Pane amore e fantasia… il fascino di Castel San Pietro Romano

Facciamo un tuffo nel passato del cinema e, con i film del Neorealismo italiano, andiamo alla scoperta di un percorso naturalistico e urbanistico dove le pellicole sono state ambientate e girate, tra i vicoli dei borghi dove il tempo sembra essersi fermato.

Rocca dei Colonna - Castel San Pietro Romano

Rocca dei Colonna – Castel San Pietro Romano

Castel San Pietro Romano, piccolissimo borgo dei Monti Prenestini che porta il nome dell’Apostolo e primo Papa che sarebbe venuto a predicare il Vangelo in questi luoghi, è inserito tra i Borghi più belli d’Italia ed è stato scelto negli anni cinquanta come ambientazione di molti set cinematografici per la sua atmosfera rurale, disincantata e rappresentativa dell’Italia del dopoguerra.

“Pane amore e fantasia” commedia del ’53, che vede una straordinaria caratterista comica Tina Pica, nel ruolo di Caramella, affiancare i protagonisti Vittorio De Sica nei panni del maresciallo Carotenuto e Gina Lollobrigida nel ruolo di Pizzicarella, la Bersagliera. Prima pellicola della furtunata serie, interpretata da Vittorio De Sica, prima maresciallo e poi cavaliere, eterno donnaiolo, seguita da “Pane, amore e gelosia”, come la prima del regista Luigi Comencini, “Pane, amore e…” di Dino Risi con Sophia Loren nel ruolo della Smargiassa e  “Pane, amore e Andalusia. ..” del regista spagnolo Javier Setó.
Molti altri registi hanno deciso di girare a Castel San Pietro i loro film: Sergio Corbucci “I due Marescialli”, con Vittorio De Sica e Totò, Pietro Germi “il Federale” con Ugo Tognazzi, “Menage all’italiana” di Franco Indovina con Ugo Tognazzi.

Pane amore e fantasia: Gina Lollobrigida e Vittorio De Sica

Pane amore e fantasia: Gina Lollobrigida e Vittorio De Sica

I luoghi che vediamo in “Pane, amore e fantasia”  li possiamo ripercorrere seguendo l’itinerario cinematografico segnalato dai pannelli descrittivi nel cuore del Borgo: il balcone fiorito, al centro della Piazza San Pietro, dove una realistica riproduzione immortala il Maresciallo De Sica; la strada a lui intitolata, quella che nel film percorre in alta uniforme per andare alla festa del paese; la parrocchiale di San Pietro e il palazzo Mocci.

Castel San Pietro Romano

E proprio Palazzo Mocci ospita Il MUD – Il Museo Diffuso – dove oltre al Centro Visitatori viene raccontata l’evoluzione del Territorio di Castel San Pietro Romano, attraverso le tappe dell’itinerario che prevede la visita alla Rocca dei Colonna, fortezza medievale della città, alla Chiesa di San Pietro, ricca di capolavori dell’arte seicentesca e soprattutto la meravigliosa passeggiata lungo le mura poligonali dell’Antica Praeneste.

Volete un motivo in più per scoprire Castel San Pietro Romano?
Questo grazioso Borgo sorge in una zona riconosciuta monumento naturale: la Valle delle Cannucceta. Qui saremo accolti con i piatti della tradizione locale e il Giglietto di Palestrina, il dolce del territorio, presidio slow food.

INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

“Ho visto un posto che mi piace, si chiama Monte Gorzano”

Con le parole di una famosa canzone vogliamo raccontarvi la nostra escursione sulla montagna più alta del Lazio, il Monte Gorzano 2458 mt s.l.m.. Partiti di buon mattino, ci dirigiamo verso Amatrice, ridente località bagnata dal fiume Tronto e circondata da oltre...

A Ronciglione, la Corsa a Vuoto al Palio di San Bartolomeo

Torna a Ronciglione la tradizionale Corsa a Vuoto al Palio di San Bartolomeo, sabato 20 e domenica 21 agosto. La Corsa dei Cavalli a Vuoto, o Corsa dei Barberi, è una rievocazione storica unica nel suo genere, un gioco forse d’origine greco-romana e sicuramente molto...

Immersi nella natura, alla scoperta dei monti Prenestini

C’è un territorio capace di sorprendere con itinerari suggestivi e talvolta selvaggi, immersi in luoghi tutti da scoprire: i monti Prenestini. Lontano dal caldo e dai rumori della vita cittadina Guadagnolo, il centro abitato più alto del Lazio, sorge in cima...

Gaeta, un luogo indimenticabile

Gaeta con il suo golfo, simbolo della Riviera di Ulisse, è un luogo indimenticabile per vivere un’emozione unica, irrepetibile e fuggire dall’afa cittadina. Partiti di buon mattino ci dirigiamo con l’auto nella città delle cento chiese, le cui origini si perdono nella...

Rocca di Cave, tra scogliera corallina, dinosauri e cosmo

Nel grazioso borgo arroccato di Rocca di Cave è possibile vivere un emozionante escursione, un tuffo nel passato che permetterà di scoprire la millenaria storia del territorio. Nel 2016 proprio in questi luoghi, sui Monti Prenestini, è stato ritrovato il dinosauro,...

Le meraviglie da scoprire tra Nepi e Castel Sant’Elia

Conoscete l’Alta Tuscia? Oggi vi portiamo da Nepi a Castel Sant’Elia alla scoperta di alcune meraviglie che non ti aspetti, nascoste in pochi chilometri. Siamo a Nepi, uno dei punti di accesso all’antica Etruria affacciato da uno sperone di tufo, una peculiarità...

Il Lago del Salto tra fiordi, borghi e mistero

Il Lago del Salto è il più grande bacino artificiale del Lazio, prende il nome dalla valle del Salto dove è stato creato con lo sbarramento dell’omonimo fiume. Il suo aspetto estremamente selvaggio, a tratti anche ruvido, lo rende unico e affascinante. I suoi fiordi,...

Un weekend in bicicletta a Rieti

Rieti, nella piana reatina con le sue colline verdi, la natura incontaminata e le sue maestose montagne che la circondano, è il luogo ideale per trascorrere un weekend all’insegna di rilassanti passeggiate in bicicletta, come cantava Cocciante, magari con tutta la...

Un viaggio lungo le rive dei fiumi del Lazio

Cosa c’è di meglio di chiare e fresche acque per lenire il caldo delle torride giornate estive, se non vivere un’esperienza lungo le rive di alcuni dei più importanti fiumi del Lazio? A soli 50 km da Roma le Gole del Farfa, vero paradiso per gli amanti del canyoning,...

Ventotene… l’isola che non ti aspetti

Vogliamo raccontarvi il nostro fine settimana nell’Isola di Ventotene tra mare, storia, cultura e tanto buon cibo. Imbarcati sul traghetto e giunti alla vista dell’inconfondibile isola dalle tante case colorate, non possiamo non rimanere affascinati alla visione...