Le fontane di Roma rappresentano un vero e proprio patrimonio artistico e culturale dal valore unico: dalla Fontana del Tritone alle tre fontane di Piazza Navona (la Fontana dei Quattro Fiumi, del Moro e del Nettuno), da Fontana di Trevi alla Fontana delle Tartarughe, e molte altre ancora, l’acqua rappresenta sempre una fonte ma soprattutto un inno alla bellezza da scovare alla fine di una strada o pronta a stupirci nel bel mezzo di una piazza, a simboleggiare la magnificenza di chi ne aveva commissionato la realizzazione.

Fontana del Tritone

Fontana del Tritone

La grandezza di Roma era basata sull’acqua: è grazie ai suoi acquedotti e alla sua rete idrica che la civiltà Romana prese forma. Esistono davvero tante curiosità e aneddoti legati alle tradizioni di Roma, molte delle quali hanno proprio le fontane come protagoniste: dai lanci delle monetine per esprimere i desideri fino ai bigliettini sulle “statue parlanti”, con cui i romani indirizzavano la loro critica e satira verso i governanti.

Piazza Navona

Fontana dei Quattro Fiumi – Piazza Navona

A proposito di curiosità, sapete, che una volta Piazza Navona era uno stadio? Oggi simbolo della Roma barocca, era infatti il primo stadio in muratura nella storia dell’antica Roma, dove il perimetro del campo da gioco è visibile ancora oggi. Il nome stesso della piazza deriva dalle “agone”, i giochi atletici che un tempo vi si svolgevano e non dai giochi acquatici che si tenevano nella piazza in epoca barocca, come molti credono, poi ripresi nell’Ottocento con l’allagamento della piazza durante il mese di agosto.

Oggi è imprescindibile pensare alla Città Eterna senza le sue fontane, scenografie di tantissime pellicole ormai scolpite nella memoria collettiva: basti pensare alla bellissima Anita Ekberg che, per richiamare l’attenzione di Marcello Mastroianni nel film “La dolce vita” gli sussurrava “Marcello come here”, invitandolo a immergersi con lei nelle acque della Fontana di Trevi. Le fontane di Roma hanno infatti fatto parte del racconto del cinema: ricordate Totò che in “Totòtruffa 62” che cercava di vendere Fontana di Trevi ad un ignaro turista? E poi ancora con Fellini, Monicelli, Pasolini, Sorrentino, Woody Allen. Tanti i registi che hanno utilizzato le fontane di Roma come scenografia o protagoniste per raccontare le loro storie ambientate nella Capitale.

Fontana delle Tartarughe

Fontana delle Tartarughe

Tra le meravigliose fontane da visitare ed ammirare non possiamo non citare la Fontana delle Tartarughe, realizzata con marmi pregiati africani su progetto originario di Giacomo della Porta. Le quattro tartarughe sono copie delle originali in bronzo, oggi custodite nei Musei Capitolini.

Fontana dell’Acqua Paola “Il Fontanone”

Merita una visita la Fontana dell’Acqua Paola commissionata da Papa Paolo V all’inizio del 1600 a Giovanni Fontana; il Fontanone del Gianicolo raccoglie l’acqua proveniente dal Lago di Bracciano. Da non perdere la Fontana del tritone, realizzata in travertino da Gian Lorenzo Bernini nel 1643 nella piazza antistante la facciata del sontuoso palazzo di Papa Urbano VIII. Al centro di piazza della Repubblica si trova invece la Fontana delle Naiadi, considerata la più bella tra le fontane moderne di Roma.

E poi ci sono loro, “i nasoni”: le fontanelle in ghisa o travertino diffuse in tutta la città, che da generazioni dissetano romani e non con la loro acqua fresca e di qualità.

INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

C’era una volta il Borgo di Farfa e le sue botteghe

Nel cuore dell'antica terra Sabina, ai piedi del Monte Acuziano, in un'atmosfera mistica, immerso una natura selvaggia, troviamo Farfa, due sillabe, un piccolo borgo, un grande nome che le viene dal fiume che scorre vicino, il Farfarus di Ovidio, il Fabaris di...

La bella Viterbo e la magia del suo “Villaggio di Natale”

Si immagini il grande orologio dipinto su Torre dei Priori a Viterbo, affacciato su Piazza del Plebiscito, con i suoi numeri arabi, lentamente scandire le ore, i giorni, i mesi … E’ trascorso un intero anno, 365 giorni per l’esattezza, senza che per l’aria si...

La Tuscia del Sentiero dei Briganti

Se l’Italia è “terra di santi, poeti, navigatori”, il Lazio è la patria dei briganti, uomini temuti ma anche acclamati dalla popolazione quanto disprezzati da nobili e “sbirri”. Personalità controverse, a volte indecifrabili, che sfuggendo alla legge ed eludendo le...

Picinisco la nuova Bandiera Arancione tutta da scoprire

Adagiato sul monte Meta, nel versante laziale del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, circondato da faggi, castagneti e boschi di querce, Picinisco da oggi offre un motivo in più per essere visitato. Il piccolo borgo della Valle di Comino ha avuto il...

Autunno. È tempo di foliage

Ad ottobre per gli amanti della natura e della fotografia inizia uno dei periodi più magici. Le foglie degli alberi cambiano colore, i boschi assumono una nuova veste con intonazioni cromatiche che vanno dall'arancione dorato al rosso intenso, l’aria è più fresca e i...

Immersi nei laghi del Lazio

Negli ultimi anni il sorgere di un turismo slow ed esperienziale ha prodotto un cambiamento nel concetto stesso di viaggio, rivolto ora verso destinazioni ricche di cultura, buon cibo e soprattutto tanto, tanto relax. Ecco allora prediligere i laghi del Lazio dove...

Le calde sfumature della Sabina

In autunno, quando la natura si tinge delle mille sfumature calde che vanno dal rosso, al giallo, al marrone, tanti prodotti tipici stagionali appaiono sulle tavole dei borghi reatini e spesso vengono celebrati in famose sagre. Il borgo dove si incontrano il Cammino...

Percile il piccolo borgo tra boschi e radure dei Monti Lucretili

Una meta ideale per le tiepide giornate autunnali è il piccolissimo borgo di Percile, gioiello immerso tra boschi e radure del Parco dei Monti Lucretili, dove si respira ancora un’atmosfera medievale ed il tempo sembra sospeso. Pronti allora per perdersi tra vicoli,...

Castel Gandolfo: l’elegante centro storico e la passeggiata lungo il lago

Basta una giornata di sole per farci desiderare di visitare uno dei più suggestivi borghi dei Castelli Romani. Castel Gandolfo, famoso per essere la residenza estiva dei pontefici e per i suoi bellissimi giardini che ospitano i resti della Villa di Domiziano e la...

Conosci Piazza di Spagna a Roma?

Turista o romano, avrai risposto “Certo!”. Ma noi ti sveliamo due punti molto poco noti di Piazza di Spagna nel grande sito Patrimonio Mondiale dell’Unesco della Città Eterna. Forse tutti sanno che Piazza di Spagna deve il suo nome all’Ambasciata di Spagna presso la...