Tutti pronti per Halloween: dolcetto o scherzetto (a casa)?

Siete pronti per la festa più spaventosa dell’anno? Preparate zucche, ragnatele, scheletri e spiritelli per il ‘dolcetto o scherzetto’ più atteso da grandi e piccini.
Per festeggiare Halloween in totale sicurezza, senza paura e nel totale rispetto della normativa anti-Covid basterà decorare la vostra casa con una bella zucca intagliata, ragnatele e fantasmini, indossare la vostra maschera più spaventosa, riempire i vostri cestini di caramelle e preparare un menù a tema Halloween. Per questo ci occorrerà la regina dell’autunno, Sua Maestà la zucca!

Le origini

Vampiri, streghette e fantasmi, conoscete tutti il significato di Halloween? All Hallow Eve è la vigilia di tutti i santi; Halloween è una variante scozzese del nome. Viene festeggiato la sera del 31 ottobre, il giorno prima del primo novembre, dedicato a tutti i santi. Le origini di questa tradizione risalgono all’Europa precristiana, nello specifico alle tradizioni celtiche. Siamo nelle isole britanniche, dove la data del 31 ottobre segnava la fine dell’estate e la festività era Samhain, nome che deriva dal gaelico antico Samhuinn con cui si indicava la fine della stagione dei raccolti e l’inizio dell’inverno. E’ proprio in questa notte che le anime dei morti tornavano sulla terra insieme a streghe, demoni e fantasmi.

Jack-o’-lantern

La tradizione dell’intaglio della zucca risale alla prima metà dell’800. La testa è quella di Jack-o’-lantern. Narra la leggenda che Jack fosse un fabbro irlandese con il vizio dell’alcool che un giorno incontrò il diavolo al bar, il quale voleva la sua anima. Jack lo convinse a trasformarsi in una moneta in cambio di un ultimo bicchiere. Passati dieci anni il diavolo tornò stringendo con lui un patto: libertà per il diavolo e nessuna dannazione eterna per Jack. Quando morì, non fu accolto né in paradiso né all’inferno. Il diavolo gli lanciò un tizzone ardente che finì in una rapa come lanterna. E’ da allora che Jack gira senza pace per trovare rifugio. Adesso che sapete proprio tutto sulle origini di questa festa procuratevi una bella zucca decorativa e intagliamola per realizzare il nostro Jack-o’-lanter.

Prima di tutto lavate la zucca e asciugatela per bene, poi prendete un coltello appuntito e affilato, incidete la parte superiore creando un coperchio. Rimuovetelo facendo attenzione a non romperlo. Prendete un cucchiaio ed eliminate tutti i semi ed i filamenti dall’interno della zucca. Bene, passiamo ora alla parte più creativa: disegnate gli occhi a triangolo, il naso e la bocca spaventosa sulla buccia della zucca, incideteli con il coltello e rimuovete con delicatezza queste parti. Completate la vostra zucca con un lumino che inserirete all’interno del vostro Jack-o’ Lantern

Menù

Ora che il nostro jack-o’-lantern è pronto non ci resta che pensare al menù di questa sera, nel quale la protagonista indiscussa sarà una specialità presente sulle nostre tavole in questo periodo dell’anno: la zucca. Questo ortaggio dal sapore versatile si presta a tantissimi piatti e preparazioni, dai primi con paste, risotti e vellutate a contorni e addirittura dolci. Indossate i grembiuli e diamoci da fare per preparare squisiti piatti con cui deliziare i nostri palati.

Pasta con zucca

Per il nostro primo piatto ci siamo lasciati ispirare dalla zona del reatino, nota per le olive; qui la zucca viene utilizzata per preparare un condimento per la pasta con le olive nere tipiche della zona. Per realizzare questo piatto della tradizione di Morro Reatino vi servirà una zucca, delle olive nere, una cipolla, olio q.b., sale e peperoncino (per condire) oltre alla pasta che preferite.
Procuratevi una bella zucca e tagliatela a dadini (attenti alle dita!), mondate una cipolla e lasciatela appassire in padella con l’olio evo, aggiungete la zucca e mezzo bicchiere di brodo vegetale, coprite e lasciate cuocere per circa un quarto d’ora finché la zucca sarà diventata morbida. Unite le olive nere a rondelle, regolate di sale e peperoncino. Dopo aver cotto e scolato la pasta, saltatela in padella con il condimento. Il tocco finale? Una bella manciata di pecorino con cui mantecare il piatto.

