Natura, outdoor, cultura, enogastronomia ed eventi: paghi uno prendi cinque! Siamo a Leonessa, la terra della celebre “patata fritta, lessa o rescallata”.

Ogni stagione è giusta per salire in macchina e raggiungere questo delizioso borgo montano, meta per ogni tipo di sport all’aria aperta e di delizie culinarie. Leonessa è terra di bellezza, terra di emozioni, pietra preziosa che splende soprattutto in autunno grazie ai caldi colori dell’autunno che ricoprono le sue montagne, le calde sfumature rosse, arancio e gialle la incorniciano rendendola particolarmente suggestiva.

Leonessa

Se siete appassionati di sport, avete l’adrenalina a 1000, Leonessa è tutta vostra! Trekking, mountain bike, down hill, bici elettriche, moto, un vero regno dell’Outdoor, amato da ciclisti e motociclisti sia d’estate e che d’inverno!

Due terzi del territorio di Leonessa sono costituiti da boschi e pascoli d’alta montagna, zampillanti ruscelli, amene valli, da non perdere il Riofuggio, il Bosco della Vallonina che racchiude incastonate le stupende Valli dell’Organo, dove nell’anfiteatro naturale del monte Terminillo sorge la stazione sciistica di “Campo Stella”; il monte Tilia è raggiungibile mediante una seggiovia, che arriva in prossimità di un suggestivo laghetto montano da dove iniziare bellissime passeggiate, il posto ideale per gli amanti di natura e montagna.

Dopo tanta attività e con l’aria di montagna è normale avere un certo languorino che i prodotti e le specialità enogastronomiche leonessane sapranno sicuramente soddisfare. Da queste parti c’è solo l’imbarazzo della scelta: mozzarelle di bufala e formaggi da pascoli d’alta quota, lenticchie, farro e salumi tipici! La Patata è sicuramente il prodotto principe dell’economia agricola della piana di Leonessa, celebrata nell’ormai famosa “Sagra della Patata”, con il suo motto “Fritta, lessa, rescallata. Un piatto co’ li fiocchi: lo tartufu co’ li gnocchi”.

Leonessa

A Leonessa la si può gustare, tutto l’anno, nei gustosi gnocchi al sugo o conditi con il tartufo; patate fritte e la “rescallata”, semplice e saporita come tutte le ricette di un tempo, a base di patate lesse saltate in padella con cipolla e pancetta. Anche il dolce è fatto con il tubero ingrediente fondamentale per le deliziose ciambelle fritte! Sazi sì, ma non di Leonessa che continua a stupirci e darci mille motivi per continuarla a scoprire…

Da dove continuare? Nel centro storico si possono ammirare alcuni palazzi d’epoca come i Palazzi Mongalli di cui uno è ora sede del Comune, con un pregevole portale realizzato in pietra locale, il Palazzo Cherubini, nel quale nacque, nel 1899, il famoso compositore Bixio Cherubini e infine il Palazzo Ettore, che è il più grande palazzo di Leonessa.

Leonessa

In piazza VII Aprile, vi è la Fontana Margaritiana che risale al Cinquecento, mica una banalità! Così denominata, poiché fu un dono che, nel 1548, Margherita d’Austria volle fare alla città. Di antiche origini è anche la Fonte della Ripa del XII secolo, che costituiva la fonte del Castello di Ripa e, in origine, era l’unica risorsa idrica di Leonessa. Le sue acque provengono dalla limpida e fresca sorgente della Rocca.

La chiesa di San Francesco, dalla facciata romanico-gotica in pietra rossa locale, custodisce due opere d’arte rinascimentali: il Presepe in terracotta policroma e il Crocifisso ligneo. Nella cripta importanti affreschi che raffigurano l’Inferno, il Paradiso, la Madonna dell’Ulivo e alcune scene bibliche.

Allora, in questo fine settimana lasciate le vostre città, Leonessa è la meta fuoriporta ideale e vi aspetta a braccia aperte!

INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

“Ho visto un posto che mi piace, si chiama Monte Gorzano”

Con le parole di una famosa canzone vogliamo raccontarvi la nostra escursione sulla montagna più alta del Lazio, il Monte Gorzano 2458 mt s.l.m.. Partiti di buon mattino, ci dirigiamo verso Amatrice, ridente località bagnata dal fiume Tronto e circondata da oltre...

A Ronciglione, la Corsa a Vuoto al Palio di San Bartolomeo

Torna a Ronciglione la tradizionale Corsa a Vuoto al Palio di San Bartolomeo, sabato 20 e domenica 21 agosto. La Corsa dei Cavalli a Vuoto, o Corsa dei Barberi, è una rievocazione storica unica nel suo genere, un gioco forse d’origine greco-romana e sicuramente molto...

Immersi nella natura, alla scoperta dei monti Prenestini

C’è un territorio capace di sorprendere con itinerari suggestivi e talvolta selvaggi, immersi in luoghi tutti da scoprire: i monti Prenestini. Lontano dal caldo e dai rumori della vita cittadina Guadagnolo, il centro abitato più alto del Lazio, sorge in cima...

Gaeta, un luogo indimenticabile

Gaeta con il suo golfo, simbolo della Riviera di Ulisse, è un luogo indimenticabile per vivere un’emozione unica, irrepetibile e fuggire dall’afa cittadina. Partiti di buon mattino ci dirigiamo con l’auto nella città delle cento chiese, le cui origini si perdono nella...

Rocca di Cave, tra scogliera corallina, dinosauri e cosmo

Nel grazioso borgo arroccato di Rocca di Cave è possibile vivere un emozionante escursione, un tuffo nel passato che permetterà di scoprire la millenaria storia del territorio. Nel 2016 proprio in questi luoghi, sui Monti Prenestini, è stato ritrovato il dinosauro,...

Le meraviglie da scoprire tra Nepi e Castel Sant’Elia

Conoscete l’Alta Tuscia? Oggi vi portiamo da Nepi a Castel Sant’Elia alla scoperta di alcune meraviglie che non ti aspetti, nascoste in pochi chilometri. Siamo a Nepi, uno dei punti di accesso all’antica Etruria affacciato da uno sperone di tufo, una peculiarità...

Il Lago del Salto tra fiordi, borghi e mistero

Il Lago del Salto è il più grande bacino artificiale del Lazio, prende il nome dalla valle del Salto dove è stato creato con lo sbarramento dell’omonimo fiume. Il suo aspetto estremamente selvaggio, a tratti anche ruvido, lo rende unico e affascinante. I suoi fiordi,...

Un weekend in bicicletta a Rieti

Rieti, nella piana reatina con le sue colline verdi, la natura incontaminata e le sue maestose montagne che la circondano, è il luogo ideale per trascorrere un weekend all’insegna di rilassanti passeggiate in bicicletta, come cantava Cocciante, magari con tutta la...

Un viaggio lungo le rive dei fiumi del Lazio

Cosa c’è di meglio di chiare e fresche acque per lenire il caldo delle torride giornate estive, se non vivere un’esperienza lungo le rive di alcuni dei più importanti fiumi del Lazio? A soli 50 km da Roma le Gole del Farfa, vero paradiso per gli amanti del canyoning,...

Ventotene… l’isola che non ti aspetti

Vogliamo raccontarvi il nostro fine settimana nell’Isola di Ventotene tra mare, storia, cultura e tanto buon cibo. Imbarcati sul traghetto e giunti alla vista dell’inconfondibile isola dalle tante case colorate, non possiamo non rimanere affascinati alla visione...