Occhi chiusi e spazio alla fantasia! Immergiamoci nel verde delle montagne del Lazio accompagnati dal suono della natura interrotto solo dal rumore delle fronde degli alberi.

Scegliere un itinerario è difficile, ognuno ha qualcosa di particolare che lo rende unico. Vi daremo qualche spunto da cui potrete creare la vostra gita ideale.

Scarponi ben allacciati e partiamo! Ci troviamo nel Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini, la più grande area protetta del Lazio con oltre 30.000 ettari di superficie. Un territorio molto ricco di fauna, vegetazione e storia.

Con i suoi oltre 40 itinerari si presta a molteplici attività, a piedi, in bicicletta o a cavallo; passeggiare nel parco sarà emozionante, qualunque sia il modo in cui decidiate di farlo! Le bellezze naturalistiche e gli scorci mozzafiato davanti ai vostri occhi vi lasceranno a bocca aperta.

Le acque del fiume Aniene e delle numerose sorgenti presenti nel Parco vi daranno un po’ di refrigerio durante il cammino.

Dal lago di San Benedetto a Subiaco alle Cascate di Trevi nel Lazio fino alla Cascata di Mora delle Monache, tutti luoghi incantati assolutamente da non perdere. Avete preso nota?

Dal Parco dei Monti Simbruini ci spostiamo al mare, sulla Riviera di Ulisse, per arrivare al Parco Nazionale del Circeo con il suo paesaggio variegato e variopinto che vi accoglie e stringe in un fortissimo abbraccio.

Una ricca rete di sentieri vi darà la possibilità di conoscere il parco in ogni suo angolo! Noi ve ne vogliamo consigliare uno: quello che da Torre Paola conduce fino al Picco di Circe, il punto più alto da cui godrete di una visuale incredibile. Circa un’ora e mezza di cammino attraverso un fitto bosco e una serie di tornanti vi faranno apprezzare la meraviglia del parco. Non saranno 541 metri di altitudine ma di emozioni!

Se invece siete amanti delle due ruote, potete costeggiare il lungomare ammirando la bellezza delle dune e delle sue sinuose forme con il promontorio sullo sfondo. In alternativa potete pedalare in direzione San Felice Circeo e Selva di Circe.

Esiste nel parco una zona umida che si sviluppa alle spalle delle dune! Si tratta di un patrimonio di indubbia bellezza che comprende il Lago di Sabaudia, il Lago di Caprolace, il Lago dei Monaci e il Lago di Fogliano, un’importante ecosistema da preservare! Ne avete mai sentito parlare?

Spostandoci in Sabina ed eccoci nel Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga. Tra Accumoli e Amatrice, nel Cuore d’Italia, tra territori incantevoli, storie e antiche tradizioni, continuiamo il nostro percorso. Sarà bello anche fermarsi per uno spuntino!

E dato che la voglia di passeggiare e conoscere nuovi luoghi non finisce mai, ora ci spostiamo nel Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. Il territorio è uno dei più interessanti d’Europa con le tantissime specie animali che vivono libere nel verde e tra le rocce incontaminate.

Il periodo estivo è uno dei migliori per le abbondanti fioriture con profumi intensi e colori sgargianti! Sarà un piacere lasciarsi andare in lunghe passeggiate nel cuore del parco.

La rete sentieristica è ricca e offre una grande opportunità di scelta. La Ciociaria, attraversata dai borghi di San Donato Val di Comino, Alvito, Campoli Appennino, Picinisco, Settefrati, Vallerotonda e San Biagio Saracinisco, vi farà innamorare!

Clicca qui per tutte le informazioni sulla Lazio YOUth Card

INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

C’era una volta il Borgo di Farfa e le sue botteghe

Nel cuore dell'antica terra Sabina, ai piedi del Monte Acuziano, in un'atmosfera mistica, immerso una natura selvaggia, troviamo Farfa, due sillabe, un piccolo borgo, un grande nome che le viene dal fiume che scorre vicino, il Farfarus di Ovidio, il Fabaris di...

La bella Viterbo e la magia del suo “Villaggio di Natale”

Si immagini il grande orologio dipinto su Torre dei Priori a Viterbo, affacciato su Piazza del Plebiscito, con i suoi numeri arabi, lentamente scandire le ore, i giorni, i mesi … E’ trascorso un intero anno, 365 giorni per l’esattezza, senza che per l’aria si...

La Tuscia del Sentiero dei Briganti

Se l’Italia è “terra di santi, poeti, navigatori”, il Lazio è la patria dei briganti, uomini temuti ma anche acclamati dalla popolazione quanto disprezzati da nobili e “sbirri”. Personalità controverse, a volte indecifrabili, che sfuggendo alla legge ed eludendo le...

Picinisco la nuova Bandiera Arancione tutta da scoprire

Adagiato sul monte Meta, nel versante laziale del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, circondato da faggi, castagneti e boschi di querce, Picinisco da oggi offre un motivo in più per essere visitato. Il piccolo borgo della Valle di Comino ha avuto il...

Autunno. È tempo di foliage

Ad ottobre per gli amanti della natura e della fotografia inizia uno dei periodi più magici. Le foglie degli alberi cambiano colore, i boschi assumono una nuova veste con intonazioni cromatiche che vanno dall'arancione dorato al rosso intenso, l’aria è più fresca e i...

Immersi nei laghi del Lazio

Negli ultimi anni il sorgere di un turismo slow ed esperienziale ha prodotto un cambiamento nel concetto stesso di viaggio, rivolto ora verso destinazioni ricche di cultura, buon cibo e soprattutto tanto, tanto relax. Ecco allora prediligere i laghi del Lazio dove...

Le calde sfumature della Sabina

In autunno, quando la natura si tinge delle mille sfumature calde che vanno dal rosso, al giallo, al marrone, tanti prodotti tipici stagionali appaiono sulle tavole dei borghi reatini e spesso vengono celebrati in famose sagre. Il borgo dove si incontrano il Cammino...

Percile il piccolo borgo tra boschi e radure dei Monti Lucretili

Una meta ideale per le tiepide giornate autunnali è il piccolissimo borgo di Percile, gioiello immerso tra boschi e radure del Parco dei Monti Lucretili, dove si respira ancora un’atmosfera medievale ed il tempo sembra sospeso. Pronti allora per perdersi tra vicoli,...

Castel Gandolfo: l’elegante centro storico e la passeggiata lungo il lago

Basta una giornata di sole per farci desiderare di visitare uno dei più suggestivi borghi dei Castelli Romani. Castel Gandolfo, famoso per essere la residenza estiva dei pontefici e per i suoi bellissimi giardini che ospitano i resti della Villa di Domiziano e la...

Conosci Piazza di Spagna a Roma?

Turista o romano, avrai risposto “Certo!”. Ma noi ti sveliamo due punti molto poco noti di Piazza di Spagna nel grande sito Patrimonio Mondiale dell’Unesco della Città Eterna. Forse tutti sanno che Piazza di Spagna deve il suo nome all’Ambasciata di Spagna presso la...