Zucca al forno

Per preparare la zucca al forno è necessario prima di tutto pulire la zucca dei semi e dei filamenti, eliminare la buccia e tagliare la polpa a fette. Prendete una teglia e rivestitela di carta da forno, adagiatevi la zucca e conditela con sale, olio evo, aglio e rosmarino. Accendete il forno e impostate la temperatura a 180°C. Infornate la zucca e lasciate cuocere per 30 minuti. Tirate fuori dal forno e voilà, la vostra zucca è pronta.
Torta alla zucca
Concludiamo il nostro menù di Halloween con un dolce facilissimo che promette di accontentare ogni palato. Vi occorreranno i seguenti ingredienti: 220 g di polpa di zucca gialla, 2 uova, 100 g di zucchero, 80 g di burro, 220 g di farina, 1 bustina di lievito, la scorza di un limone grattugiata.
Prima di iniziare a lavorare l’impasto accendete il forno e impostate la temperatura a 180°. Ora procediamo con la preparazione: pulite la zucca, tagliatela a dadini e mettetela nel mixer frullandola per ridurla a una purea. Aggiungete le uova e lo zucchero, il burro ammorbidito, la farina, il limone e infine il lievito setacciato. Continuate a frullare l’impasto per qualche altro minuto fino a rendere tutto omogeneo. Prendete uno stampo del diametro di 20 cm, imburratelo e versate l’impasto. Infornate a 180° in per 45 minuti. Quando si sarà freddata, non dimenticate di spolverare la vostra torna con lo zucchero a velo. Ed ecco che il vostro dolce è pronto!

 

Social share
INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

I Pugnaloni, i quadri fioriti di Acquapendente

Nella terza domenica di maggio ad Acquapendente c’è la festa della Madonna del Fiore con la sfilata dei Pugnaloni, enormi quadri di petali di fiori e foglie.

Il Pantheon e i petali rossi alla Pentecoste

Dall’oculus sulla cupola del Pantheon scendono migliaia di petali di rose rosse alla Pentecoste. Il 19 maggio 2024 alle ore 12:00 inizia lo spettacolo.

Un cuore di fragola dolce come la Mamma

Maggio, tempo di fragole alla Festa della Mamma. Tingiamolo di rosso con una passeggiata enogastronomica alla scoperta del cuore di fragola dolce come la Mamma!

Viaggio nel Giardino di Ninfa. Benvenuti in Paradiso

Alberi secolari, fiori variopinti, antiche rovine, giochi d’acqua. Il Giardino di Ninfa è un’opera d’arte vivente, scoprirla è un’esperienza che accende i sensi

Fiori e farfalle per Mamma in 7 posti nel Lazio

Il 12 maggio è la Festa della Mamma! Ecco 7 posti nel Lazio dipinti dalla leggiadria di fiori e farfalle da vivere con la donna più speciale della vita.

4 storie d’Amore soprannaturale nel Lazio

Parliamo d’Amore con la A maiuscola! Passeggiamo nel Lazio in 4 luoghi che raccontano storie d’Amore soprannaturale. Scopriteli con noi. Andateci con chi amate!

Scogliera, dinosauri e cosmo a Rocca di Cave?

A Rocca di Cave esiste un’escursione sulle tracce di un dinosauroper scoprire la storia millenaria del territorio. E la scogliera e il cosmo? Ecco la storia.

Un salto alle Cascate di Monte Gelato

Nella Valle del Treja c’è una meta ideale per ricaricarvi di energia positiva tra i boschi rigogliosi vicino a Mazzano Romano: le Cascate di Monte Gelato.

12 Passeggiate tra 7 fiori in fiore nel Lazio

È tempo di vivere la natura in fiore in 12 passeggiate dalle mille sfumature di colori di 7 fiori in fiore nel Lazio, dalla Primavera fino all’Estate!

La Primavera e i colori dello sport in Sabina

Scopriamo con lo sport l’arcobaleno di colori a Primavera in Sabina, dall’azzurro dei cieli al blu delle acque, dal verde dei monti al rosso dei tramonti.