Gaeta è un’antica repubblica marinara situata sullo sperone del monte Orlando. Fu meta di villeggiatura sin dall’epoca degli Antichi Romani, ricco di testimonianze storiche, monumentali e religiose. La sua costa è un susseguirsi di bellissime spiagge delimitate da speroni rocciosi su cui svettano torri costiere, baie e calette.

Il Quartiere Medioevale è dominato dal maestoso Castello Angioino – Aragonese. Tra gli edifici religiosi spiccano la Cattedrale di Sant’Erasmo con il campanile cosmatesco di fine XII secolo, la chiesa di San Francesco e la chiesa della Santissima Annunziata con la Cappella d’oro, decorata in legno e oro zecchino.

chiesa di San Francesco a Gaeta

Un luogo sicuramente da non perdere vicino al quartiere di Sant’Erasmo, è il Santuario della Santissima Trinità sul Monte Orlando, area protetta nel Parco Regionale della Riviera di Ulisse. Nell’area del Santuario, assolutamente da vedere la Grotta del Turco e la fenditura nella roccia netta Montagna Spaccata.

La tiella di Gaeta

La tavola di questo borgo sulla riviera pontina è ricca e saporita, esaltata dai piatti a base di pescato locale. Le olive nere sono un patrimonio della gastronomia di Gaeta. La tiella è un piatto tipico marinaro, il cui nome deriva probabilmente dalla teglia in cui veniva preparata. È una torta rustica di forma circolare il cui ripieno può contenere pesce (alici, sarde, polpo e calamari) e verdure, ricotta, pomodoro e cipolla.

Le luminarie: luci d’artista a Gaeta

Gaeta è Bandiera Blu e tra i Borghi più Belli d’Italia per il suo quartiere Medioevale. Mantiene il suo fascino anche nel periodo invernale, soprattutto da dicembre fino a metà gennaio con Favole di Luce, lo spettacolo surreale delle luminarie che accendono la città sul Golfo durante le Feste. Una tipica espressione del folklore tradizionale gaetano è Gliu Sciuscio nella notte del 31 dicembre. Le orchestre locali suonano per le strade di Gaeta intonando canti tipici ben auguranti.

Presepe di ghiaccio a Gaeta - Facebook @ilpresepedighiaccio

Presepe di ghiaccio a Gaeta – Facebook @ilpresepedighiaccio

Ma forse non tutti sanno che, proprio qui, c’è il Presepe di Ghiaccio, il più grande d’Italia scolpito a mano. È un Presepe itinerante realizzato con oltre 18 tonnellate di puro ghiaccio cristallino, scolpito interamente a mano e trasformato in statue che rappresentano la Natività.

Social share
INFO UTILI
distanza da Roma 143 km
da non perdere Santuario della SS.ma Trinità e Montagna Spaccata
sito web Comune di Gaeta

SCOPRI ANCHE

Viticuso

Viticuso è il comune più orientale del Lazio. Chiuso tra le cime dei...

Isola del Liri

Isola del Liri è un gioiello della Ciociaria da visitare almeno una...

Frosinone

Stretta tra i monti Ernici e i monti Lepini, Frosinone domina da un...

Borgorose

Piccolo borgo situato a un'altitudine di circa 700 m circondato dai...