Per chi è alla ricerca di un relax più riflessivo e religioso, Fara in Sabina ha una delle proposte migliori della provincia di Rieti… benvenuti nell’Abbazia di Farfa, la vera perla di questo piccolo borgo. Dal chiostrino detto “Longobardo” al chiostro grande del XVII secolo, la cripta di forma semi-anulare e l’ingresso dal quale si può ammirare un pregevole sarcofago romano, il museo e la splendida biblioteca, gli affreschi mantenuti in ottimo stato e un soffitto tutto intarsiato in legno… vi immergerete in un fantastico viaggio nel profondo del vostro animo.

Fara in Sabina

Credits: www.visitfarainsabina.it

L’abbazia si trova in un borgo incantevole, caratterizzato da case in pietra e piccoli negozietti di artigianato che vi consentiranno di portare a casa un ricordo speciale della vostra visita in questo magico territorio.

Sempre qui, a Canneto, una frazione di Fara in Sabina, avrete l’occasione di vedere l’albero di olivo più vecchio d’Europa, oltre che tra i più grandi, con una chioma e un tronco di 7 metri di diametro, stende le sue radici in terra Sabina da ben 2.000 anni. È collocato su un terreno privato, ma potrete ammirarlo grazie alla disponibilità del proprietario e alle numerose indicazioni che ve lo faranno raggiungere facilmente.

Fara in Sabina

Il centro storico della cittadina ha conservato il fascino del borgo medievale con le vie tortuose e strette che si aprono in piccoli cortili, vi affascinerà! Potrete ammirare inoltre i palazzi gentilizi, come il Palazzo Orsini del XV sec., riconoscibile dalle rose che sono nelle cornici delle finestre, simbolo araldico della famiglia. C’è poi Palazzo Manfredi che fu sede del governatore di Fara fino al 1860. Sulla Piazza del Duomo, si trova il Palazzo Brancaleoni, sede del Museo Civico che accoglie reperti della preistoria e protostoria, nonché quelli provenienti dalle campagne di scavo dell’antica Cures, la città romana che qui aveva sede, e della necropoli di Eretum. Sempre in Piazza del Duomo si trova la Cisterna costruita dai Farnese nel 1588, la chiesa Colleggiata di Sant ‘Antonio, del 1500, che conserva al suo interno un altare del Vignola (XVII sec.) e tele del Manenti e del Camponeschi.

Ruderi di San Martino

Veduta dai Ruderi di San Martino

Non perdetevi il Complesso Conventuale delle Clarisse che sorge sulle rovine dell’originale castello di Fara.

Prima di andar via assaporate una bruschetta  appena fatta con il meraviglioso olio locale!

Fara in Sabina, in provincia di Rieti, a 53 chilometri da Roma.

INFO UTILI
dist. da Roma 53 km
da non perdere Monastero Clarisse Eremite
sito web Comune di Fara in Sabina

SCOPRI ANCHE

Pico

Il borgo di Pico è in provincia di Frosinone sul versante...

Varco Sabino

Varco Sabino, a circa 95 km da Roma, sorge su un colle a circa 750...

Tra i “borghi più belli d’Italia”: tutti i colori di Orvinio

Orvinio, tra i "Borghi più Belli d'Italia” e 2° classificato nel...

Pane, olio e stelle. Benvenuti a Boville Ernica

Boville Ernica è un pittoresco borgo che svetta su una collina di...