Il paradiso dei fenicotteri e cormorani: il Lago di Caprolace

Il Lazio è davvero uno scrigno di sorprese. Piccoli luoghi nascosti, non contaminati dal turismo di massa, ma pronti ad accogliere solo i veri amanti del bello, del bucolico e dell’autentico. Uno di questi luoghi è proprio il Lago di Caprolace, il regno dei fenicotteri e cormorani.

Lago di Caprolace

Foto di @Ernesto Salvucci

Con un perimetro di 8 chilometri, una superficie di 2,3 chilometri quadrati e una profondità massima di 3 metri, il lago è un ambiente ricchissimo di fauna. Delle circa 230 specie di avifauna osservate nel Circeo, la stragrande maggioranza vive nella zona di Caprolace. La flora, invece, è quella della duna costiera, classica del Mediterraneo, la stessa del Parco Nazionale del Circeo. La bellezza che incontra la bellezza, in poche parole!

Lago di Caprolace

Lago di Caprolace

E’ il secondo lago di Sabaudia, più discreto del noto Lago di Paola, e di una bellezza diversa, più selvaggia e solitaria.

Più difficile da raggiungere rispetto agli altri laghi costieri ma anche per questa ragione una meta desideratissima.

Il lago lambisce la vicina Riserva dei Pantani d’Inferno, una zona più o meno paludosa, a seconda della stagione, e dalle acque dolci. Questa particolarità lo rende unico e adatto alla presenza di specie acquatiche anche molto diverse tra loro.

Ci sono poi due “dettagli tecnici”, da addetti ai lavori, ma che conferiscono al Lago Caprolace un certo prestigio. Il primo punto è l’appartenenza del lago nel Parco Nazionale del Circeo. Il secondo, non meno importante, è il fatto che esso sia dichiarato Zona Umida di Interesse Internazionale secondo la Convenzione Ramsar, il  trattato intergovernativo con scopo globale riguardante la conservazione e la gestione degli ecosistemi naturali.

Lago di Caprolace

Foto di @Ernesto Salvucci

A dare il benvenuto al lago ecco i fenicotteri rosa, cicogne, anatre e il cavaliere d’Italia. Ci sono poi le oche selvatiche, gli aironi bianchi, i cenerini, il folaghe mentre nuota al largo nel lago. E’ uno dei pochi che non si nasconde. Ci sono i cormorani e i gru, oltre alle numerosissime specie nidificanti.

Si possono osservare e fotografare le colonie di uccelli che vengono a svernare in questa zona.

Lago di Caprolace

Foto di @Renato Olimpio

Il lago di Caprolace è raggiungibile solo a piedi. Si può parcheggiare sul Lungomare di Sabaudia per procedere a piedi su Strada Sacramento, oppure, si può continuare in macchina su Strada Sacramento per poi girare a sinistra su Strada Diversivo Nocchia fino a raggiungere un sentiero che porta alla sponda del lago.

In altre parole il Lago di Caprolace non è un lago per tutti, è per chi lo sceglie!

INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

“Ho visto un posto che mi piace, si chiama Monte Gorzano”

Con le parole di una famosa canzone vogliamo raccontarvi la nostra escursione sulla montagna più alta del Lazio, il Monte Gorzano 2458 mt s.l.m.. Partiti di buon mattino, ci dirigiamo verso Amatrice, ridente località bagnata dal fiume Tronto e circondata da oltre...

A Ronciglione, la Corsa a Vuoto al Palio di San Bartolomeo

Torna a Ronciglione la tradizionale Corsa a Vuoto al Palio di San Bartolomeo, sabato 20 e domenica 21 agosto. La Corsa dei Cavalli a Vuoto, o Corsa dei Barberi, è una rievocazione storica unica nel suo genere, un gioco forse d’origine greco-romana e sicuramente molto...

Immersi nella natura, alla scoperta dei monti Prenestini

C’è un territorio capace di sorprendere con itinerari suggestivi e talvolta selvaggi, immersi in luoghi tutti da scoprire: i monti Prenestini. Lontano dal caldo e dai rumori della vita cittadina Guadagnolo, il centro abitato più alto del Lazio, sorge in cima...

Gaeta, un luogo indimenticabile

Gaeta con il suo golfo, simbolo della Riviera di Ulisse, è un luogo indimenticabile per vivere un’emozione unica, irrepetibile e fuggire dall’afa cittadina. Partiti di buon mattino ci dirigiamo con l’auto nella città delle cento chiese, le cui origini si perdono nella...

Rocca di Cave, tra scogliera corallina, dinosauri e cosmo

Nel grazioso borgo arroccato di Rocca di Cave è possibile vivere un emozionante escursione, un tuffo nel passato che permetterà di scoprire la millenaria storia del territorio. Nel 2016 proprio in questi luoghi, sui Monti Prenestini, è stato ritrovato il dinosauro,...

Le meraviglie da scoprire tra Nepi e Castel Sant’Elia

Conoscete l’Alta Tuscia? Oggi vi portiamo da Nepi a Castel Sant’Elia alla scoperta di alcune meraviglie che non ti aspetti, nascoste in pochi chilometri. Siamo a Nepi, uno dei punti di accesso all’antica Etruria affacciato da uno sperone di tufo, una peculiarità...

Il Lago del Salto tra fiordi, borghi e mistero

Il Lago del Salto è il più grande bacino artificiale del Lazio, prende il nome dalla valle del Salto dove è stato creato con lo sbarramento dell’omonimo fiume. Il suo aspetto estremamente selvaggio, a tratti anche ruvido, lo rende unico e affascinante. I suoi fiordi,...

Un weekend in bicicletta a Rieti

Rieti, nella piana reatina con le sue colline verdi, la natura incontaminata e le sue maestose montagne che la circondano, è il luogo ideale per trascorrere un weekend all’insegna di rilassanti passeggiate in bicicletta, come cantava Cocciante, magari con tutta la...

Un viaggio lungo le rive dei fiumi del Lazio

Cosa c’è di meglio di chiare e fresche acque per lenire il caldo delle torride giornate estive, se non vivere un’esperienza lungo le rive di alcuni dei più importanti fiumi del Lazio? A soli 50 km da Roma le Gole del Farfa, vero paradiso per gli amanti del canyoning,...

Ventotene… l’isola che non ti aspetti

Vogliamo raccontarvi il nostro fine settimana nell’Isola di Ventotene tra mare, storia, cultura e tanto buon cibo. Imbarcati sul traghetto e giunti alla vista dell’inconfondibile isola dalle tante case colorate, non possiamo non rimanere affascinati alla visione...