Rocca di Cave, tra scogliera corallina, dinosauri e cosmo

Nel grazioso borgo arroccato di Rocca di Cave è possibile vivere un emozionante escursione, un tuffo nel passato che permetterà di scoprire la millenaria storia del territorio.

Nel 2016 proprio in questi luoghi, sui Monti Prenestini, è stato ritrovato il dinosauro, soprannominato “Tito”, il primo sauropode italiano conosciuto attraverso resti scheletrici, a conferma che l’Italia fu una terra abitata dai dinosauri per lungo tempo.

Il dinosauro Tito @montiprenestini.info

La nostra esperienza parte con un viaggio alla scoperta del mondo dei fossili, attraverso l’osservazione della scogliera corallina cretacica fossile, Monumento Naturale della Regione Lazio, un itinerario geologico-naturalistico che si snoda lungo un percorso di circa 1, 5 km, seguendo la via Genazzano, dove affiorano resti di molluschi, spugne, coralli, testimonianze della vita che fioriva in un mare tropicale circa 100 milioni di anni fa, sono riconoscibili anche le testimonianze dei fenomeni carsici che hanno modellato il territorio.

Un museo “a cielo aperto”, naturale estensione del Museo Geopaleontologico “Ardito Desio”, realizzato all’interno della Rocca del IX secolo, che dedica numerose iniziative ai visitatori di ogni età.
La visuale che si ha dalla terrazza presente sulla torre della rocca è spettacolare e spazia dai rilievi appenninici ai Colli Albani, dalla campagna romana alla pianura pontina.

Proseguiamo il nostro itinerario visitando il planetario, per scoprire la meraviglia del nostro universo.

Scogliera corallina cretacica fossile @parchilazio.it

Sulla torre della rocca è presente, inoltre, un osservatorio astronomico che comprende un planetario stabile ed un planetario mobile.

Tutti con il naso all’insù, soprattutto in occasione di una delle tante serate divulgative organizzate per far conoscere le costellazioni nelle differenti stagioni, dedicate all’osservazione della Luna , dei pianeti, fino alle remote galassie, ai miti e tradizioni connessi all’osservazione della volta celeste.

Un’esperienza indimenticabile, da vivere assolutamente, non fatevela soltanto raccontare!

Monti Prenestini

***************

Per tutte le informazioni:

Museo Geopaleontologico “Ardito Desio” di Rocca di Cave
Piazza della Torre 11- 3355827864 –
museo.roccadicave@uniroma3.it;  info.hipparcos@gmail.com; geomuseoroccadicave@gmail.it

http://www.comune.roccadicave.rm.it/
https://www.parchilazio.it/

La Scogliera Corallina di Rocca di Cave è stata istituita “monumento naturale” con D.P.R.L. 03 ottobre 2016, n. 193 (B.U.R. 11 ottobre 2016, n. 81 S.O. n. 1)

INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

C’era una volta il Borgo di Farfa e le sue botteghe

Nel cuore dell'antica terra Sabina, ai piedi del Monte Acuziano, in un'atmosfera mistica, immerso una natura selvaggia, troviamo Farfa, due sillabe, un piccolo borgo, un grande nome che le viene dal fiume che scorre vicino, il Farfarus di Ovidio, il Fabaris di...

La bella Viterbo e la magia del suo “Villaggio di Natale”

Si immagini il grande orologio dipinto su Torre dei Priori a Viterbo, affacciato su Piazza del Plebiscito, con i suoi numeri arabi, lentamente scandire le ore, i giorni, i mesi … E’ trascorso un intero anno, 365 giorni per l’esattezza, senza che per l’aria si...

La Tuscia del Sentiero dei Briganti

Se l’Italia è “terra di santi, poeti, navigatori”, il Lazio è la patria dei briganti, uomini temuti ma anche acclamati dalla popolazione quanto disprezzati da nobili e “sbirri”. Personalità controverse, a volte indecifrabili, che sfuggendo alla legge ed eludendo le...

Picinisco la nuova Bandiera Arancione tutta da scoprire

Adagiato sul monte Meta, nel versante laziale del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, circondato da faggi, castagneti e boschi di querce, Picinisco da oggi offre un motivo in più per essere visitato. Il piccolo borgo della Valle di Comino ha avuto il...

Autunno. È tempo di foliage

Ad ottobre per gli amanti della natura e della fotografia inizia uno dei periodi più magici. Le foglie degli alberi cambiano colore, i boschi assumono una nuova veste con intonazioni cromatiche che vanno dall'arancione dorato al rosso intenso, l’aria è più fresca e i...

Immersi nei laghi del Lazio

Negli ultimi anni il sorgere di un turismo slow ed esperienziale ha prodotto un cambiamento nel concetto stesso di viaggio, rivolto ora verso destinazioni ricche di cultura, buon cibo e soprattutto tanto, tanto relax. Ecco allora prediligere i laghi del Lazio dove...

Le calde sfumature della Sabina

In autunno, quando la natura si tinge delle mille sfumature calde che vanno dal rosso, al giallo, al marrone, tanti prodotti tipici stagionali appaiono sulle tavole dei borghi reatini e spesso vengono celebrati in famose sagre. Il borgo dove si incontrano il Cammino...

Percile il piccolo borgo tra boschi e radure dei Monti Lucretili

Una meta ideale per le tiepide giornate autunnali è il piccolissimo borgo di Percile, gioiello immerso tra boschi e radure del Parco dei Monti Lucretili, dove si respira ancora un’atmosfera medievale ed il tempo sembra sospeso. Pronti allora per perdersi tra vicoli,...

Castel Gandolfo: l’elegante centro storico e la passeggiata lungo il lago

Basta una giornata di sole per farci desiderare di visitare uno dei più suggestivi borghi dei Castelli Romani. Castel Gandolfo, famoso per essere la residenza estiva dei pontefici e per i suoi bellissimi giardini che ospitano i resti della Villa di Domiziano e la...

Conosci Piazza di Spagna a Roma?

Turista o romano, avrai risposto “Certo!”. Ma noi ti sveliamo due punti molto poco noti di Piazza di Spagna nel grande sito Patrimonio Mondiale dell’Unesco della Città Eterna. Forse tutti sanno che Piazza di Spagna deve il suo nome all’Ambasciata di Spagna presso la...