Stretta tra i monti Ernici e i monti Lepini, Frosinone domina da un colle la grande piana del fiume Sacco con una magnifica vista a 360°.

Belvedere Frosinone

Belvedere Frosinone

La visita della città potrebbe iniziare proprio da Piazza Vittorio Veneto, il punto più alto della città da cui si può godere di un magnifico panorama sulla piana del Sacco e su molti borghi della Ciociaria, tra cui Alatri e Veroli. Da qui il belvedere è molto suggestivo, soprattutto alle luci del tramonto.

Il monumento a Nicola Ricciotti e agli eroi ciociari del Risorgimento

Il monumento a Nicola Ricciotti e agli eroi ciociari del Risorgimento

Scendendo nel cuore del centro storico si raggiunge Piazza della Libertà dove domina il monumentale Palazzo del Governo. Al suo interno sono conservati, tra gli altri tesori, anche alcuni arredi provenienti dalla Reggia di Caserta. Antistante il Palazzo si erge il Monumento che celebra i martiri del Libero Pensiero e del Risorgimento, tra questi Nicola Ricciotti e altri importanti eroi ciociari.

La Madonna del Buon Consiglio conservata nella Chiesa di San Benedetto

La Madonna del Buon Consiglio conservata nella Chiesa di San Benedetto

Nella stessa Piazza si trova l’antica Chiesa di San Benedetto, una delle pochissime di Frosinone risparmiata dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale. Molto interessante il quadro all’interno raffigurante la Madonna del Buon Consiglio. La storia narra che il 10 luglio del 1796 qui avvenne un miracolo, il volto della Madonna cambiò colore. Ella aprì gli occhi e pianse guardando il Bambino Gesù.

Cattedrale di Santa Maria Assunta

Cattedrale di Santa Maria Assunta

A Frosinone altri edifici di culto sono di notevole interesse. Tra questi la Cattedrale di Santa Maria Assunta, ispirata nella sua veste esterna alla basilica di Sant’Andrea della Valle a Roma.

Il Campanile di Frosinone domina tutta la città

Il Campanile di Frosinone domina tutta la città

In stile romanico è invece il Campanile. La costruzione, a pianta quadrata con tre ordini di bifore sui quattro lati e un orologio, con i suoi 40 metri di altezza domina l’intera città.

Un altro miracolo legato alla città di Frosinone è quello della cosiddetta Sudorazione della Madonna che avvenne presso Il Santuario della Madonna della Neve. Nel 1685, quando il santuario era ancora una piccola cappella a 2 km dal centro della città, i cittadini assistettero a un fenomeno che lasciò tutti ammutoliti: il viso della Madonna, rappresentato su un’immagine, cominciò a sudare gocce di colore bianco. A seguito di tale prodigio, si procedette alla posa della prima pietra di una chiesa più ampia.

La città di Frosinone ospita il Conservatorio musicale Licinio Refice, uno dei centri di cultura principali del Lazio. Oggi il Centro, grazie all’attività didattica e artistica svolta, è una realtà internazionale di riferimento per la formazione di tanti giovani talenti della musica jazz e di altri generi.

Una serata del Festival dei Conservatori Italiani in Piazza Vittorio Veneto

Una serata del Festival dei Conservatori Italiani in Piazza Vittorio Veneto

Proprio a Frosinone ogni anno, nel mese di luglio, si svolge il Festival Nazionale ed Europeo dei Conservatori Italiani con il proposito di far incontrare i giovani musicisti e di attivare un forte fermento culturale nella città e nella Ciociaria tutta. Durante le giornate del Festival sono molto attese le serate di performance offerte al pubblico nel magico palcoscenico di Piazza Vittorio Veneto.

Non solo arte e storia, ma anche natura. Da non perdere a Frosinone una passeggiata nel Parco delle Colline. Qui si può percorrere il sentiero dei Funari, la strada che gli artigiani facevano per raggiungere la zona dove si producevano le funi. Oggi il parco ospita il festival “delle Colline” con musica e artisti internazionali.

La storia del territorio si può ‘leggere’ visitando il Museo Archeologico che ospita alcuni dei resti della Frosinone medioevale distrutta nel ‘300 da un terribile terremoto.

Il Generale Championnet sfila durante la Festa della Radeca

Il Generale Championnet sfila durante la Festa della Radeca

Di particolare interesse è la Festa della Radeca, il Carnevale storico di Frosinone che trae la sua importanza dalla celebrazione della rivolta dei frusinati contro le truppe d’occupazione francese avvenuta nel 1798 e nel 1799. Dieci giorni di celebrazioni dello spirito ciociaro più autentico, un vero tripudio di goliardia e divertimento.

 

Social share
INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

Isola di Ponza

Ponza è una delle isole del mar Tirreno più suggestive e la...

Nettuno

Nettuno è un borgo dalla personalità poliedrica e racconta una...

Montalto di Castro

Montalto di Castro è un borgo medievale nella Tuscia Viterbese,...

Latina

Latina è una città del ‘900 nel cuore della Pianura Pontina....