6 luoghi “sottosopra” nel Lazio in Autunno

L’Autunno è la stagione ideale per visitare il Lazio “sottosopra”, grotte e sotterranei, monumenti naturali di rara bellezza e antichi passaggi sotto terra.

Grotte di Pastena

Iniziamo il nostro viaggio sotterraneo nelle Grotte di Pastena in Ciociaria, inserite nel Parco Naturale Regionale Monti Ausoni e Lago di Fondi. È un luogo totalmente percorribile e visitabile grazie al barone Carlo Franchetti e altri esploratori. Visitarono nel 1926 la zona restituendo alla “luce” i numerosi reperti archeologici di grotte abitate sin dalla preistoria.

Le grotte di Pastena si trovano a pochi chilometri dal borgo da cui prendono il nome. Il centro storico è conservato all’interno di una cinta muraria di 650 metri delimitata da ben 15 torri tonde e quadrate. Qui si trova anche la casa paterna dell’amato Nino Manfredi.

Collepardo

Rimaniamo in Ciociaria per perlustrare le Grotte di Collepardo, a poca distanza dal borgo omonimo. Si scorgono nell’oscurità delle maestose volte ricche di stalattiti multiformi, così simili a figure umane da farle soprannominare Grotte dei Bambocci.

Pozzo d’Antullo @soulrunningMAG

Il Pozzo d’Antullo è a un chilometro dal centro storico di Collepardo. Si tratta di una voragine di origine carsica che si creò a seguito dello sprofondamento della volta di una grotta. Ammirate questo prodigio della Natura! Le numerose stalattiti sulle pareti assumono forme ricurve. Magia nella magia, al di sotto della voragine s’incontra un tappeto verde con una lussureggiante vegetazione e alberi alti 20 metri.

Avete paura di perdervi tra tante bellezze da visitare? Ecco un breve itinerario tra Natura e Cultura con alcune informazioni utili per visitare queste meraviglie sotterranee nel Lazio.

Grotte di Falvaterra e Rio Obaco

Rimaniamo tra i monti Ausoni per raggiungere le Grotte di Falvaterra e Rio Obaco. Il Parco si estende psu 130 ettari dove si srotola il Rio Obaco per poi confluire nel fiume Sacco. Abbracciate dalla natura incontaminata in superficie, le acque sotterranee hanno scavato le Grotte di Falvaterra, straordinari cunicoli e cavità tra le rocce calcaree del monte Lamia. Qui sotto, incredibilmente, sgorgano cascate celate nelle viscere della terra.

Le Grotte di Falvaterra si estendono per 2 chilometri con itinerari più o meno avventurosi, accessibili anche ai portatori di handicap. Cascate e rapide, stalattiti bianchissime che penzolano sgocciolanti, forre e laghi avvolti nella semioscurità, abitati da animali ipogei, come i crostacei trasparenti del genere Niphargus. Insomma, 2 km di watertrekking adrenalinico! L’Autunno è la stagione ideale per poter vivere la magia delle cascate sotterranee. In alcuni periodi dell’anno si possono raggiungere le Grotte di Pastena in un percorso di circa 2,5 chilometri!

Grotte dell’Arco

Spostiamoci in provincia di Roma per visitare le Grotte dell’Arco a circa 3 km dal centro storico di Bellegra. Il percorso sotterraneo è caratterizzato da stalattiti, stalagmiti, inghiottitoi, camere e fauna di grotta. Il percorso si estende per oltre 1 km con un dislivello di 14 metri. La peculiarità delle Grotte dell’Arco è racchiusa nelle pitture rupestri preistoriche sotto forma di figure antropomorfe, collocabili intorno al Neolitico. Sono visibili all’ingresso.

Orte Sotterranea – www.inagrofalisco.it

Raggiungiamo la Tuscia Viterbese per conoscere Orte Sotterranea. È un fantastico percorso sotterraneo di circa 2 km da cui, nel corso di quasi 2500 anni, sono state ricavate la rete di rifornimento idrico (cunicoli, cisterne, pozzi) e di evacuazione delle acque reflue, i magazzini, i depositi, le cantine, le stalle, le colombaie, alcuni vani di abitazione, i laboratori artigianali (per la lavorazione di lana e canapa), i lavatoi, le fontane, i triclini estivi, i vivai e i luoghi di delizie di giardini privati. La visita è disponibile in due varianti: breve e completa.

Rieti Sotterranea

Visitiamo l’ultima meraviglia, Rieti Sotterranea. Sotto l’attuale via Roma, sono visitabili i resti di un antico acquedotto costruito dai romani nel III secolo a.C. la cui realizzazione garantiva l’accesso in città dalla Salaria, l’antica via del sale.

Sopra o sotto terra, il Lazio resta un’eterna scoperta!

 

Social share
INFO UTILI

SCOPRI ANCHE

Viaggio nei borghi Bandiera Arancione del Lazio

C’è un filo arancione che unisce 25 Comuni della regione. È quello del Touring Club Italiano che ogni anno assegna il riconoscimento di Bandiera Arancione a tutte quelle località che si contraddistinguono per l'eccellenza dell'offerta turistica e la qualità dello...

Quando Bonaparte fu il Principe di Canino

Ecco la storia narrata dai luoghi che 200 anni fa entrarono nella vita di Luciano Bonaparte, fratello di Napoleone e Principe di Canino dal 1814 per 20 anni.

10 Bandiere Verdi nel Lazio top per famiglie

Scopriamo dove sventolano nel 2024 le 10 Bandiere Verdi nel Lazio, le 10 spiagge eccellenti per le famiglie per il mare pulito e i servizi a misura di bambino.

Un salto alle Cascate di Monte Gelato

Nella Valle del Treja c’è una meta ideale per ricaricarvi di energia positiva tra i boschi rigogliosi vicino a Mazzano Romano: le Cascate di Monte Gelato.

4 storie d’Amore soprannaturale nel Lazio

Parliamo d’Amore con la A maiuscola! Passeggiamo nel Lazio in 4 luoghi che raccontano storie d’Amore soprannaturale. Scopriteli con noi. Andateci con chi amate!

I segreti sotterranei nei Connutti a Vignanello

Andiamo alla scoperta dei segreti sotterranei nei Connutti di Vignanello, gli straordinari spazi ipogei recuperati e resi fruibili con le visite guidate.

Le fonti di ristoro da Fiuggi a Collepardo

Dalle terme di Bonifacio al lago di Canterno, andiamo alla scoperta dell’acqua inseguendo la B Gialla in Ciociaria per il ristoro del corpo e dell’anima.

Silent Walking nel Lazio tra le Big Bench

Sentitevi minuscoli e meravigliatevi sulle 10 Panchine Giganti nel Lazio. Il silent walking è forse il modo migliore, una passeggiata solitaria e silenziosa.

La Primavera e i colori dello sport in Sabina

Scopriamo con lo sport l’arcobaleno di colori a Primavera in Sabina, dall’azzurro dei cieli al blu delle acque, dal verde dei monti al rosso dei tramonti.

12 Passeggiate tra 7 fiori in fiore nel Lazio

È tempo di vivere la natura in fiore in 12 passeggiate dalle mille sfumature di colori di 7 fiori in fiore nel Lazio, dalla Primavera fino all’Estate!