Dalla corsa all’aria aperta ai musei, dagli apertivi nelle piazzette alle passeggiate tra i vicoli, tantissime sono le occasioni di godersi Roma anche dopo il tramonto, quando l’ora solare cala il sipario sulla nostra giornata.

Vogliamo mantenerci in forma anche ora che non dobbiamo mostrare “un fisico bestiale” sotto il sole dell’estate? Ebbene, mettetevi comodi, una playlist adatta e gambe in spalla, la Città Eterna vi mette a disposizione tanti percorsi in cui allenarvi dopo le 17.

Terme di Caracalla al tramonto

1200 metri da percorrere al “Biscotto di Caracalla”, sul viale delle Terme di Caracalla è un buon compromesso per chi non vuol faticare troppo! Il percorso segnato è su asfalto, ma c’è anche la possibilità di correre all’interno del circuito su terreno sterrato, per chi lo preferisse.

Nei dintorni delle Terme di Caracalla, a pochi passi, allungatevi nel vostro percorso pomeridiano e provate l’ebbrezza di correre, laddove un tempo, scorrazzavano le bighe degli antichi romani: siamo al Circo Massimo, pronti per scattare in direzione Colosseo. Si tratta di soli 700 metri che vi porteranno nel cuore della città. Da qui, un percorso emozionante nella Roma antica, soprattutto con i lampioni che rendono ancora più affascinante il vostro percorso, vi porterà ad attraversare i Fori Romani.

Foro Romano

Siete allenati e pronti a tutto? Vi diamo due idee dedicate anche ai romantici.
La prima è partire da Borgo Santo Spirito in direzione Gianicolo, la seconda, un pochino più corta parte dai resti della Cappella della Santa Croce, considerata un tempo il primo punto di avvistamento di San Pietro per i pellegrini cristiani che venivano dall’Europa. Da qui salite verso lo Zodiaco. Entrambe le mete d’arrivo sono tra le più romantiche della città. La vostra amata, una volta raggiunta la destinazione, deciderà se lasciarvi, dopo la tanta fatica oppure sposarvi!

Per chi è nella parte sud della città, quale luogo migliore per allenarsi un pochino del lastricato di Via Appia Antica dove, per i più impressionabili, le catacombe possono rappresentare una buona ragione per accelerare l’andatura!

Via Appia Antica

Sempre in questa parte della città, un’opzione gradevole, è il laghetto dell’Eur. Portatevi una cerata per ripararvi dall’umidità.

Per i più pigri, un aperitivo in una delle vene pulsanti della vita romana, ovvero la zona pedonale del Pigneto, è la soluzione più adatta per affrontare la giornata dalle 17 in poi. Se lo preferite più glamour, il vostro aperitivo, potete andare sotto la Torretta Valadier a Ponte Milvio. Più international seduti sulle scale della fontana di Piazza Madonna dei Monti alle spalle del Colosseo, dove i turisti ogni sera si accalcano con il bicchiere, rigorosamente di plastica, tra le mani. C’è chi poi preferisce un aperitivo “più di quartiere” in questo caso vi proponiamo due alternative, agli antipodi della città: Garbatella con i suoi vicoletti e la zona di Ponte Tazio sull’Aniene.

Per chi ama Roma per l’incredibile offerta culturale, unica al mondo, può fare una rilassante passeggiata nel centro storico e scegliere in quale museo entrare!

Santa Maria di Loreto e la Colonna Traiana

All’ultimo piano il Museo Nazionale Romano vi stupirà con straordinari affreschi romani, mosaici pavimentali e la parziale ricostruzione di due ville romane. Proprio accanto alla Colonna Traiana non perdete l’occasione di entrare nelle Domus Romane di Palazzo Valentini per tuffarvi nel passato. Che ne dite della superba collezione di opere d’arte nel Palazzo Doria Pamphilj? Nei Musei Capitolini troverete decine di ambienti, uno più bello dell’altro, con tesori di tutte le epoche, a partire dai greci e dagli etruschi, la Roma repubblicana e quella imperiale, da non perdere!

Qualche consiglio per godervi una Roma “sotto la luna” dell’ora solare ve l’abbiamo data… decidete quella che preferite!

 

Social share
INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

Buon 2777° compleanno Roma!

Il 21 aprile Roma festeggia il suo 2777° compleanno. Perché si festeggia il 21 aprile? E quali sono le tradizioni da vivere nella Città Eterna? Ecco la storia.

12 Passeggiate tra 7 fiori in fiore nel Lazio

È tempo di vivere la natura in fiore in 12 passeggiate dalle mille sfumature di colori di 7 fiori in fiore nel Lazio, dalla Primavera fino all’Estate!

#CarbonaraDay, una giornata mondiale da postare

Il 6 aprile è il Carbonara Day, si celebra un piatto tipico del Lazio e un’icona della cucina italiana nel mondo. Postate la vostra Carbonara con #carbonaraday.

La Primavera e i colori dello sport in Sabina

Scopriamo con lo sport l’arcobaleno di colori a Primavera in Sabina, dall’azzurro dei cieli al blu delle acque, dal verde dei monti al rosso dei tramonti.

Più che colazione, brunch di Pasqua nel Lazio

La chiamano colazione di Pasqua ma somiglia di più a un brunch. Inizia appena svegli e finisce prima di tuffarsi sul divano, una vera maratona enogastronomica!

Roma sottosopra tra labirinti, cave e laghetti

Benvenuti nella Roma sottosopra, 3 luoghi sotterranei tra labirinti, cave, grotte e laghetti. Dove? Al Celio, a Monteverde e sotto il Parco dell’Appia Antica.

Il Menù di San Giuseppe alla Festa del Papà

Per la Festa del Papà abbiamo in serbo una sorpresa. Non solo i bignè ma un intero Menù di San Giuseppe alla scoperta delle tradizioni culinarie del Lazio.

Meraviglie da scoprire tra Nepi e Castel S.Elia

Da Nepi, alle cascate naturali, alla Basilica di Sant’Elia gioiello in stile romanico, l’itinerario in questo angolo dell’alta Tuscia è pieno di meraviglie.

Viaggio nel Giardino di Ninfa. Benvenuti in Paradiso

Alberi secolari, fiori variopinti, antiche rovine, giochi d’acqua. Il Giardino di Ninfa è un’opera d’arte vivente, scoprirla è un’esperienza che accende i sensi

8 marzo e Giulia Farnese, la Bella della Tuscia

Giulia Farnese, la Bella, muore il 23 marzo 1524. Dopo 500 anni, scopriamone storia e aneddoti inattesi nella Giornata Internazionale della Donna, l’8 marzo.