfa, due sillabe, un piccolo borgo, un grande nome che le viene dal fiume che scorre vicino, il Farfarus di Ovidio, il Fabaris di...

La bella Viterbo e la magia del suo “Villaggio di Natale”

Si immagini il grande orologio dipinto su Torre dei Priori a Viterbo, affacciato su Piazza del Plebiscito, con i suoi numeri arabi, lentamente scandire le ore, i giorni, i mesi … E’ trascorso un intero anno, 365 giorni per l’esattezza, senza che per l’aria si...

La Tuscia del Sentiero dei Briganti

Se l’Italia è “terra di santi, poeti, navigatori”, il Lazio è la patria dei briganti, uomini temuti ma anche acclamati dalla popolazione quanto disprezzati da nobili e “sbirri”. Personalità controverse, a volte indecifrabili, che sfuggendo alla legge ed eludendo le...

Picinisco la nuova Bandiera Arancione tutta da scoprire

Adagiato sul monte Meta, nel versante laziale del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, circondato da faggi, castagneti e boschi di querce, Picinisco da oggi offre un motivo in più per essere visitato. Il piccolo borgo della Valle di Comino ha avuto il...

Autunno. È tempo di foliage

Ad ottobre per gli amanti della natura e della fotografia inizia uno dei periodi più magici. Le foglie degli alberi cambiano colore, i boschi assumono una nuova veste con intonazioni cromatiche che vanno dall'arancione dorato al rosso intenso, l’aria è più fresca e i...

Immersi nei laghi del Lazio

Negli ultimi anni il sorgere di un turismo slow ed esperienziale ha prodotto un cambiamento nel concetto stesso di viaggio, rivolto ora verso destinazioni ricche di cultura, buon cibo e soprattutto tanto, tanto relax. Ecco allora prediligere i laghi del Lazio dove...

Le calde sfumature della Sabina

In autunno, quando la natura si tinge delle mille sfumature calde che vanno dal rosso, al giallo, al marrone, tanti prodotti tipici stagionali appaiono sulle tavole dei borghi reatini e spesso vengono celebrati in famose sagre. Il borgo dove si incontrano il Cammino...

Percile il piccolo borgo tra boschi e radure dei Monti Lucretili

Una meta ideale per le tiepide giornate autunnali è il piccolissimo borgo di Percile, gioiello immerso tra boschi e radure del Parco dei Monti Lucretili, dove si respira ancora un’atmosfera medievale ed il tempo sembra sospeso. Pronti allora per perdersi tra vicoli,...

Castel Gandolfo: l’elegante centro storico e la passeggiata lungo il lago

Basta una giornata di sole per farci desiderare di visitare uno dei più suggestivi borghi dei Castelli Romani. Castel Gandolfo, famoso per essere la residenza estiva dei pontefici e per i suoi bellissimi giardini che ospitano i resti della Villa di Domiziano e la...

Conosci Piazza di Spagna a Roma?

Turista o romano, avrai risposto “Certo!”. Ma noi ti sveliamo due punti molto poco noti di Piazza di Spagna nel grande sito Patrimonio Mondiale dell’Unesco della Città Eterna. Forse tutti sanno che Piazza di Spagna deve il suo nome all’Ambasciata di Spagna presso la...