Se il vostro obiettivo è stare in forma, Roma è la città ideale per voi! Dimmi dove sei e ti dirò in che villa andare.

Siete nel quartiere pinciano? Andate a Villa Borghese!

E’ il parco più centrale di Roma. Al suo interno ospita edifici storici e bellissime fontane! Si passa dalla Galleria Borghese, al Casino dell’Orologio. Dal laghetto, con il bellissimo Tempio di Esculapio a Piazza di Siena, fino all’affascinante uccelleria. Magnifica è la veduta dal Pincio da cui si gode uno spettacolo unico su Roma. Imperdibile è la Galleria Borghese con le opere del Bernini e del Canova: uniche!

Ma siamo venuti qui per allenarci, non dimentichiamolo! Il momento cultura solo dopo aver sudato un pochino!

Una curiosità: in tutto il parco, gli incroci di viali e sentieri sono contrassegnati da statue e fontane.

Nell’area Aurelia, Villa Doria Pamphilj è scelta giusta.

Una residenza storica che rappresenta il terzo più grande parco pubblico di Roma, con ben 184 ettari. C’è un bellissimo laghetto dove scorrazzano i cigni. Ci sono numerosi “sali e scendi” interessanti da fare in bicicletta o correndo. Ci sono le sbarre per le trazioni ed esercizi a corpo libero. I suoi sentieri rustici, i vialetti nascosti, le palme altissime, le tante statue e fontane. Il fiumicello che scorre lento fino al laghetto. Un bel posto in cui praticare sport! Perfetto anche per rilassanti pic-nic, tempo permettendo.

Una curiosità: la Fontana delle Lumache eseguita dal Bernini per Piazza Navona, ma ritenuta troppo modesta per Innocenzo X e donata alla cognata Olimpia Maidalchini, detta anche Donna Olimpia o Pimpaccia. Quest’ultima la destinò a Villa Pamphili. L’originale berniniano fu distrutto dalle intemperie e sostituito da una copia nel corso del XIX secolo.

Siete all’Appio? Andate in direzione del Parco della Caffarella.

Una bella oasi di verde a pochi passi dal centro di Roma dove poter correre o andare in bici. Un luogo fruibile anche per i bambini che vi possono trovare conigli, pecore, cavalli, struzzi, pony, galline, asini, cornacchie, pappagalli, storni, beccacce… insomma una fauna notevolmente interessante per i più piccoli e non solo. Al fondo valle scorre l’Almone, fateci un salto. Non perdetevi la visita dell’Antico Ninfeo di Egeria. Il Parco della Caffarella offre un paesaggio naturale arricchito da reperti archeologici di epoca romana. Oltre a poter passare il tempo a correre o passeggiare, giocare con palloni e aquiloni, portare il proprio cane a fare una corsa nelle aree dedicate, il parco è da sempre meta di picnic.

Una curiosità: nel Parco della Caffarella prese vita il movimento artistico dei Bamboccianti, artisti europei che fissavano sulle loro tele scene di vita quotidiana ed agreste dedicate al parco e alla campagna romana lì presente.

Nella zona di Monteverde, Villa Sciarra vi attende!

Sulle pendici del Colle Gianicolo tra i quartieri di Trastevere e Monteverde Vecchio, addossata alle Mura Gianicolensi, la villa prende il nome dalla famiglia nobile pontificia degli Sciarra. E’ piccola, ma stupenda. Un gioiello verde all’interno della capitale. Con numerosi vialetti, siepi, alberi bellissimi e antichi, in cui fare jogging al mattino.

Una curiosità: fino al 1928 la villa è stata sotto la proprietà di una coppia di americani i Wurts che la ornarono con piante rare e di pregio, vi trasferirono la loro ricca collezione d’arte e vi impiantarono un allevamento di pavoni.

Nel Quartiere Flaminio, c’è Monte Mario.

Dalla sua altezza si può godere la vista di tutta la città. Un angolo imponente di natura, a tratti incontaminata. Ricca di alberi, fiori, uccelli e altri animali. Piena di sentieri per allenarsi. “Scalatela” dalla parte di Via Teulada. Ad ogni tornante si vede un scorcio diverso. Riprendete fiato e raggiungete il Vicolo degli Innamorati su in cima!

