Percile il piccolo borgo tra boschi e radure dei Monti Lucretili

Una meta ideale per le tiepide giornate autunnali è il piccolissimo borgo di Percile, gioiello immerso tra boschi e radure del Parco dei Monti Lucretili, dove si respira ancora un’atmosfera medievale ed il tempo sembra sospeso.

Percile

Pronti allora per perdersi tra vicoli, archi, piazzette, scorci ed ammirare vecchie case in pietra con deliziosi balconcini e dove si possono sentire profumi dimenticati, di bosco, di castagne, di legna.

Percile si trova su uno sperone a quasi 600 metri d’altezza nell’alta valle dell’Aniene e le sue origini remote sono ancora avvolte dal mistero. Secondo alcuni storici il nome deriva dalla famiglia romana Porcia e del periodo romano Percile conserva numerose testimonianze: un ceppo sepolcrale dedicato ad una fanciulla ed un sarcofago di terracotta.

Percile

L’attuale sede del Municipio è Palazzo Borghese, fino al 1033 antico castello e nel tempo appartenuto a diverse nobili famiglie, che sorge adiacente alla Chiesa di S. Lucia del XVI sec. che rappresentava la cappella dei nobili, dedicata alla Santa Patrona di Percile.
Quello che rende unica la gita a Percile è la sensazione di libertà che si prova quando ci si ritrova di fronte ai due laghetti carsici: “lagustelli” chiamati Fraturno e Marraone, circondati da salici che sembrano voler sfiorare l’acqua, all’interno di un paesaggio fiabesco, riconosciuto come zona a protezione umida internazionale secondo la Convenzione di Ramsar.

Percile

Gli amanti della gastronomia qui trovano piatti tipici dai sapori autentici e genuini, prodotti con ingredienti del luogo come gli asparagi selvatici in primavera e le castagne che con il loro scoppiettare e con l’inconfondibile profumo d’autunno sono celebrate nell’ultima domenica di ottobre.

Percile è tutto questo: natura incontaminata, passeggiate a piedi, a cavallo o in mountain bike, le feste e le sagre che animano il borgo durante tutto l’anno.

Percile

In occasione della Sagra della Ramiccia a dicembre vengono ammassate rigorosamente a mano circa 1500 uova, mentre ogni momento è buono per assaggiare dolci ed altri prodotti locali: amaretti, “tettarelle”, “tisichelle”, nociata, ciambelletti di magro, miele e salsicce.

Il piacere per le cose semplici è anche quello di bere alla Fonte degli Aliucci, da cui sgorga una leggerissima acqua oligominerale ben conosciuta dagli antichi romani per le sue virtù terapeutiche.

Maggiori informazioni:
Proloco Percile – prolocopercile@yahoo.it
Comune di Percile: Piazza Garibaldi, 4 – 00020 Percile – Tel. 338.1661576 – 335.259065
www.percilecomune.itsegreteria@percilecomune.itcomune@pec.percilecomune.it
Parchi Lazio – Monti Lucretili

INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

5 storie di 5 Magnifici Ponti nel Lazio

Quanta storia e quante suggestioni ruotano attorno ai grandi e piccoli ponti che attraversano mari, laghi, fiumi e vallate nel Lazio. Calchiamo queste vere e proprie opere di ingegneria che hanno ispirato poeti, scrittori e pittori. Andiamo alla scoperta del loro...

La romanità di Alberto Sordi nel Lazio

Lasciamo raccontare alle tante, tantissime location cinematografiche nel Lazio la storia e le storie di Alberto Sordi, l’attore, il regista, lo sceneggiatore, e poi cantante e doppiatore che ha portato la romanità sul grande e piccolo schermo. Cacciato dall’Accademia...

Artena, tra storia e set cinematografici

Passeggiare nel centro storico di Artena è come fare un tuffo nel passato. Il suo borgo è un gioiello rinascimentale e uno dei centri storici non carrabili più grandi d’Europa.   Avventuratevi in una passeggiata attraverso un labirinto verticale composto da...

Sere d’Estate emozionate nel Lazio

Così canta Zucchero. “L'estate sta finendo e un anno se ne va”, rispondono gli Righeira già dagli anni 80. Per evitare la nostalgia di fine estate e il conto alla rovescia al Natale, godiamoci le sere d'estate emozionate sulla costa tirrenica del Lazio, quelle “wow!”,...

3 Lenticchie del Lazio “in tutte le salse”

Un piccolo tour gastronomico a Onano, Ventotene e Fiamignano all’assaggio di 3 lenticchie tipiche del Lazio da provare “in tutte le salse”.

In viaggio nel Lazio tra 8 Borghi Fantasma

Il Lazio è la meta perfetta per chi è affascinato dai luoghi enigmatici e tenebrosi. Lasciamoci travolgere dal mistero 8 Borghi Fantasma.

Le fonti di ristoro da Fiuggi a Collepardo

Dalle terme di Bonifacio al lago di Canterno, andiamo alla scoperta dell’acqua. Simbolo di purezza per antonomasia, traccia un percorso per il ristoro del corpo e dell’anima in Ciociaria. A passo lento da Fiuggi a Collepardo, seguiamo la “B Gialla”. Cosa è? Lo...

Pizza: co’ la mortazza o prosciutto e fichi?

That is the question, direbbe Shakespeare. Ho una storia d’amore con la pizza… diciamo che è una specie di ‘pane e amore e carboidrati’, risponderebbe Julia Roberts alla ricerca della felicità tra i vicoli di Roma in “Mangia, Prega, Ama”. Sfuggiamo dalla malinconia di...

L’alchimia delle Valli Reatine…esoteriche

Forse tutti sanno che a Roma c’è una Porta Alchemica. Ma sapete che ce n’è un’altra nel Lazio, a Rivodutri? Partiamo da questa "chicca" per raccontarvi misteri, enigmi e curiosità poco note che aleggiano sulle Valli Reatine. Dunque dicevamo della Porta Alchemica in...

Il ‘marchio’ Farnese, i Signori della Tuscia

Il giglio a tre petali è lo stemma dei Farnese, i Signori della Tuscia dal 1500. Scopriamo i segni indelebili lasciati al loro passaggio nella Tuscia.