Raccolto su uno sperone roccioso, Sant’Andrea fa parte dei paesi della Valle dei Santi, nella storica regione Terra di Lavoro, un tempo Campania felix.

Domina la Valle del Garigliano, e dell’antico centro storico conserva le mura, le torri circolari, in parte inglobate nelle case, la torre dell’orologio, una volta campanile di una chiesa.

Fu abitato certamente in età Romana –  è stata ritrovata un’epigrafe latina – poi a più riprese danneggiato e ricostruito, fino all’ultimo Conflitto Mondiale: era sulla ‘Linea Gustav’, e subì le distruzioni del 1943-44.

Il verde e le acque ne caratterizzano il paesaggio: sotto il paese un porticciolo consente di accedere al Garigliano e navigarlo, godere delle qualità terapeutiche della fonte Salomone, e di spingersi lungo il fiume fino alle Terme di Suio, a pochi km: qui le piscine termali con giochi d’acqua, cascatelle e doccioni immerse in un bell’ambiente naturale assicurano un totale relax.

La cucina è quella tipica ciociara: per non perdere le preziose ricette tradizionali, e magari le piccole varianti locali, gli anziani del paese hanno raccolto ricette e foto dei piatti tradizionali, a disposizione dei curiosi nel sito del Comune.

INFO UTILI
distanza da Roma 145km
da non perdere porticciolo sul Garigliano
sito web Comune di Sant'Andrea del Garigliano

SCOPRI ANCHE

C’era una volta il Borgo di Farfa e le sue botteghe

Nel cuore dell'antica terra Sabina, ai piedi del Monte Acuziano, in...

Picinisco la nuova Bandiera Arancione tutta da scoprire

Adagiato sul monte Meta, nel versante laziale del Parco Nazionale...

Pico

Il borgo di Pico è in provincia di Frosinone sul versante...

Varco Sabino

Varco Sabino, a circa 95 km da Roma, sorge su un colle a circa 750...