Una giornata tra trekking e gusto nelle Terre Amatriciane

A svegliarci è un raggio di sole che fa capolino dalle vette dei Monti della Laga, mentre beviamo un energizzante caffè accompagnato da deliziosi biscotti ancora caldi scegliamo la destinazione della nostra escursione, un po’ impegnativa ma vogliamo metterci alla prova!

Si perché se si ama la montagna, il trekking e le escursioni a piedi, ci si troverà davanti alla difficile scelta tra le moltissime mete; il tempo non è mai abbastanza ed è difficoltoso selezionare le migliori escursioni da fare per godere, al massimo delle possibilità, le meraviglie che la montagna delle Valli Reatine può offrire.

Scegliamo di raggiungere Pizzo di Sevo ma prima, attirati dai profumi del forno nel centro commerciale, pensiamo al nostro spuntino e tra due fette di profumatissimo pane con lievito madre, fragrante ed appena sfornato, facciamo mettere il prosciutto amatriciano I.G.P., un crudo di qualità elevata, compatto e dagli aromi intensi, insieme a del formaggio, prodotto con il latte di vacche che vivono allo stato semibrado e si nutrono solo con l’erba dei pascoli amatriciani.

Così zaino in spalla, scarponi allacciati siamo davvero pronti per fare un giro sui Monti della Laga. Passando per la frazione di Sant’Angelo rimaniamo colpiti dal maestoso Cerro, un esemplare che detiene il record nella sua specie di albero più grande d’Italia. Alto più di 20 metri e inserito nella lista degli alberi monumentali, un robusto vecchietto che porta sulle proprie spalle oltre 600 anni di vita!

Parcheggiamo l’auto nei pressi del pianoro di Macchie Piane, saliamo fino ad un prato con splendida vista sulla valle di Amatrice, una zona panoramica che affaccia su una fenditura della montagna e che forma il ripido fosso dei Caprini. Questo è il punto di partenza del Tracciolino di Annibale, un evidente mulattiera che sale maestosa verso sud e che pare sia stata la traccia seguita da Annibale nel suo avvicinamento a Roma, un suggestivo sentierino a mezzacosta che con svariati cambi di versante, fra torrenti e piccole cascate, raggiunge il Vado di Annibale, tra Cima Lepri e Pizzo di Sevo. Qui si iniziamo a salire sul serio, più o meno in diretta con Pizzo di Sevo a vista, a circa 300 metri più in alto; arriviamo ad una prima cima e subito dopo alla vetta. La vista da qui risulta eccezionale, i Monti Gemelli, i Sibillini, i Reatini, il Gran Sasso purtroppo, risulta coperto da basse nuvole e non si vede.

Un’esperienza che ci ha regalato emozioni indescrivibili: ore passate sulle nostre gambe ci hanno regalato il tempo e lo spazio per fare chiarezza, per mettere a posto i pezzi del nostro puzzle e per rientrare nella quotidianità con rinnovata energia, nuove idee, nuovi progetti e la sensazione di aver trovato noi stessi nella fatica.

Al ritorno ripassiamo al Centro Commerciale per acquistare salumi e formaggi locali, tutto l’occorrente per provare a cucinare una vera amatriciana; prendiamo delle ottime mele e delle fragoline rosse e piccoline una vera golosità non meno dello yogurt, prodotto nelle terre amatriciane, che decidiamo di degustare al momento.

Sulla via del ritorno ci fermiamo, per godere di un suggestivo tramonto, sulle rive del lago Scandarello un piccolo smeraldo dove si riflettono i monti della Laga, una quinta naturale sulla spettacolare Conca Amatriciana. Una piccola sosta all’abitato di Conche direttamente sulla riva, troviamo un angolino dove sederci e rilassarci un pochino. “Le acque tranquille di un lago riflettono le bellezze che lo circondano; quando la mente è serena, la bellezza dell’io si riflette in essa”, un attimo che vale dieci lezioni di yoga, pace, serenità e relax…

Torniamo a casa con in cuore la felicità che solo un fine settimana in un angolo di paradiso montano possa regalare, e con in mente già tanti posti da tornare a visitare nelle Terre Amatriciane!

