Il Cammino dei Briganti è un percorso di trekking, nella cornice dell’Appennino Centrale nel Cicolano, che attraversa una natura selvaggia e incontaminata, vecchie mulattiere e borghi dall’atmosfera medievale.

Riserva naturale regionale Montagne della Duchessa

Riserva naturale regionale Montagne della Duchessa

Un percorso di confine: per la Storia d’Italia, quando i Sabaudi entrarono nel Regno delle Due Sicilie nel percorso verso l’unificazione, e geografico, oggi tra Lazio e Abruzzo, ieri tra il Regno delle Due Sicilie e lo Stato Pontificio, dove i briganti si spostavano da una parte all’altra a cavallo, combattendo i nuovi arrivati.

Una storia di 150 anni fa che è diventata un itinerario sulle orme dei briganti della Banda di Cartore, comandata dal brigante Berardino Viola, ma anche quella degli uomini fedeli a Carmine Crocco e al generale spagnolo José Borjes.

Cicolano

Il cammino è ad anello ed è suddiviso in 7 tappe da percorrere in 7 giorni, con possibilità di alloggiare in antichi casali, per un totale di circa 100 km. Inoltre, trovandosi a quote medie, tra gli 800 e i 1300 metri, è adatto anche a famiglie sia a piedi sia in mountain bike e ha una sua credenziale denominata “salvacondotto” su cui raccogliere i timbri che certificano l’avvenuto percorso.

Si attraverseranno la Val de’ Varri, luogo incontaminato, e la Valle del Salto, scavata dall’omonimo fiume, con  borghi come Santo Stefano, Valdevarri e Poggiovalle paese di origine di diversi briganti, fra cui Michele e Berardino Pietropaoli, e ancora oggi, sulle pareti delle abitazioni si possono ammirare dipinti che raccontano antiche storie di fuorilegge.

Cicolano

Il borgo di Nesce, dai tratti medievali ma dalle origini più antiche, era un importante centro di epoca romana, capitale della Res Publica Aequicolanorum. Nelle vicinanze si trova un famoso birrificio artigianale.

Costeggiando il Fiume Salto, si passa dalla frazione di Villerose a Spedino dove, fuori dal centro abitato, si possono ammirare i ruderi del castello risalente all’XI secolo. Da non perdere anche la Chiesa di San Paolo con la necropoli annessa, fino ad arrivare a Cartore, un antico centro abitato nella Riserva naturale regionale Montagne della Duchessa, che dà il nome all’omonima banda di briganti della zona.

Da Cartore, attraverso sentieri Cai, si può raggiungere il Lago della Duchessa, chiamato così in onore di Margherita d’Austria. È di origine carsica, a 1788 metri, in una conca glaciale sovrastata da cime, è il lago più alto del Lazio ed uno dei più alti dell’Appennino centrale.

Lago della Duchessa

Lago della Duchessa

Ottime notizie per gli amanti di natura e trekking. Il Cammino dei Briganti, un percorso tra Lazio e Abruzzo, si estende nel Grande Cammino dei Briganti, in un percorso a piedi che collega le principali tappe storiche del brigantaggio meridionale attraverso cinque regioni italiane: Abruzzo, Lazio, Molise, Campania e Basilicata. Un itinerario da compiere in 35 giorni di cammino per un totale di 600 chilometri.

Per ulteriori informazioni sul Cammino e le singole tappe:
camminodeibriganti.it/
riservaduchessa.it/itinerari/cammino_briganti_in_riserva.html
grandecamminodeibriganti.wordpress.com/

INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

“Ho visto un posto che mi piace, si chiama Monte Gorzano”

Con le parole di una famosa canzone vogliamo raccontarvi la nostra escursione sulla montagna più alta del Lazio, il Monte Gorzano 2458 mt s.l.m.. Partiti di buon mattino, ci dirigiamo verso Amatrice, ridente località bagnata dal fiume Tronto e circondata da oltre...

A Ronciglione, la Corsa a Vuoto al Palio di San Bartolomeo

Torna a Ronciglione la tradizionale Corsa a Vuoto al Palio di San Bartolomeo, sabato 20 e domenica 21 agosto. La Corsa dei Cavalli a Vuoto, o Corsa dei Barberi, è una rievocazione storica unica nel suo genere, un gioco forse d’origine greco-romana e sicuramente molto...

Immersi nella natura, alla scoperta dei monti Prenestini

C’è un territorio capace di sorprendere con itinerari suggestivi e talvolta selvaggi, immersi in luoghi tutti da scoprire: i monti Prenestini. Lontano dal caldo e dai rumori della vita cittadina Guadagnolo, il centro abitato più alto del Lazio, sorge in cima...

Gaeta, un luogo indimenticabile

Gaeta con il suo golfo, simbolo della Riviera di Ulisse, è un luogo indimenticabile per vivere un’emozione unica, irrepetibile e fuggire dall’afa cittadina. Partiti di buon mattino ci dirigiamo con l’auto nella città delle cento chiese, le cui origini si perdono nella...

Rocca di Cave, tra scogliera corallina, dinosauri e cosmo

Nel grazioso borgo arroccato di Rocca di Cave è possibile vivere un emozionante escursione, un tuffo nel passato che permetterà di scoprire la millenaria storia del territorio. Nel 2016 proprio in questi luoghi, sui Monti Prenestini, è stato ritrovato il dinosauro,...

Le meraviglie da scoprire tra Nepi e Castel Sant’Elia

Conoscete l’Alta Tuscia? Oggi vi portiamo da Nepi a Castel Sant’Elia alla scoperta di alcune meraviglie che non ti aspetti, nascoste in pochi chilometri. Siamo a Nepi, uno dei punti di accesso all’antica Etruria affacciato da uno sperone di tufo, una peculiarità...

Il Lago del Salto tra fiordi, borghi e mistero

Il Lago del Salto è il più grande bacino artificiale del Lazio, prende il nome dalla valle del Salto dove è stato creato con lo sbarramento dell’omonimo fiume. Il suo aspetto estremamente selvaggio, a tratti anche ruvido, lo rende unico e affascinante. I suoi fiordi,...

Un weekend in bicicletta a Rieti

Rieti, nella piana reatina con le sue colline verdi, la natura incontaminata e le sue maestose montagne che la circondano, è il luogo ideale per trascorrere un weekend all’insegna di rilassanti passeggiate in bicicletta, come cantava Cocciante, magari con tutta la...

Un viaggio lungo le rive dei fiumi del Lazio

Cosa c’è di meglio di chiare e fresche acque per lenire il caldo delle torride giornate estive, se non vivere un’esperienza lungo le rive di alcuni dei più importanti fiumi del Lazio? A soli 50 km da Roma le Gole del Farfa, vero paradiso per gli amanti del canyoning,...

Ventotene… l’isola che non ti aspetti

Vogliamo raccontarvi il nostro fine settimana nell’Isola di Ventotene tra mare, storia, cultura e tanto buon cibo. Imbarcati sul traghetto e giunti alla vista dell’inconfondibile isola dalle tante case colorate, non possiamo non rimanere affascinati alla visione...