Vicovaro lungo la Via Tiburtina Valeria, dista circa 45 km da Roma  e 4 Km dal casello autostradale della A24 Roma L’Aquila (Autostrada dei Parchi).

Il paese è situato in una conca alberata su un pianoro che presidia la Valle dell’Aniene e sorge sui resti dell’antichissima città di Varia, avamposto difensivo della popolazione italica degli Equi.

Vicovaro può considerarsi la porta d’accesso naturale alla Valle dell’Aniene e al Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili. La tradizione locale, in verità, pone la città di Varia in località Quarto del Piano e Mammalocchi, confondendo così i vasti resti di costruzioni poligonali di ville agricole del periodo romano con antiche mura di città.

Varia è annessa alla tribù Camilia, nella divisione attuata da Augusto, quando l’Aniene segnava i confini del Lazio a Sud e della Sabina a Nord e la sua giurisdizione si estendeva sino alla Valle Ustica, odierna Valle del Licenza.

Le testimonianze archeologiche del passato romano di Varia sono numerose: resti di ville rurali e residenziali, epigrafi e vari materiali architettonici e decorativi disseminati nella zona.

Nel periodo tardo-romano, Varia decade e il suo centro abitato si spopola sino a ridursi ad un semplice vicus. Il Cristianesimo si diffonde in queste terre seguendo la Via Valeria, pur conservando nel tempo alcune usanze pagane.

Per maggiori informazioni:Comune di Vicovaro

INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

Pico

Il borgo di Pico è in provincia di Frosinone sul versante...

Varco Sabino

Varco Sabino, a circa 95 km da Roma, sorge su un colle a circa 750...

Tra i “borghi più belli d’Italia”: tutti i colori di Orvinio

Orvinio, tra i "Borghi più Belli d'Italia” e 2° classificato nel...

Pane, olio e stelle. Benvenuti a Boville Ernica

Boville Ernica è un pittoresco borgo che svetta su una collina di...