Una curiosità: nel parco di Monte Mario c’è una delle antiche strade di Roma, la Via Francigena, che i pellegrini usano per raggiungere la città.

Per finire, eccoci nel Parco Regionale dell’Appia Antica, il più grande d’Europa.

Un luogo meraviglioso dove è possibile vedere ancora tratti di basolato con i solchi lasciati da carri e carrozze degli antichi romani. Tutt’intorno statue, colonne e templi. Ci sono anche le catacombe! Insomma un museo a cielo aperto! A livello di fitness offre numerosi percorsi di terra battuta, perfetti per chi ama dedicarsi al jogging e ai giri in mountain bike.

Una curiosità: Federico Fellini qui girò alcune scene della Dolce Vita.

INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

“Ho visto un posto che mi piace, si chiama Monte Gorzano”

Con le parole di una famosa canzone vogliamo raccontarvi la nostra escursione sulla montagna più alta del Lazio, il Monte Gorzano 2458 mt s.l.m.. Partiti di buon mattino, ci dirigiamo verso Amatrice, ridente località bagnata dal fiume Tronto e circondata da oltre...

A Ronciglione, la Corsa a Vuoto al Palio di San Bartolomeo

Torna a Ronciglione la tradizionale Corsa a Vuoto al Palio di San Bartolomeo, sabato 20 e domenica 21 agosto. La Corsa dei Cavalli a Vuoto, o Corsa dei Barberi, è una rievocazione storica unica nel suo genere, un gioco forse d’origine greco-romana e sicuramente molto...

Immersi nella natura, alla scoperta dei monti Prenestini

C’è un territorio capace di sorprendere con itinerari suggestivi e talvolta selvaggi, immersi in luoghi tutti da scoprire: i monti Prenestini. Lontano dal caldo e dai rumori della vita cittadina Guadagnolo, il centro abitato più alto del Lazio, sorge in cima...

Gaeta, un luogo indimenticabile

Gaeta con il suo golfo, simbolo della Riviera di Ulisse, è un luogo indimenticabile per vivere un’emozione unica, irrepetibile e fuggire dall’afa cittadina. Partiti di buon mattino ci dirigiamo con l’auto nella città delle cento chiese, le cui origini si perdono nella...

Rocca di Cave, tra scogliera corallina, dinosauri e cosmo

Nel grazioso borgo arroccato di Rocca di Cave è possibile vivere un emozionante escursione, un tuffo nel passato che permetterà di scoprire la millenaria storia del territorio. Nel 2016 proprio in questi luoghi, sui Monti Prenestini, è stato ritrovato il dinosauro,...

Le meraviglie da scoprire tra Nepi e Castel Sant’Elia

Conoscete l’Alta Tuscia? Oggi vi portiamo da Nepi a Castel Sant’Elia alla scoperta di alcune meraviglie che non ti aspetti, nascoste in pochi chilometri. Siamo a Nepi, uno dei punti di accesso all’antica Etruria affacciato da uno sperone di tufo, una peculiarità...

Il Lago del Salto tra fiordi, borghi e mistero

Il Lago del Salto è il più grande bacino artificiale del Lazio, prende il nome dalla valle del Salto dove è stato creato con lo sbarramento dell’omonimo fiume. Il suo aspetto estremamente selvaggio, a tratti anche ruvido, lo rende unico e affascinante. I suoi fiordi,...

Un weekend in bicicletta a Rieti

Rieti, nella piana reatina con le sue colline verdi, la natura incontaminata e le sue maestose montagne che la circondano, è il luogo ideale per trascorrere un weekend all’insegna di rilassanti passeggiate in bicicletta, come cantava Cocciante, magari con tutta la...

Un viaggio lungo le rive dei fiumi del Lazio

Cosa c’è di meglio di chiare e fresche acque per lenire il caldo delle torride giornate estive, se non vivere un’esperienza lungo le rive di alcuni dei più importanti fiumi del Lazio? A soli 50 km da Roma le Gole del Farfa, vero paradiso per gli amanti del canyoning,...

Ventotene… l’isola che non ti aspetti

Vogliamo raccontarvi il nostro fine settimana nell’Isola di Ventotene tra mare, storia, cultura e tanto buon cibo. Imbarcati sul traghetto e giunti alla vista dell’inconfondibile isola dalle tante case colorate, non possiamo non rimanere affascinati alla visione...