Il borgo di San Gregorio da Sassola si trova in un territorio che faceva parte del fondo Ancesano, donato da Gregorio Magno nel 587 al monastero di Sant’Andrea al Celio. Dista 40 chilometri da Roma, il suo nucleo medioevale è costruito secondo il classico schema con il castello baronale all’apice e due accessi principali: uno in piazza Brancaccio e l’altro presso l’antica Porta Peti. Anche l’ampliamento barocco della struttura del borgo rimane ben distinto.

San Gregorio va visitata a piedi lasciandosi catturare dai caratteristici vicoli (come quello di San Giuseppe), fermandosi a sorseggiare un caffè nelle piazze, come Piazza Montanara, dove il tempo sembra davvero essersi fermato.

Meritano sicuramente di essere visitati il Castello Brancaccio, costruito nel X secolo e modificato alla metà del XVII secolo; la Chiesa parrocchiale dedicata di San Gregorio Magno del 1537, conserva una tavola trecentesca con l’immagine del Salvatore; la Chiesa della Madonna della Cavata, cinquecentesca, che conserva affreschi e un’immagine trecentesca della Madonna, secondo la leggenda ritrovata miracolosamente sotto terra da alcuni contadini intenti al lavoro dei campi.

Il nome del Comune attuale è piuttosto recente e risale al periodo successivo all’Unità d’Italia, nell’errata convinzione che corrispondesse all’antica città di Saxula.

La tradizione gastronomica ha nell’oliva un importante prodotto dell’economia locale. Tra i primi piatti spiccano la polenta, le sagne co’jaju pistatu, fettuccine caserecce condite con ragù, pomodoro e molto aglio. Spiccano anche il prosciutto di cinghiale e le pizze sfogliate.

Caciotte, ricotta di pecora e pecorino, prodotti tipici dei numerosi allevamenti locali. Tra i dolci, le ciambelle al vino e all’anice, pangiallo e pampepato.

Nelle vicinanze di San Gregorio si consiglia la visita alle Terme Acque Albule di Tivoli.

INFO UTILI
dist. da Roma 42 km
da non perdere Castello Brancaccio
sito web Comune di San Gregorio da Sassola

SCOPRI ANCHE

C’era una volta il Borgo di Farfa e le sue botteghe

Nel cuore dell'antica terra Sabina, ai piedi del Monte Acuziano, in...

Picinisco la nuova Bandiera Arancione tutta da scoprire

Adagiato sul monte Meta, nel versante laziale del Parco Nazionale...

Pico

Il borgo di Pico è in provincia di Frosinone sul versante...

Varco Sabino

Varco Sabino, a circa 95 km da Roma, sorge su un colle a circa 750...