Su un colle alle falde nord-occidentali dei Monti Volsini, nasce Proceno: la sua linfa architettonica è medioevale con la Rocca, i torrioni e le sue torri dalle quali si può scorgere un panorama unico che va dal Monte Amiata e da Radicofani, fino alla Valle del Paglia.

Proceno

Secondo la leggenda il borgo fu fondato da Porsenna e in seguito fu invaso da svariate popolazioni: molti gli edifici Rinascimentali di grande pregio, tra i quali il Palazzo Sforza, risalente al XVI secolo ed edificato per volere del Cardinale Guido Ascanio Sforza, Camerlengo di Santa Romana Chiesa e Governatore di Proceno.

Per il visitatore le strutture più interessanti sono la Chiesa di San Martino, costruita nel XIII secolo, che custodisce importanti opere di epoche diverse, e quella di Santa Maria della Neve, sul cui portale è scolpito uno stemma raffigurante i simboli del paese: il cinghiale e le chiavi dello Stato Pontificio.

Dal Castello di Proceno inizia il cammino laziale della Via Francigena, che collegava Canterbury a Roma.

Castello di Proceno

Di fondazione medievale troviamo la Chiesa di Sant’Agnese e quella di Santa Maria del Giglio con interessanti altari e decorazioni dal secolo XVI in poi.

Il centro storico ha numerosi edifici medievali diroccati e rinascimentali tra i quali il Palazzo Sforza, attualmente utilizzato per mostre e convegni.

Qui si trova il Museo della Civiltà Contadina, nato negli anni ’80 ed è ospitato in quattro grandi sale di Palazzo Sforza.

L’esposizione accoglie circa duemila oggetti di uso domestico e attrezzi da lavoro inerenti la civiltà pre-industriale, nell’arco temporale tra il XVI e il XX secolo.

Inoltre nel 1625 vi dimorò Galileo Galilei, in viaggio verso Roma per essere giudicato dal Sant’Uffizio.

Il prodotto tipico per eccellenza è l’aglio rosso PAT e De.Co. unico per i suoi spicchi rossi, la conservazione del sapore fino un anno e il retrogusto piccante; gustose le patate dell’Alto viterbese IGP, da utilizzare come contorno o per la realizzazione degli gnocchi, l’olio extravergine di oliva Tuscia DOP ed il vino dei Colli Etruschi Viterbesi o Tuscia DOC; per i dolci assaggiate il biscotto di San’Antonio PAT, un pane dolce a forma di treccia.

INFO UTILI
distanza da Roma 160 km
da non perdere Chiesa di S.Agnese
sito web Comune di Proceno

SCOPRI ANCHE

C’era una volta il Borgo di Farfa e le sue botteghe

Nel cuore dell'antica terra Sabina, ai piedi del Monte Acuziano, in...

Picinisco la nuova Bandiera Arancione tutta da scoprire

Adagiato sul monte Meta, nel versante laziale del Parco Nazionale...

Pico

Il borgo di Pico è in provincia di Frosinone sul versante...

Varco Sabino

Varco Sabino, a circa 95 km da Roma, sorge su un colle a circa 750...