Il 17 marzo si festeggia il St Patrick’s DayFesta di San Patrizio. La chiamano anche Paddy’s Day in onore del patrono dell’Irlanda. È una festa divertente e dalle origini antiche che si protrae per più giorni. Tutto iniziò in America con una parata di un gruppo di emigranti per celebrare la madrepatria, la propria cultura e l’orgoglio nazionale. Oggi è un evento mondiale.

St. Patrick's Day

La rievocazione religiosa di St Patrick, invece, fu ufficialmente istituita il 17 marzo all’inizio del XVII secolo. Per la tradizione popolare nasce già intorno al IX secolo. St Patrick visse tra il 385 e il 461. Di origini scozzesi, il suo nome era Maewyin Succat. Da giovane fu rapito dai pirati irlandesi e venduto come schiavo al re Dalriada. Riuscì a fuggire e divenne diacono e poi vescovo col nome latino di Patrizio.

Negli ultimi anni dell’Impero Romano, papa Celestino I affida al vescovo Patrizio un compito importante. Egli deve evangelizzare le isole britanniche, in particolare l’Irlanda, al tempo terre pagane. Patrizio in trent’anni riesce a diffondere il cristianesimo sull’isola.

Il verde è uno dei simboli del St Patrick’s Day, probabilmente ispirato dal verde del trifoglio o dagli elfi dell’era pagana. Nella settimana di festa i simboli si trovano dappertutto: vetrine dei negozi, abiti, pinte di birra scura, pub, divise sportive. Ovviamente non mancano addobbi ad hoc per le celebrazioni del 17 marzo. Verdi.

St. Patrick's Day

Lo shamrock, il trifoglio, indica la trinità e racconta la storia del vescovo irlandese che ha utilizzato il fiore per introdurre il concetto della trinità cristiana. Infatti, St Patrick evangelizzò fondendo elementi cristiani e pagani. Non sostituì mai completamente la simbologia dei Celti. La croce solare sulla croce latina è divenuta il simbolo del Cristianesimo celtico e del St Patrick’s Day.

Così troviamo i piccoli Leprechaun, chiamati anche Leith Bhrogan o Leipreachán, piccoli folletti o gnomi che fanno parte della mitologia. La leggenda vuole che il folletto porti sempre con sé dei sacchetti pieni d’oro, che abbia ai piedi l’arcobaleno e che faccia scherzi ai ladri e alle persone avare. Altri simboli della festività sono i serpenti dai quali l’Irlanda fu liberata grazie al vescovo. C’è poi il biancospino, fiorito in inverno dopo che il Santo attraversò un fiume e mise ad asciugare il suo mantello su questa pianta. Curiosa la storia del pozzo. È una grotta senza fondo per raggiungere il Purgatorio, passando tra le pene dell’Inferno. In Italia, il pozzo di San Patrizio è a Orvieto.

Per festeggiare San Patrizio, patrono dell’Isola di smeraldo, ogni anno centinaia di siti e monumenti si illuminano di verde. Dublino, Montréal, New York, Chicago e Boston onorano il loro Patrono St Patrick con splendide sfilate di verdissimi carri allegorici. Persino le acque del fiume Chicago sono tinte di verde!

St. Patrick's Day

Quale migliore occasione per preparare ricette di questa antica cultura tramandate da generazioni? Iniziamo dal tipico pane, soda bread fatto con farina integrale e lievitato grazie al bicarbonato di sodio. Si usa in tante ricette, a volte è prodotto con burro, uova, uvetta o noci o si utilizza nel Crisp sandwich, uno strato di patate croccanti dentro due fette di pane.

Immancabile la classica birra verde che si vede in tutte le parate. Il colore brillante è dato dall’aggiunta di Curaçao, un liquore ottenuto da arance verdi che cambia la tonalità della birra. Molto usato anche il sidro, ottenuto dalla fermentazione alcolica dei frutti delle mele. È una bevanda molto popolare in tutta l’Europa del Nord e uno dei simboli della cultura irlandese.

