Se nel territorio reatino avvenne il famoso ratto delle Sabine, pochi sanno che a Rocca Canterano nel 1084 ci fu il ratto delle ragazze locali. I rapitori delle fanciulle proposero in seguito una riconciliazione istituendo un banchetto a favore delle famiglie danneggiate dalla perdita delle fanciulle. Da allora, è ancora oggi tradizione a Rocca Canterano, che venga offerto agli ospiti il “Pranzo della riconciliazione”, un momento folcloristico dove potrete assaggiare tipicità locali come i cecapreti, ovvero sagne condite con sugo di pecora e gli gnocchetti realizzati con acqua e farina.

Passeggiando lungo le caratteristiche vie del paese si incontreranno luoghi di notevole interesse turistico che arricchiranno la vostra visita a Rocca Canterano, a pochi chilometri da Roma. Dalla Chiesa di Santa Maria Assunta al Fontanile Piene delle Portelle, dal Palazzo Moretti a Fonte Amato, sarà un percorso entusiasmante che vi guiderà alla scoperta di un borgo ricco di storia e tesori naturalistici. Non perdetevi una visita anche alla Chiesa della Madonna del Brecciaro, ormai diroccata, e a quella di San Michele, sulla cima della Costa Sole.

Per gli appassionati del trekking è interessante il percorso che si snoda ad anello passando per i resti della Chiesa di San Michele, nei pressi del pozzo della Retommella, regalando agli escursionisti uno stupendo panorama delle più alte cime della regione.

 

Social share
INFO UTILI
distanza da Roma 60 km
da non perdere Palazzo Moretti
sito web Comune di Rocca Canterano

SCOPRI ANCHE

Cori

Cori è un borgo collinare adagiato sui monti Lepini a quota 400 mt....

Nemi

Nemi è il luogo delle famose fragoline, di antiche leggende, delle...

Toffia

Lungo il Cammino di San Francesco s'incontra Toffia, il borgo in...

Rocca di Cave

Ricco di storia e di fascino, Rocca di Cave è un borgo arroccato a...