Percile il piccolo borgo tra boschi e radure dei Monti Lucretili

Una meta ideale per le tiepide giornate autunnali è il piccolissimo borgo di Percile, gioiello immerso tra boschi e radure del Parco dei Monti Lucretili, dove si respira ancora un’atmosfera medievale ed il tempo sembra sospeso.

Percile

Pronti allora per perdersi tra vicoli, archi, piazzette, scorci ed ammirare vecchie case in pietra con deliziosi balconcini e dove si possono sentire profumi dimenticati, di bosco, di castagne, di legna.

Percile si trova su uno sperone a quasi 600 metri d’altezza nell’alta valle dell’Aniene e le sue origini remote sono ancora avvolte dal mistero. Secondo alcuni storici il nome deriva dalla famiglia romana Porcia e del periodo romano Percile conserva numerose testimonianze: un ceppo sepolcrale dedicato ad una fanciulla ed un sarcofago di terracotta.

Percile

L’attuale sede del Municipio è Palazzo Borghese, fino al 1033 antico castello e nel tempo appartenuto a diverse nobili famiglie, che sorge adiacente alla Chiesa di S. Lucia del XVI sec. che rappresentava la cappella dei nobili, dedicata alla Santa Patrona di Percile.
Quello che rende unica la gita a Percile è la sensazione di libertà che si prova quando ci si ritrova di fronte ai due laghetti carsici: “lagustelli” chiamati Fraturno e Marraone, circondati da salici che sembrano voler sfiorare l’acqua, all’interno di un paesaggio fiabesco, riconosciuto come zona a protezione umida internazionale secondo la Convenzione di Ramsar.

Percile

Gli amanti della gastronomia qui trovano piatti tipici dai sapori autentici e genuini, prodotti con ingredienti del luogo come gli asparagi selvatici in primavera e le castagne che con il loro scoppiettare e con l’inconfondibile profumo d’autunno sono celebrate nell’ultima domenica di ottobre.

Percile è tutto questo: natura incontaminata, passeggiate a piedi, a cavallo o in mountain bike, le feste e le sagre che animano il borgo durante tutto l’anno.

Percile

In occasione della Sagra della Ramiccia a dicembre vengono ammassate rigorosamente a mano circa 1500 uova, mentre ogni momento è buono per assaggiare dolci ed altri prodotti locali: amaretti, “tettarelle”, “tisichelle”, nociata, ciambelletti di magro, miele e salsicce.

Il piacere per le cose semplici è anche quello di bere alla Fonte degli Aliucci, da cui sgorga una leggerissima acqua oligominerale ben conosciuta dagli antichi romani per le sue virtù terapeutiche.

Maggiori informazioni:
Proloco Percile – prolocopercile@yahoo.it
Comune di Percile: Piazza Garibaldi, 4 – 00020 Percile – Tel. 338.1661576 – 335.259065
www.percilecomune.itsegreteria@percilecomune.itcomune@pec.percilecomune.it
Parchi Lazio – Monti Lucretili

INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

C’era una volta il Borgo di Farfa e le sue botteghe

Nel cuore dell'antica terra Sabina, ai piedi del Monte Acuziano, in un'atmosfera mistica, immerso una natura selvaggia, troviamo Farfa, due sillabe, un piccolo borgo, un grande nome che le viene dal fiume che scorre vicino, il Farfarus di Ovidio, il Fabaris di...

La bella Viterbo e la magia del suo “Villaggio di Natale”

Si immagini il grande orologio dipinto su Torre dei Priori a Viterbo, affacciato su Piazza del Plebiscito, con i suoi numeri arabi, lentamente scandire le ore, i giorni, i mesi … E’ trascorso un intero anno, 365 giorni per l’esattezza, senza che per l’aria si...

La Tuscia del Sentiero dei Briganti

Se l’Italia è “terra di santi, poeti, navigatori”, il Lazio è la patria dei briganti, uomini temuti ma anche acclamati dalla popolazione quanto disprezzati da nobili e “sbirri”. Personalità controverse, a volte indecifrabili, che sfuggendo alla legge ed eludendo le...

Picinisco la nuova Bandiera Arancione tutta da scoprire

Adagiato sul monte Meta, nel versante laziale del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, circondato da faggi, castagneti e boschi di querce, Picinisco da oggi offre un motivo in più per essere visitato. Il piccolo borgo della Valle di Comino ha avuto il...

Autunno. È tempo di foliage

Ad ottobre per gli amanti della natura e della fotografia inizia uno dei periodi più magici. Le foglie degli alberi cambiano colore, i boschi assumono una nuova veste con intonazioni cromatiche che vanno dall'arancione dorato al rosso intenso, l’aria è più fresca e i...

Immersi nei laghi del Lazio

Negli ultimi anni il sorgere di un turismo slow ed esperienziale ha prodotto un cambiamento nel concetto stesso di viaggio, rivolto ora verso destinazioni ricche di cultura, buon cibo e soprattutto tanto, tanto relax. Ecco allora prediligere i laghi del Lazio dove...

Le calde sfumature della Sabina

In autunno, quando la natura si tinge delle mille sfumature calde che vanno dal rosso, al giallo, al marrone, tanti prodotti tipici stagionali appaiono sulle tavole dei borghi reatini e spesso vengono celebrati in famose sagre. Il borgo dove si incontrano il Cammino...

Castel Gandolfo: l’elegante centro storico e la passeggiata lungo il lago

Basta una giornata di sole per farci desiderare di visitare uno dei più suggestivi borghi dei Castelli Romani. Castel Gandolfo, famoso per essere la residenza estiva dei pontefici e per i suoi bellissimi giardini che ospitano i resti della Villa di Domiziano e la...

Conosci Piazza di Spagna a Roma?

Turista o romano, avrai risposto “Certo!”. Ma noi ti sveliamo due punti molto poco noti di Piazza di Spagna nel grande sito Patrimonio Mondiale dell’Unesco della Città Eterna. Forse tutti sanno che Piazza di Spagna deve il suo nome all’Ambasciata di Spagna presso la...

3 Paesi dei Balocchi nel Lazio

La parola “museo” fa sussultare i bambini soprattutto a settembre, quando inizia la scuola! Ne abbiamo scelti 3 molto speciali, 3 “Paesi dei Balocchi” nel Lazio che sanno stupire i piccoli e far tornare bambini i grandi. Non tutti sanno che nel Palazzo Rospigliosi a...