La cittadina di Strangolagalli, che conserva ancor oggi un impianto medievale con i vicoli caratteristici, è situata al centro di un un’area collinare naturalmente protetta: nel Medioevo viene definita oppidum (fortezza) con la funzione di difendere i coloni dediti alla coltivazione delle terre circostanti.

Per gli amanti della natura da non perdere le sorgenti lungo i pendii del territorio che, nel caso del torrente Triano-La Piana (detto Rio d’Argento) danno vita ad uno scenario di cascate naturali tra i boschi. In paese è degna di nota la Chiesa di San Michele Arcangelo.

L’origine del nome è curiosa e incerta. Potrebbe inoltre derivare dal bizantino strongylos (circolare) e da quello longobardo wall (“palizzata”), ad indicare una località in origine fortificata per mezzo di una palizzata circolare.

Altre etimologie popolari fantasiose hanno costruito la leggenda di un assedio in cui il nemico doveva attaccare al cantar del gallo, assalto che gli abitanti scongiurarono strangolando tutti i galli.

Questa opinione sembrerebbe trovar credito nello Stemma della Città, dominato da un gallo ed una volpe: a significare che all’astuzia della volpe, si contrappone la vigilanza del gallo.

Un’altra versione racconta che ai tempi dell’invasione dei Galli questi furono qui sconfitti con una manovra, appunto, a “strangola Galli”, questa versione potrebbe avere un suo fondamento considerando l’esistenza di una vicina località chiamata Campo dei Galli.

In cucina ottime le tradizionali fettuccine ciociare le ciambelle dolci.

 

Social share
INFO UTILI
distanza da Roma 112km
da non perdere Passeggiata ecologica "Rio d'Argento"
sito web Comune di Strangolagalli

SCOPRI ANCHE

Prossedi

Immersa in un contesto naturalistico di grande fascino, Prossedi è...

Sezze

Su una collina che domina la Pianura Pontina, Sezze è ai piedi del...

Viticuso

Viticuso è il comune più orientale del Lazio. Chiuso tra le cime dei...

Isola del Liri

Isola del Liri è un gioiello della Ciociaria da visitare almeno una...