C’è poi lo spezzatino alla Guinness, birra simbolo dell’Irlanda. Nella ricetta tradizionale la carne di agnello viene infarinata e cotta lentamente insieme a un soffritto di cipolla, patate, carote, erbe aromatiche e, naturalmente, la famosa birra stout prodotta fin dal 1759. Anche il Roast Dinner è un piatto tipico irlandese e diffuso anche in Gran Bretagna. Si tratta di carne di manzo bollita, patate arrostite, piselli e carote bollite.

Il contorno? Un purè di patate con della verza e del cavolo che lo “inverdiscono”: il colcannon è il contorno perfetto per il pranzo di San Patrizio. Si impiatta creando una sorta di cupola con pezzetti di burro al centro. Il calore del colcannon li fa sciogliere rendendolo una vera delizia.

Immagine di archivio

Irish Shepherd’s Pie è un pasticcio di carne di agnello o manzo adagiato su un soffritto di carota, sedano, cipolla e aglio. La carne è cotta lentamente nella birra scura, gratinata in forno e avvolta da una crosta di patate lesse o purè. Non dimenticate di aromatizzare con rosmarino e alloro.

E infine passiamo ai tipici dessert. La Chocolate stout cake, chiamata anche Guinness cake, è una torta al cioccolato che ha come ingrediente una birra robusta, la stout, e arricchita da una glassa al burro. L’Apple tart o Irish apple pie è la torta originaria della contea di Kerry, alta e soffice con mele a pezzettoni all’interno della pasta. E se avanza? Continueremo a festeggiare St Patrick anche a colazione, merenda, pranzo, cena…

 

Social share
INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

I segreti sotterranei nei Connutti a Vignanello

Andiamo alla scoperta dei segreti sotterranei nei Connutti di Vignanello, gli straordinari spazi ipogei recuperati e resi fruibili con le visite guidate.

I Pugnaloni, i quadri fioriti di Acquapendente

Nella terza domenica di maggio ad Acquapendente c’è la festa della Madonna del Fiore con la sfilata dei Pugnaloni, enormi quadri di petali di fiori e foglie.

Il Pantheon e i petali rossi alla Pentecoste

Dall’oculus sulla cupola del Pantheon scendono migliaia di petali di rose rosse alla Pentecoste. Il 19 maggio 2024 alle ore 12:00 inizia lo spettacolo.

Un cuore di fragola dolce come la Mamma

Maggio, tempo di fragole alla Festa della Mamma. Tingiamolo di rosso con una passeggiata enogastronomica alla scoperta del cuore di fragola dolce come la Mamma!

Viaggio nel Giardino di Ninfa. Benvenuti in Paradiso

Alberi secolari, fiori variopinti, antiche rovine, giochi d’acqua. Il Giardino di Ninfa è un’opera d’arte vivente, scoprirla è un’esperienza che accende i sensi

Fiori e farfalle per Mamma in 7 posti nel Lazio

Il 12 maggio è la Festa della Mamma! Ecco 7 posti nel Lazio dipinti dalla leggiadria di fiori e farfalle da vivere con la donna più speciale della vita.

4 storie d’Amore soprannaturale nel Lazio

Parliamo d’Amore con la A maiuscola! Passeggiamo nel Lazio in 4 luoghi che raccontano storie d’Amore soprannaturale. Scopriteli con noi. Andateci con chi amate!

Scogliera, dinosauri e cosmo a Rocca di Cave?

A Rocca di Cave esiste un’escursione sulle tracce di un dinosauroper scoprire la storia millenaria del territorio. E la scogliera e il cosmo? Ecco la storia.

Un salto alle Cascate di Monte Gelato

Nella Valle del Treja c’è una meta ideale per ricaricarvi di energia positiva tra i boschi rigogliosi vicino a Mazzano Romano: le Cascate di Monte Gelato.

12 Passeggiate tra 7 fiori in fiore nel Lazio

È tempo di vivere la natura in fiore in 12 passeggiate dalle mille sfumature di colori di 7 fiori in fiore nel Lazio, dalla Primavera fino all’Estate!