Benvenuti a Villa d’Este, complesso del XVI secolo costituito dal Palazzo e dallo splendido giardino italiano, capolavoro del Rinascimento. Fu costruita per il colto e raffinato cardinale Ippolito II d’Este, figlio di Alfonso I e di Lucrezia Borgia. Il governatore di Tivoli dal 1550 fu ispirato dai fasti delle dimore degli Estensi e delle corti francesi dove aveva soggiornato e la commissionò all’architetto Pirro Ligorio.

Villa d'Este a Tivoli

Villa d’Este – Panorama dall’alto

Patrimonio Mondiale dell’Unesco insieme a Villa Adriana, Villa d’Este ci accoglie con le sue fontane, i ninfei, le grotte e il trionfo dell’acqua con i suoi spettacolari effetti sonori. La moda della musica idraulica ha ispirato la realizzazione del giardino. Grazie a un imponente sistema idraulico convoglia l’acqua del fiume Aniene.

Villa d'Este a Tivoli

Villa d’Este – Peschiere e Fontana di Nettuno

Accanto ai giochi d’acqua, sono molte le sculture dedicate ai miti greci, la Grotta di Diana, la Fontana del Pegaso, la Loggia di Pandora, la fontana del Bicchierone, progettata dal Bernini con un potente getto d’acqua che precipita in una grande conchiglia. E ancora la fontana dell’Organo o “del Diluvio” per il prorompente spettacolo d’acqua.

Villa d'Este a Tivoli

Villa d’Este – Fontana della Rometta

Al di sopra del giardino si erge il casino con la sua loggia centrale su due livelli, congiunti da scenografiche rampe di scale. Al piano inferiore c’è la Fontana di Leda, affascinante moglie del re di Sparta. La mitologia greca vuole che Zeus si trasformò in un cigno per poter amare Leda. Vizio e Virtu’, componenti allegorici collegati alla figura di Ercole-Ippolito, sono temi ricorrenti a Villa D’Este.

Villa d'Este a Tivoli

Viale delle Cento Fontane o “Cannelle”

Spettacolare è la passeggiata lungo il Viale delle Cento Fontane o “Cannelle” che congiunge la fontana dell’Ovato – simbolo di Tivoli, con la statua della Sibilla Tiburtina. Le forze dell’acqua e dell’aria fanno girare un cilindro dentato, una sorta di carillon, mettendo in azione le 22 cannelle che riproducono il suono di strumenti musicali e di animali.

Villa d'Este a Tivoli

Villa d’Este – Fontana dell’Ovato

Villa d’Este è stata punto di riferimento culturale e ha ospitato anche il musicista Franz Liszt. Proprio qui compose Giochi d’acqua a Villa d’Este, partitura per pianoforte, e tenne nel 1879 uno dei suoi ultimi concerti.

Villa d'Este a Tivoli

Villa d’Este- Fontana dei Draghi

Tivoli era l’antica “Tibur Superbum” come la chiamò Virgilio. Da non perdere anche la visita alla vicina Villa Gregoriana, immersa nel verde, ai siti monumentali di Villa Adriana, del Santuario di Ercole Vincitore, della Mensa Ponderaria, del Mausoleo dei Plautii, che unitamente a Villa d’Este costituiscono il complesso de “Le Villae” gestite dall’Istituto autonomo Villa Adriana e Villa d’Este.

 

Social share
INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

Seguendo l’eco del Liri in 4 borghi ciociari

L’acqua caratterizza la Ciociaria. Seguiamo l’eco del Liri nei 4 borghi che portano il suo nome: Castelliri, Fontana Liri, San Giorgio a Liri, Isola del Liri.

Leonessa, un borgo per tutte le stagioni

Trekking, mountain bike, downhill, Leonessa è un vero regno dell’outdoor, amato da ciclisti e motociclisti sia d’estate che d’inverno. Da non perdere le sagre.

100 sfumature di un secolo di Garbatella

I cento anni della Garbatella hanno disegnato superbe rughe nell’anima eclettica d’un quartiere strabordante di storia e arte, di tradizioni e romanità.

7 posti “al bacio” nel Lazio per San Valentino

Dove si può stare soli soletti a San Valentino nel Lazio? Ecco 7 posti “al bacio” riservati solo a voi e al vostro Amore! Buon San Valentino.

Il Carnevale goloso del Lazio

Nel periodo più colorato, allegro e divertente dell’anno, trasportati dalla leggerezza del carnevale scopriamo i ghiotti dolci della tradizione del Lazio.

Nel Lazio tra i 4 Carnevali Storici d’Italia

Tra i 48 Carnevali Storici italiani selezionati dal Ministero della Cultura, 4 sono nel Lazio. Scopriamo e viviamo i 4 borghi ospiti in Ciociaria e Tuscia.

Quando Mozart suonò a Civita Castellana

Il ricordo della visita di Mozart a Civita Castellana durante un viaggio in Italia. Nel Duomo di S.Maria Maggiore durante la Messa suonò lo straordinario organo

Silent Walking nel Lazio tra le Big Bench

Sentitevi minuscoli e meravigliatevi sulle 9 Panchine Giganti nel Lazio. Il silent walking è forse il modo migliore, una passeggiata solitaria e silenziosa.

Tutti Fritti, 10 street food tipici del Lazio

Ladies and gentlemen, ecco a voi gli streetfood tipici del Lazio, sfiziosi e golosi. Stappate le birre gelate, si mangia con le mani al “Tutti Fritti Party”!

Il pastorello di Vitorchiano che salvò Roma

I Musei Capitolini ospitano Lo Spinario, la statua raffigurante Marzio, pastorello di Vitorchiano seduto su una roccia intento a togliersi una spina dal piede.