Se siete alla ricerca di un’oasi verde dove respirare aria pura e avere un contatto diretto con la natura, vi suggeriamo la Faggeta Vetusta del Monte Cimino. Sito Patrimonio Mondiale dell’Unesco dal 2017, la maestosa faggeta con alberi secolari alti anche 50 metri è un luogo vivibile in tutte le stagioni dell’anno soprattutto in estate perché dona riparo dal caldo afoso delle città.

Faggeta Vetusta - Monte Cimino

La faggeta con i suoi massi oltre ad offrire uno stupendo scenario naturale, infonde una calma surreale, ed ha la capacità di farci vivere in un mondo incantato dove fate, folletti, gnomi e animali magici, sono lì ad attenderci sotto l’ombra dei fitti rami delle maestose piante.

Tra i numerosi ed enormi massi presenti nel bosco, ce ne è uno chiamato “sasso menicante” o “naticarello” che colpisce l’attenzione e dà il benvenuto con la sua forma ovoidale. Ragazzi ed adulti nonostante le circa 250 tonnellate di peso si divertono a farlo oscillare facendo leva con un bastone ed immortalandolo in tantissimi scatti fotografici.

Faggeta Vetusta - Monte Cimino

Caratteristico è il sentiero Cai 103 (Club alpino italiano) lungo circa 30 km e facilmente percorribile; il primo tratto con partenza da Poggio Nibbio, vicino al Lago di Vico e arrivo a Soriano nel Cimino attraversando la Faggeta è di 14 km e regala scorci sia sul lago che sui boschi del Monte Fogliano. Volendo i più volenterosi possono proseguire su tutto il sentiero Cai per altri 16 km e raggiugere la cima del Monte Cimino per godersi le bellissime terrazze panoramiche sulla vallata.

Questo è anche il luogo dove gli amanti della natura praticano Forest Bathing, che permette loro di interagire con gli alberi e raggiungere un equilibrio psicofisico. Dopo esservi rigenerati, non rimane che scoprire lo splendido paese sotto le pendici della Faggeta; Soriano nel Cimino. Dominato dal maestoso Castello Orsini il borgo, chiamato anche la Perla del Cimino, è tutto raccolto su una collina con un insieme di stradine, vicoli e piazzette che si aprono sulle piane sottostanti e sulla Valle del Tevere.

Faggeta Vetusta - Monte Cimino

La parte antica del paese è costituita da piccole abitazioni mentre quella rinascimentale ospita Palazzo Chigi Albani e la famosissima Fontana Papacqua.

Unire natura e cultura all’ enogastronomia è un breve passo potendo gustare le molte prelibatezze del luogo, dalle zuppe ai dolci con le castagne e le nocciole alle marmellate e ai marroni sciroppati.

Info: ufficioturistico@comune.sorianonelcimino.vt.it
Tel. 349.8774548

E sei non hai compiuto ancora i 26 anni, scopri tutte le offerte che Lazio Youth Card ti offre.

INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

C’era una volta il Borgo di Farfa e le sue botteghe

Nel cuore dell'antica terra Sabina, ai piedi del Monte Acuziano, in un'atmosfera mistica, immerso una natura selvaggia, troviamo Farfa, due sillabe, un piccolo borgo, un grande nome che le viene dal fiume che scorre vicino, il Farfarus di Ovidio, il Fabaris di...

La bella Viterbo e la magia del suo “Villaggio di Natale”

Si immagini il grande orologio dipinto su Torre dei Priori a Viterbo, affacciato su Piazza del Plebiscito, con i suoi numeri arabi, lentamente scandire le ore, i giorni, i mesi … E’ trascorso un intero anno, 365 giorni per l’esattezza, senza che per l’aria si...

La Tuscia del Sentiero dei Briganti

Se l’Italia è “terra di santi, poeti, navigatori”, il Lazio è la patria dei briganti, uomini temuti ma anche acclamati dalla popolazione quanto disprezzati da nobili e “sbirri”. Personalità controverse, a volte indecifrabili, che sfuggendo alla legge ed eludendo le...

Picinisco la nuova Bandiera Arancione tutta da scoprire

Adagiato sul monte Meta, nel versante laziale del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, circondato da faggi, castagneti e boschi di querce, Picinisco da oggi offre un motivo in più per essere visitato. Il piccolo borgo della Valle di Comino ha avuto il...

Autunno. È tempo di foliage

Ad ottobre per gli amanti della natura e della fotografia inizia uno dei periodi più magici. Le foglie degli alberi cambiano colore, i boschi assumono una nuova veste con intonazioni cromatiche che vanno dall'arancione dorato al rosso intenso, l’aria è più fresca e i...

Immersi nei laghi del Lazio

Negli ultimi anni il sorgere di un turismo slow ed esperienziale ha prodotto un cambiamento nel concetto stesso di viaggio, rivolto ora verso destinazioni ricche di cultura, buon cibo e soprattutto tanto, tanto relax. Ecco allora prediligere i laghi del Lazio dove...

Le calde sfumature della Sabina

In autunno, quando la natura si tinge delle mille sfumature calde che vanno dal rosso, al giallo, al marrone, tanti prodotti tipici stagionali appaiono sulle tavole dei borghi reatini e spesso vengono celebrati in famose sagre. Il borgo dove si incontrano il Cammino...

Percile il piccolo borgo tra boschi e radure dei Monti Lucretili

Una meta ideale per le tiepide giornate autunnali è il piccolissimo borgo di Percile, gioiello immerso tra boschi e radure del Parco dei Monti Lucretili, dove si respira ancora un’atmosfera medievale ed il tempo sembra sospeso. Pronti allora per perdersi tra vicoli,...

Castel Gandolfo: l’elegante centro storico e la passeggiata lungo il lago

Basta una giornata di sole per farci desiderare di visitare uno dei più suggestivi borghi dei Castelli Romani. Castel Gandolfo, famoso per essere la residenza estiva dei pontefici e per i suoi bellissimi giardini che ospitano i resti della Villa di Domiziano e la...

Conosci Piazza di Spagna a Roma?

Turista o romano, avrai risposto “Certo!”. Ma noi ti sveliamo due punti molto poco noti di Piazza di Spagna nel grande sito Patrimonio Mondiale dell’Unesco della Città Eterna. Forse tutti sanno che Piazza di Spagna deve il suo nome all’Ambasciata di Spagna presso la...