Montasola è un pittoresco paese medievale adagiato su una propaggine del Monte Tancia, caratterizzato da uno scenografico e panoramico centro storico, ornato da strette viuzze a gradini, pavimentate a ciottoli e mattoni, movimentate da archi. Percorribili solo a piedi salgono in maniera concentrica fino alla rocca, punto più alto del paese e dell’intero territorio sabino, da cui si possono ammirare suggestivi tramonti.

La Piazza Umberto I, da cui si gode di un panorama su valli e montagne è ubicata a ridosso della Chiesa Parrocchiale dei Santi Pietro e Tommaso, fatta costruire da Celestino III, nel XII secolo.

Il complesso dell’Opera Pia Cimini, ubicato su un lato della piazza, lasciato in eredità dal benefattore Francesco Cimini alla sua morte nel 1712, si compone di una Chiesa, un Ospedale, adiacente all’oratorio, la chiesetta del Monte e diverse proprietà in Sabina ed a Roma. Francesco Cimini divenne ricco scoprendo delle verghe d’oro nella bottega a Roma in cui lavorava come falegname. Nel 1681, concesse un prestito di 500 scudi alla comunità di Montasola, che, non potendo rimborsare il debito, si impegnò a pagare in perpetuo un “Mastro di Scola” per studenti meritevoli e una dote per le oneste zitelle.

La chiesa dell’Oratorio è ricca di gruppi marmorei e di dipinti, notevole la tela d’altare della scuola di Antonio Gherardi. La tela è intercambiabile con un Crocefisso ligneo, mediante un argano ancora funzionante.

I due splendidi putti marmorei, posti sulle balaustre dell’altare, sono attributi dalla tradizione popolare alla scuola del Bernini.

L’oratorio segue perfettamente i canoni del barocco, notevole una balaustra scolpita nel pregiato marmo rosa di Cottanello.

L’oratorio condivide con l’adiacente chiesa di San Michele Arcangelo il Campanile e due delle quattro campane.

Svariati gli appuntamenti gastronomici da non perdere: il primo maggio si svolge la Sagra delle Fave e del Pecorino e, nello stesso mese la Sagra della Fregnaccia, tipica pasta fatta in casa. Nel mese di luglio si organizza la manifestazione Antichi Sapori, un percorso enogastronomico che dalle cantine arriva fino alla piazza principale del paese.

 

INFO UTILI
distanza da Roma 77 km
da non perdere Chiesa dell’oratorio
sito web Comune di Montasola

SCOPRI ANCHE

C’era una volta il Borgo di Farfa e le sue botteghe

Nel cuore dell'antica terra Sabina, ai piedi del Monte Acuziano, in...

Picinisco la nuova Bandiera Arancione tutta da scoprire

Adagiato sul monte Meta, nel versante laziale del Parco Nazionale...

Pico

Il borgo di Pico è in provincia di Frosinone sul versante...

Varco Sabino

Varco Sabino, a circa 95 km da Roma, sorge su un colle a circa 750...