Il paradiso dei fenicotteri e cormorani: il Lago di Caprolace

Il Lazio è davvero uno scrigno di sorprese. Piccoli luoghi nascosti, non contaminati dal turismo di massa, ma pronti ad accogliere solo i veri amanti del bello, del bucolico e dell’autentico. Uno di questi luoghi è proprio il Lago di Caprolace, il regno dei fenicotteri e cormorani.

Lago di Caprolace

Foto di @Ernesto Salvucci

Con un perimetro di 8 chilometri, una superficie di 2,3 chilometri quadrati e una profondità massima di 3 metri, il lago è un ambiente ricchissimo di fauna. Delle circa 230 specie di avifauna osservate nel Circeo, la stragrande maggioranza vive nella zona di Caprolace. La flora, invece, è quella della duna costiera, classica del Mediterraneo, la stessa del Parco Nazionale del Circeo. La bellezza che incontra la bellezza, in poche parole!

Lago di Caprolace

Lago di Caprolace

E’ il secondo lago di Sabaudia, più discreto del noto Lago di Paola, e di una bellezza diversa, più selvaggia e solitaria.

Più difficile da raggiungere rispetto agli altri laghi costieri ma anche per questa ragione una meta desideratissima.

Il lago lambisce la vicina Riserva dei Pantani d’Inferno, una zona più o meno paludosa, a seconda della stagione, e dalle acque dolci. Questa particolarità lo rende unico e adatto alla presenza di specie acquatiche anche molto diverse tra loro.

Ci sono poi due “dettagli tecnici”, da addetti ai lavori, ma che conferiscono al Lago Caprolace un certo prestigio. Il primo punto è l’appartenenza del lago nel Parco Nazionale del Circeo. Il secondo, non meno importante, è il fatto che esso sia dichiarato Zona Umida di Interesse Internazionale secondo la Convenzione Ramsar, il  trattato intergovernativo con scopo globale riguardante la conservazione e la gestione degli ecosistemi naturali.

Lago di Caprolace

Foto di @Ernesto Salvucci

A dare il benvenuto al lago ecco i fenicotteri rosa, cicogne, anatre e il cavaliere d’Italia. Ci sono poi le oche selvatiche, gli aironi bianchi, i cenerini, il folaghe mentre nuota al largo nel lago. E’ uno dei pochi che non si nasconde. Ci sono i cormorani e i gru, oltre alle numerosissime specie nidificanti.

Si possono osservare e fotografare le colonie di uccelli che vengono a svernare in questa zona.

Lago di Caprolace

Foto di @Renato Olimpio

Il lago di Caprolace è raggiungibile solo a piedi. Si può parcheggiare sul Lungomare di Sabaudia per procedere a piedi su Strada Sacramento, oppure, si può continuare in macchina su Strada Sacramento per poi girare a sinistra su Strada Diversivo Nocchia fino a raggiungere un sentiero che porta alla sponda del lago.

In altre parole il Lago di Caprolace non è un lago per tutti, è per chi lo sceglie!

Social share
INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

Quando Bonaparte fu il Principe di Canino

Ecco la storia narrata dai luoghi che 200 anni fa entrarono nella vita di Luciano Bonaparte, fratello di Napoleone e Principe di Canino dal 1814 per 20 anni.

10 Bandiere Verdi nel Lazio top per famiglie

Scopriamo dove sventolano nel 2024 le 10 Bandiere Verdi nel Lazio, le 10 spiagge eccellenti per le famiglie per il mare pulito e i servizi a misura di bambino.

Un salto alle Cascate di Monte Gelato

Nella Valle del Treja c’è una meta ideale per ricaricarvi di energia positiva tra i boschi rigogliosi vicino a Mazzano Romano: le Cascate di Monte Gelato.

4 storie d’Amore soprannaturale nel Lazio

Parliamo d’Amore con la A maiuscola! Passeggiamo nel Lazio in 4 luoghi che raccontano storie d’Amore soprannaturale. Scopriteli con noi. Andateci con chi amate!

I segreti sotterranei nei Connutti a Vignanello

Andiamo alla scoperta dei segreti sotterranei nei Connutti di Vignanello, gli straordinari spazi ipogei recuperati e resi fruibili con le visite guidate.

Le fonti di ristoro da Fiuggi a Collepardo

Dalle terme di Bonifacio al lago di Canterno, andiamo alla scoperta dell’acqua inseguendo la B Gialla in Ciociaria per il ristoro del corpo e dell’anima.

Silent Walking nel Lazio tra le Big Bench

Sentitevi minuscoli e meravigliatevi sulle 10 Panchine Giganti nel Lazio. Il silent walking è forse il modo migliore, una passeggiata solitaria e silenziosa.

La Primavera e i colori dello sport in Sabina

Scopriamo con lo sport l’arcobaleno di colori a Primavera in Sabina, dall’azzurro dei cieli al blu delle acque, dal verde dei monti al rosso dei tramonti.

12 Passeggiate tra 7 fiori in fiore nel Lazio

È tempo di vivere la natura in fiore in 12 passeggiate dalle mille sfumature di colori di 7 fiori in fiore nel Lazio, dalla Primavera fino all’Estate!

Roma sottosopra tra labirinti, cave e laghetti

Benvenuti nella Roma sottosopra, 3 luoghi sotterranei tra labirinti, cave, grotte e laghetti. Dove? Al Celio, a Monteverde e sotto il Parco dell’Appia Antica.