Addio monti sorgenti dalle acque…. No, siamo certi sarà solo un arrivederci a presto…

INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

“Ho visto un posto che mi piace, si chiama Monte Gorzano”

Con le parole di una famosa canzone vogliamo raccontarvi la nostra escursione sulla montagna più alta del Lazio, il Monte Gorzano 2458 mt s.l.m.. Partiti di buon mattino, ci dirigiamo verso Amatrice, ridente località bagnata dal fiume Tronto e circondata da oltre...

A Ronciglione, la Corsa a Vuoto al Palio di San Bartolomeo

Torna a Ronciglione la tradizionale Corsa a Vuoto al Palio di San Bartolomeo, sabato 20 e domenica 21 agosto. La Corsa dei Cavalli a Vuoto, o Corsa dei Barberi, è una rievocazione storica unica nel suo genere, un gioco forse d’origine greco-romana e sicuramente molto...

Immersi nella natura, alla scoperta dei monti Prenestini

C’è un territorio capace di sorprendere con itinerari suggestivi e talvolta selvaggi, immersi in luoghi tutti da scoprire: i monti Prenestini. Lontano dal caldo e dai rumori della vita cittadina Guadagnolo, il centro abitato più alto del Lazio, sorge in cima...

Gaeta, un luogo indimenticabile

Gaeta con il suo golfo, simbolo della Riviera di Ulisse, è un luogo indimenticabile per vivere un’emozione unica, irrepetibile e fuggire dall’afa cittadina. Partiti di buon mattino ci dirigiamo con l’auto nella città delle cento chiese, le cui origini si perdono nella...

Rocca di Cave, tra scogliera corallina, dinosauri e cosmo

Nel grazioso borgo arroccato di Rocca di Cave è possibile vivere un emozionante escursione, un tuffo nel passato che permetterà di scoprire la millenaria storia del territorio. Nel 2016 proprio in questi luoghi, sui Monti Prenestini, è stato ritrovato il dinosauro,...

Le meraviglie da scoprire tra Nepi e Castel Sant’Elia

Conoscete l’Alta Tuscia? Oggi vi portiamo da Nepi a Castel Sant’Elia alla scoperta di alcune meraviglie che non ti aspetti, nascoste in pochi chilometri. Siamo a Nepi, uno dei punti di accesso all’antica Etruria affacciato da uno sperone di tufo, una peculiarità...

Il Lago del Salto tra fiordi, borghi e mistero

Il Lago del Salto è il più grande bacino artificiale del Lazio, prende il nome dalla valle del Salto dove è stato creato con lo sbarramento dell’omonimo fiume. Il suo aspetto estremamente selvaggio, a tratti anche ruvido, lo rende unico e affascinante. I suoi fiordi,...

Un weekend in bicicletta a Rieti

Rieti, nella piana reatina con le sue colline verdi, la natura incontaminata e le sue maestose montagne che la circondano, è il luogo ideale per trascorrere un weekend all’insegna di rilassanti passeggiate in bicicletta, come cantava Cocciante, magari con tutta la...

Un viaggio lungo le rive dei fiumi del Lazio

Cosa c’è di meglio di chiare e fresche acque per lenire il caldo delle torride giornate estive, se non vivere un’esperienza lungo le rive di alcuni dei più importanti fiumi del Lazio? A soli 50 km da Roma le Gole del Farfa, vero paradiso per gli amanti del canyoning,...

Ventotene… l’isola che non ti aspetti

Vogliamo raccontarvi il nostro fine settimana nell’Isola di Ventotene tra mare, storia, cultura e tanto buon cibo. Imbarcati sul traghetto e giunti alla vista dell’inconfondibile isola dalle tante case colorate, non possiamo non rimanere affascinati alla visione...