Delizioso borgo affacciato sulla Valle dell’Aniene e arroccato sui Monti Ruffi, Anticoli Corrado per oltre un secolo e mezzo è stato meta prediletta di artisti da tutto il mondo.

Uno scorcio caratteristico dell'antico borgo di Anticoli Corrado

Uno scorcio caratteristico dell’antico borgo di Anticoli Corrado

Pittori, scultori, incisori e scrittori, tutti colpiti dal fascino medievale del suo centro storico, ricco di archi e vicoli, un dedalo di viuzze caratterizzate da insegne gentilizie sui portali a testimoniare il passaggio di famiglie nobili quali i Colonna, i Barberini, i Brancaccio.

Una donna di Anticoli Corrado

Una donna di Anticoli Corrado

Ma a colpire la fantasia dei suoi illustri visitatori, oltre alla bellezza del paesaggio, è stato anche il fascino delle donne locali. Anticoli Corrado, infatti, denominata “Il paese degli artisti e delle modelle”, nella prima metà dell’800, venne scoperta dai numerosissimi pittori che giungevano dal nord dell’Europa alla ricerca delle atmosfere tipiche della campagna romana. Ben presto le donne del paese divennero delle modelle a tutti gli effetti, molto richieste anche al di fuori del borgo. Ancora oggi si possono osservare raffigurate in alcuni quadri e affreschi conservati nelle chiese della valle dell’Aniene e dintorni.

Anche nel primo 900 il borgo continuò ad essere meta preferita di molte personalità artistiche. Tra questi basta ricordare Oskar Kokoschka, Pietro Gaudenzi, Luigi Pirandello e Ignazio Silone.

Il museo civico di arte moderna e contemporanea di Anticoli Corrado

Il museo civico di arte moderna e contemporanea di Anticoli Corrado

Molti i luoghi ricchi di interesse distribuiti nel piccolo borgo: la Chiesa di San Pietro (XI secolo), il Palazzo Baronale (XVII secolo), Piazza delle Ville, con la fontana di Arturo Martini; infine il Museo Civico di Arte Moderna e Contemporanea.

“Il nostro paese ha nome e cognome”, così amano sottolineare gli abitanti di Anticoli Corrado. Infatti, l’origine curiosa del nome risale al fondo antico (Anticulum) dei romani, costruito dai monaci benedettini di Subiaco, a cui fu aggiunta nel tempo l’altra parte del nome: Corrado, da Corrado D’Antiochia, discendente di Federico Barbarossa, che fu Conte di Anticoli.

Ricca anche la tradizione della cucina gastronomica. Tra i prodotti tipici i Cazzaregli, un tipo di pasta con farina di grano e granturco solitamente condita con aglio, olio, peperoncino e pomodoro; le pizze fritte, una focaccia cotta nell’olio, bassa, dolce o salata; le ciambelle all’anice. Ottimi anche l’olio e il vino locale.

 

Social share
INFO UTILI
dist. da Roma 58 km
da non perdere Palazzo Baronale
sito web Comune di Anticoli Corrado

SCOPRI ANCHE

Prossedi

Immersa in un contesto naturalistico di grande fascino, Prossedi è...

Sezze

Su una collina che domina la Pianura Pontina, Sezze è ai piedi del...

Viticuso

Viticuso è il comune più orientale del Lazio. Chiuso tra le cime dei...

Isola del Liri

Isola del Liri è un gioiello della Ciociaria da visitare almeno una...